Pedale Brembillese

Percorsi, itinerari, escursioni cicloturismo e MTB in Valle Brembana

Moderatore: IW2LBR

Re: Pedale Brembillese

Messaggiodi Rugetor » domenica 18 novembre 2012, 20:52

17 novenbre 2012

LAXOLO DI BREMBILLA - Non c’era modo migliore per festeggiare la stagione del 2012 per il Pedale Brembillese: infatti in una sala gremitissima di gente al ristorante La Rua con circa 200 persone, l’unico team ciclistico della valle Brembana ha brindato per i bei risultati ottenuti, ma ha anche colto l’occasione per svelare le nuove formazioni del 2013.

Ventitre atleti ripartiti tra le varie categorie (sette esordienti, sei allievi, dieci giovanissimi): questi i numeri della squadra del presidente Gianmario Forcella che conferma di essere una delle più belle realtà nel panorama ciclistico bergamasco.
Una bella realtà anche a livello organizzativo: così come ci ha spiegato il segretario Mauro Salvi, il Pedale Brembillese si è impegnato attivamente anche a livello organizzativo tant'è vero che le corse organizzate nel 2012 sono state ben cinque. Ebbene, anche l’anno prossimo tutte le gare verranno confermate.

Fondamentale il sostegno degli sponsor, cruciale l’apporto dei collaboratori, decisiva la volontà di un intero ambiente, contagiosa la passione di una squadra in scena dal 1981 e capace di “sfornare” ottimi atleti del calibro dei professionisti Stefano Locatelli, Federico Rocchetti e Morris Possoni (i tre nella foto con il presidente Forcella), presenti anch’essi in una festa alla quale hanno partecipato il presidente onorario Mario Locatelli, l’assessore allo sport e vicesindaco Giovanni Salvi, il – è quasi un paradosso chiamarlo così – “neo-presidente” del comitato FCI Bergamo Michele Gamba senza dimenticare il presidente della Grosio Ciclismo Adriano Gaspani, società valtellinese molto attiva nel fuori strada che ormai da diversi anni “gira” i propri atleti al Pedale Brembillese considerata – a detta dello stesso Gaspani – un’autentica “università del ciclismo”.

Ed proprio l’arrivo di Alessandro Pini dal Grosio sembra puntellare una formazione allievi diretta dal duo Alessandro Rinaldi – Andrea Fustinoni, che dovrebbe essere competitiva soprattutto per le gare dure con Diego Gherardi come nome di spicco, senza dimenticare i vari Giacomelli (ex Valseriana), Manzoni e i due Bonzi, Matteo e Mauro. Tutta da scoprire la squadra esordienti con sette atleti – potete leggere i loro nomi qui sotto – diretti dal d.s. Alessandro Gotti; i dieci giovanissimi distribuiti omogeneamente dal G1 al G5 sono invece lì a dimostrare quanto è importante per il Pedale Brembillese anche la cura del settore giovanile.

(tratto dal sito BICIBG.IT)
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7514
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Pedale Brembillese

Messaggiodi Rugetor » domenica 18 novembre 2012, 21:23

Immagine
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7514
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Pedale Brembillese

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 13 novembre 2013, 19:04

Tratto da Bergamo & Sport

Il Pedale Brembillese chiude un grande 2013 che l’ha visto al vertice con gli allievi nella “Coppa Orobica”.

Una stagione sicuramente oltre le più rosee aspettative quella che il team brembano del presidente Gianmario Forcella ha ufficialmente consegnato ieri agli archivi chiamando a raccolta atleti, famigliari, sponsor, dirigenti e
amici per una festa finale durante la quale si sono rivissuti i momenti più belli di un 2013 che resterà sicuramente fra quelli più importanti nella ormai lunga storia della società.
E non solo per i risultati ottenuti ma anche per un impegno organizzativo non indifferente, portato a termine nel migliore dei modi nonostante i tempi, per mille ragioni non proprio dei più favorevoli, che ha visto in cabina di
regia la Brembillese in occasione del doppio campionato provinciale degli esordienti con i trofei “La Rua” e “Coop Brembilla”, impegno non proprio così semplice tenendo anche conto del fatto che le due gare si concludevano a
Paladina, e del provinciale sprint per i giovanissimi nel bellissimo impianto del “Centro Sportivo Secomandi” alla Piana (Trofeo Lupi Brembilla e Impresa Edile F.lli Locatelli).
Una cronoscalata per gli allievi (il Trofeo Regazzoni) ed una gara in linea (il Trofeo CMS – m.o. Caterina Pesenti a.m.), entrambe prove valide per la 2° Challange Valle Brembana, hanno poi completato al meglio sotto il profilo
organizzativo un’annata davvero impegnativa.
Ma al di la delle gare organizzate – impegno comunque non da poco – a rendere memorabile questo 2013 per la società sono stati i risultati ottenuti, primo fra tutti il successo nella “Coppa Orobica”, di fatto un campionato
provinciale di società che viene assegnato sommando i punteggi ottenuti dalle società bergamasche in una serie di prove comprendenti strada (la prova di campionato provinciale vinta da Alan Giacomelli), pista e cronosquadre.
Ed è proprio su quest’ultima che vorremmo soffermarci un attimo per sottolineare come la gara, disputata a Treviolo, valeva in quell’occasione quale campionato regionale della specialità e per evidenziare come i ragazzi
biancazzurri hanno ottenuto il terzo posto assoluto portando in gara due “primo anno” (Alessandro Pini e Diego Gherardi). Il terzo era ovviamente Giacomelli del quale ci piace ricordare anche il titolo provinciale della montagna a conferma che quando la strada impenna il valtellinese si sente particolarmente a suo agio. Fra gli esordienti, dove i risultati sono stati un po’ meno importanti, il maggior successo è stato il reclutamento di quattro nuovi ragazzi alla loro prima esperienza agonistica che hanno arricchito il “parco atleti” sociale. Anche questo è uno dei compiti istituzionali delle società di base ed a Brembilla lo si è sempre tenuto particolarmente in conto. Dei possibili risultati si spera di poter riparlare più avanti; qui tradizionalmente non si mette mai eccessiva pressione a nessuno…….
Eccezionale invece la stagione dei più piccoli dove alla conferma di Luca Rinaldi, ormai una realtà consolidata nella sua categoria, quest’anno la G3, ha fatto riscontro l’impennata del fratellino minore Andrea, autentico dominatore fra le new entry (i G1) dove ha messo assieme una serie impressionante di successi, tali da consacrarlo il plurivincitore assoluto fra i giovanissimi di tutte le categorie. Per carità, si parla di un ragazzino di sette anni, bisogna dare tempo al tempo, ma come si dice: chi ben comincia………..
Tradotta in risultati, al di la del notevole numero di vittorie, la stagione dei fratellini zognesi è valsa alla bacheca sociale anche quattro maglie di campione provinciale, due ciascuno a salvaguardia della par condicio famigliare, conquistate nella prova su strada ed in quella casalinga su pista. Ma ci sembra anche corretto dire che i ragazzini brembillesi sono stati tutti bravi, sempre presenti e spesso protagonisti nelle gare bergamasche; ne citiamo uno per tutti, Andrea Genini, particolarmente a suo agio nelle prove sprint.
E ora si guarda alla prossima stagione sperano che possa in qualche modo ripetere quella eccezionale che si è appena chiusa, o almeno non farla rimpiangere troppo……..


Adriano Arioli

Immagine
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7514
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Pedale Brembillese

Messaggiodi Rugetor » venerdì 21 novembre 2014, 0:18

Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7514
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Precedente

Torna a Cicloturismo e Mountain Bike in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite