Faccio un salto nel congelatore.. invernale all'Alben.

Vie di arrampicata.. falesie.. gruppi.. corsi e competizioni in Valle Brembana

Moderatori: freedom, Rugetor

Faccio un salto nel congelatore.. invernale all'Alben.

Messaggiodi Un passante » giovedì 21 gennaio 2016, 13:19

La nevicata bagnata di 10 giorni fa e il successivo calo delle temperature hanno creato, tra i 1500 e i 2000 metri, una corazza ghiacciata adesa alla roccia. Sono condizioni particolari che rendono interessante la salita, con picche e ramponi, di vie di roccia non troppo difficili, normalmente percorse di estate o su roccia asciutta. Da un paio di inverni aspettavo che si presentassero le condizioni giuste per tornare a fare la via Clipper sulla parete nord della cima della Croce, all'Alben.

Ed ecco che si sono verificate.
La via in roccia non supera il IV°grado, è piuttosto discontinua e si presta bene ai principianti, essendo ben protetta con spit, chiodi e soprattutto cordini in clessidre. In versione invernale l'impegno cambia radicalmente (d'estate si impiegano circa due ore a percorrere la via, ieri ne abbiamo impiegate cinque e mezza) ma restano le buone protezioni, anche se alcune sono nascoste e, cambiando leggermente la linea di salita, altre non vengono utilizzate. Occorre quindi integrare con protezioni veloci. Ci presentiamo ai piani dell'Alben verso le otto, il termometro segna -9° ma è un bel freddo secco e frizzante. Ci copriamo bene e indossiamo subito i ramponi, appena scesi dall'auto, visto che tutto è coperto da una pericolosa corazza di ghiaccio. Saliamo i 500 metri che portano all'attacco della via su bella neve dura e portante che copre il terreno sassoso. Alle 9 e mezza, dopo aver preparato tutto il materiale ed esserci scaldati con un po' di the, entriamo in parete, o meglio nel congelatore: il termometro appeso allo zaino segna infatti un simpatico -11,5°, ma assolutamente non si sente e la sensazione, complice il movimento, è di stare assolutamente bene.

La via, in queste particolari condizioni, si sale quasi tutta con le picche, sfruttando la neve dura nei canaletti, i ciuffi d'erba gelati (una vera pacchia) e facendo un po' di dry.
Nei punti più verticali, che sono in genere brevi paretine, la roccia è fredda ma asciutta e si alternano le picche e le mani, rallentando un po' la progressione ma rendendola tecnica e divertente. Non si segue sempre l'itinerario estivo (ma si prendono i tratti di IV°), preferendo agli spigoli i canali, detritici in estate e in bella neve dura in inverno.
Usciamo in vetta attorno alle 14.30. Il sole, dopo tutto il tempo passato "in congelatore" sembra sorprendentemente caldo e forse non è solo un'illusione, visto che la neve nelle esposizioni sud ha mollato.

Alla macchina però il termometro segnerà ancora -6,5°.
La discesa è velocissima e comodissima, agevolata dalla neve, e in un'ora scarsa siamo a toglierci i ramponi, indispensabili compagni di giornata, all'auto.

Il sole bacia l'Arera e il Menna, ma si tiene ben lontano dalla nosta parete

Immagine

Si parte, il primo lungo tiro lo spezziamo in due, per evitare attriti delle corde. Sostiamo su due belle clessidre.

Immagine
Ultima modifica di Un passante il giovedì 21 gennaio 2016, 13:23, modificato 2 volte in totale.
Un passante
 

Re: Faccio un salto nel congelatore..invernale all'Alben.

Messaggiodi Un passante » giovedì 21 gennaio 2016, 13:19

Uno dei passaggi in roccia, l'inizio del traverso verso destra.
Immagine

La neve aderisce bene alla roccia anche in tratti verticali.
Immagine
Un passante
 

Re: Faccio un salto nel congelatore..invernale all'Alben.

Messaggiodi Un passante » giovedì 21 gennaio 2016, 13:19

Un passaggio caratteristico sotto un masso incastrato, in un bel canale di neve dura.
Immagine

Verso l'uscita, il canale si stringe e ci si sposta su uno spigoletto.
Immagine
Un passante
 

Re: Faccio un salto nel congelatore..invernale all'Alben.

Messaggiodi Un passante » giovedì 21 gennaio 2016, 13:20

Si arriva alla mitica sosta "del mugo", la vetta è vicina. Cominciamo a pregustare un po' di sole.
Immagine

Arriva il socio.
Immagine
Un passante
 

Re: Faccio un salto nel congelatore..invernale all'Alben.

Messaggiodi Un passante » giovedì 21 gennaio 2016, 13:20

Ultimissimi metri
Immagine

Vetta!
Immagine
Immagine
Un passante
 

Re: Faccio un salto nel congelatore..invernale all'Alben.

Messaggiodi Un passante » giovedì 21 gennaio 2016, 13:21

La parete dove sale la via, tenendosi più o meno a ridosso dello spigolo roccioso al centro della foto per poi prendere il canale che porta a sinistra.
Immagine

Alla prossima!
a_45
Un passante
 

Re: Faccio un salto nel congelatore..invernale all'Alben.

Messaggiodi andrea.brembilla » giovedì 21 gennaio 2016, 13:24

Ma che bello!!!! a_2 a_2 a_2 a_2 Bravissimi! a_14
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5507
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 11:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Faccio un salto nel congelatore.. invernale all'Alben.

Messaggiodi freedom » giovedì 21 gennaio 2016, 14:22

La Clipper in inverno è un classico per l'Alben.
Grandissimi!
a_2 a_2 a_2
fr33d0m ( Canali video: YouTube - Vimeo )
Moderatore aree Alpinismo e Sci-alpinismo
Avatar utente
freedom
 
Messaggi: 3629
Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2009, 9:49
Località: Bassa Bergamasca / Bordogna

Re: Faccio un salto nel congelatore.. invernale all'Alben.

Messaggiodi MaCa » giovedì 21 gennaio 2016, 15:16

Wow e super Wow!! complimenti!! a_14 a_14
Moderatore Forum area Trekking
Salita cercherò suprema libertà verso una cima che Lei mi risveglia
Avatar utente
MaCa
 
Messaggi: 14924
Iscritto il: martedì 25 settembre 2007, 14:09
Località: Almenno San Bartolomeo - 280 s.l.m.

Prossimo

Torna a Alpinismo, arrampicare in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti