Ospedale San Giovanni Bianco

News, cronaca, curiosità e proposte nei singoli comuni della Valle Brembana in provincia di Bergamo.

Moderatore: IW2LBR

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi pietroartemio » domenica 3 aprile 2016, 12:30

Purtroppo per l'Ospedale di San Giovanni Bianco si mette male. Signori amministratori (dei paesi media ed alta val Brembana) dove eravate ? I Grandi Raccolti del denaro delle seconde case ed altri proventi dove e come sono stati spesi ? Fate un esame tra di voi.
pietroartemio
 

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi Fabio76 » domenica 3 aprile 2016, 18:31

Immagine
La neve è una poesia. Una poesia che cade dalle nuvole in fiocchi bianchi e leggeri. Questa poesia arriva dalla labbra del cielo, dalla mano di Dio. Ha un nome. Un nome di un candore smagliante. Neve
Avatar utente
Fabio76
 
Messaggi: 3316
Iscritto il: sabato 12 gennaio 2008, 0:30
Località: Paladina 272 m.s.l.m.

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi pluto » lunedì 4 aprile 2016, 9:03

Subiot ha scritto:San Giovanni Bianco, tagli all’ospedale: Loris rimbalzato in città con l’appendicite
[i]Forti dolori alla pancia, la corsa in ospedale e la risposta dei dottori: qui a San Giovanni Bianco ora è possibile fare solo una visita e il prelievo del sangue. Per tutto il resto rivolgersi all’ospedale Papa Giovanni XXIIII, dove hanno dovuto correre Ivan Micheli e il figlio Loris...... Chapeau !!! (nel senso che, purtroppo,puntuali e come previsto, sono arrivati i primi disagi .....)

meglio essere rimbalzati da San Giovanni a Bergamo piuttosto che viceversa ...."L’auspicio era quello del potenziamento - dice un medico - non della riduzione dei servizi. Bergamo è sovraffollata di interventi chirurgici, perché qualcuno non viene dirottato a San Giovanni Bianco".... a_19 a_39 .... poi ogni genitore in coscienza decide per i propri figli...c'è anche chi (e son tanti) che non correrebbe il rischio di ricoverare i propri figli a San Giovanni e sceglie direttamente Bergamo...... bene, ora manifestazione con bambini e passeggini in prima linea, a mo di scudi umani a_19

p.s.: se si vogliono salvare i posti di lavoro e far rinascere l'ospedale bisogna convertire la struttura in riabilitazione e lungodegenze...gli interventi chirurgici lasciamoli fare ad altri...
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi mik72 » martedì 5 aprile 2016, 19:17

Io vorrei solo rispondere a Pluto, sono residente a Serina da 12 anni, la mia prima bimba e' nata nel 2009 all'ospedale di San Giovanni Bianco accudita in maniera Egregia da 2 ostetriche, 3 ginecologi tra cui l'allora primario e un paio d'infermiere del nido,l'anno scorso a Marzo e' nata la mia seconda piccolina tra strada chiusa per frana reparto d'ostetricia chiuso ti garantisco che alle 23.00 non e' stato facile, mentre tua moglie ha le contrazioni decidere dove portarla a partorire se ad Alzano L.do (quindi scavallando da Selvino,oppure scendere a Bg.oppure Ponte san Pietro...

Quindi non si tratta di usare i bimbi come scudi umani si tratta di difendere un Diritto sancito dalla Costituzione.... io come tanti altri sono stanco di pagare il 40 50 60% di tasse per vedermi continuamente tagliare i servizi soprattutto quelli piu'importanti e basilari per una societa' civile !! Ho scelto di vivere in montagna con tutto cio che questo comporta ,cose spiacevoli e altrettante piacevoli , sono stanco di politicanti che si fanno belli sulla nostra "pelle" ho partecipato a riunioni lo scorso anno in merito alla chiusura del reparto di ostetricia parole...parole...parole e promesse mai mantenute ...l'allora direttore sanitario che il giorno prima diceva "tranquilli non si chiude" e il giorno dopo veniva smentito.. ho scritto a Maroni e all' assessore regionale per la salute piu' di una mail non mi hanno mai risposto nonostante il sito creato appositamente " dillo a Maroni".... non siamo cittadini di serie b ne tanto meno palloni da "rimbalzare" da un ospedale all'altro,il bimbo di Serina lo conosco bene abita a poche centinaia di mt.da me poteva essere mia figlia al suo posto oppure la tua se ne hai.

Quindi sabato alle 15 saro'presente con la mia famiglia al completo alla manifestazione con annesso passeggino!!!
mik72
 
Messaggi: 48
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 20:37

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi elio.biava » mercoledì 6 aprile 2016, 0:11

mik72 ha scritto:...
Quindi sabato alle 15 saro' presente con la mia famiglia al completo alla manifestazione con annesso passeggino!!!

Vorrei tanto che servisse a qualcosa! Per tutti quelli che ci credono ancora, ma purtroppo quel poco che c'era ormai risulta quasi del tutto smantellato, rimangono solo i servizi ambulatoriali e di sollievo terminale. Mi sembra una cosa anacronistica una manifestazione, ci si potrà contare ma alla fine sarà difficile che possa generare qualcosa di serio. Al massimo si otterrà qualche viaggiatore in più (medico specialista), che perde 3 ore di viaggio per farne 2 di visite. Col risultato di dover poi scendere in Bergamo e dintorni in seguito, (tanto valeva andarci subito, con un minor costo e maggiore efficienza sanitaria). Non credo proprio che nessuno si voglia reinventare un altro ospedale di questi tempi. Nemmeno il business lombardo lo consentirebbe, è già tutto ben spartito e condiviso, dal settore medico in primis.
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 2901
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 10:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi pluto » mercoledì 6 aprile 2016, 7:21

mik72 ha scritto:Io vorrei solo rispondere a Pluto, sono residente a Serina da 12 anni, la mia prima bimba e' nata nel 2009 all'ospedale di San Giovanni Bianco accudita in maniera Egregia da 2 ostetriche, 3 ginecologi tra cui l'allora primario e un paio d'infermiere del nido,l'anno scorso a Marzo e' nata la mia seconda piccolina tra strada chiusa per frana reparto d'ostetricia chiuso ti garantisco che alle 23.00 non e' stato facile, mentre tua moglie ha le contrazioni decidere dove portarla a partorire se ad Alzano L.do (quindi scavallando da Selvino,oppure scendere a Bg.oppure Ponte san Pietro...

Quindi non si tratta di usare i bimbi come scudi umani si tratta di difendere un Diritto sancito dalla Costituzione.... io come tanti altri sono stanco di pagare il 40 50 60% di tasse per vedermi continuamente tagliare i servizi soprattutto quelli piu'importanti e basilari per una societa' civile !! Ho scelto di vivere in montagna con tutto cio che questo comporta ,cose spiacevoli e altrettante piacevoli , sono stanco di politicanti che si fanno belli sulla nostra "pelle" ho partecipato a riunioni lo scorso anno in merito alla chiusura del reparto di ostetricia parole...parole...parole e promesse mai mantenute ...l'allora direttore sanitario che il giorno prima diceva "tranquilli non si chiude" e il giorno dopo veniva smentito.. ho scritto a Maroni e all' assessore regionale per la salute piu' di una mail non mi hanno mai risposto nonostante il sito creato appositamente " dillo a Maroni".... non siamo cittadini di serie b ne tanto meno palloni da "rimbalzare" da un ospedale all'altro,il bimbo di Serina lo conosco bene abita a poche centinaia di mt.da me poteva essere mia figlia al suo posto oppure la tua se ne hai.

dai non metterla giù cosi drastica...l'ospedale l'avrete deciso prima, non al momento delle doglie.... a_9
ci sarebbero poi da capire le motivazioni per cui si mette Ponte San Pietro in alternativa a Bergamo (a che gioco giochiamo?)....per Alzano lo sappiamo che è la "base" di alcuni ginecologi e che è anche stata una delle cause del calo delle nascite a SGB...
Le distanze e i tempi tra Bg e Ponte sono uguali...Alzano saranno 5 km e 10 minuti in meno...
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi mik72 » mercoledì 6 aprile 2016, 8:10

Caro pluto non e' questione di km. Andare ad Alzano lombardo da Serina a meno che tu non sia un rallysta io ci tengo 45/50 minuti... se non di piu' a Bergamo o Ponte siamo li come tempi....certo che l'Ospedale era stato deciso prima ma anche in funzione di quando sarebbe cominciato il travaglio.....non so se lo sai ...non e' che il bimbo ti avvisa e ti dice" mamma nasco sta sera o sta notte ecc. " tu pensa se invece che alle 23.00 (alle 23.35 ero a Ponte) fossero state le 8 di mattina? Magari come spesso capita con un piccolo incidente a meta' valle saremmo arrivati forse alle 11.00 in ospedale...
Il mio voleva essere un esempio dei disagi che subiamo ,torno a ripetere ho scelto di vivere in montagna con tutto cio' che comporta ,ma non per questo devo mettere la testa sotto la sabbia e subire....
mik72
 
Messaggi: 48
Iscritto il: venerdì 28 ottobre 2011, 20:37

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi pluto » mercoledì 6 aprile 2016, 8:22

mik72 ha scritto:Caro pluto non e' questione di km. Andare ad Alzano lombardo da Serina a meno che tu non sia un rallysta io ci tengo 45/50 minuti... se non di piu' a Bergamo o Ponte siamo li come tempi....certo che l'Ospedale era stato deciso prima ma anche in funzione di quando sarebbe cominciato il travaglio.....non so se lo sai ...non e' che il bimbo ti avvisa e ti dice" mamma nasco sta sera o sta notte ecc. " tu pensa se invece che alle 23.00 (alle 23.35 ero a Ponte) fossero state le 8 di mattina? Magari come spesso capita con un piccolo incidente a meta' valle saremmo arrivati forse alle 11.00 in ospedale... Il mio voleva essere un esempio dei disagi che subiamo ,torno a ripetere ho scelto di vivere in montagna con tutto cio' che comporta ,ma non per questo devo mettere la testa sotto la sabbia e subire....

forse non mi son spiegato....io non ti volevo mandare ad Alzano ma ti dicevo appunto che andare a Bergamo è più o meno la stessa strada di Ponte e scegliere la clinica privata di Ponte al posto di Bergamo non lo capisco....e a sto punto non capisco a quale sanità tieni....
a_45
Ultima modifica di pluto il mercoledì 6 aprile 2016, 9:08, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi IW2LBR » mercoledì 6 aprile 2016, 8:41

da L'Eco di Bergamo

«L’ospedale di Valle Brembana: malato, guarirà

I numeri di prima: nel 2015 - ultimo anno con l’ex Azienda ospedaliera di Treviglio - il presidio di San Giovanni Bianco ha perso il 20% del posti letto. Meno 18: in ortopedia 10, in chirurgia 8. Uguale, meno 700-800 ricoveri l’anno. Poi: la «fuga» del personale. Uno dei tre pediatri prima del passaggio di competenze dell’ospedale della Valle Brembana da Treviglio all’Asst «Papa Giovanni XXIII», ha scelto di traslocare nella Bassa. Ne sono rimasti due. «Merce rara i pediatri» dice Carlo Nicora, direttore generale dell’Azienda socio-sanitaria territoriale di Bergamo. Ieri il direttore ha rotto gli indugi, intervenendo a «regimare » le polemiche che da giorni scendono dalla Val Brembana per far quadrato attorno al presidio, dopo le riduzioni dei servizi e degli orari in vigore da una settimana. Nicora introduce spiegando che l’eredità è «un’eredità con molti problemi, un malato critico, su cui stiamo facendo analisi, indagini diagnostiche per definire le terapie. E, nel frattempo, stiamo già curando ». Un esempio? «In ostetricia e ginecologia mancavano diverse strumentazioni, tra cui l’ecografo». Dov’erano finite? «A Treviglio, come previsto negli accordi» precisa. Altro esempio, che par poco ma dà l’idea: mancavano 270 lampade di emergenza. Il direttore decide di non parlare di euro, dà giusto due numeri: 280 mila euro dalla voce imprevisti del bilancio 2015 dell’Asst sono dedicati a San Giovanni Bianco, mentre altri 150 mila euro vanno investiti per far dialogare i due ospedali. Cosa vuol dire? «Che, per esempio, dai monitor del presidio di valle vengono inviate le radiografie ai monitor di Bergamo: qui, 24 ore su 24, c’è un radiologo che le referta e che reinvia a San Giovanni Bianco dove, precisiamo, di notte sarà presente un tecnico di radiologia anche se non c’è il medico: il medico sarà a Bergamo». Uno dei temi caldi è proprio il «taglio» in radiologia. «La riforma, le tutele del personale, la necessità di far quadrare i conti e in tutto questo ma al primo posto, quella di garantire sicurezza e qualità dell’assistenza ai malati, ci indicano la direzione per riorganizzare l’ospedale, con un piano a cui stiamo lavorando e che verrà presentato a giugno. La direzione è questa: legare San Giovanni Bianco a Bergamo in modo che dove non si può arrivare con il piccolo, ci si arrivi con il grande. E, non dimentichiamoci, viceversa. Penso ad esempio a quel che è già successo per l’ortopedia e che succederà entro fine mese con la chirurgia.

Ortopedia: dall’8 marzo circa 40 pazienti non brembani, che sarebbero stati operati a Bergamo, sono stati “dirottati” nel presidio di valle. Oggi i posti letto tra medicina, chirurgia e ortopedia sono 76, con una percentuale di occupazione del 65%: significa che, ogni giorno, ci sono “solo” 49 pazienti. L’intenzione è di occuparli tutti questi posti letto, con malati che vengono anche da altre aree della provincia. Sono tagli, questi? Certo è che se a San Giovanni Bianco sono rimasti solo due pediatri che devono garantire le 24 ore sette giorni su sette e capite bene che non è possibile; che se nel 2015 in media sono stati ricoverati 1,5 bambini al giorno per una media di 1,9 giorni di ricovero, è ovvio e necessario introdurre misure come quella che abbiamo introdotto: nelle ore notturne la pediatria è quella di Bergamo. Merce rara i pediatri... Il terzo non bisognava lasciarselo scappare...». Al netto di tutti gli esempi, il direttore spiega la «ratio» del piano di riorganizzazione «che stiamo ancora elaborando, perché non è certo immediato il passaggio da Treviglio a Bergamo, nè quello dall’essere un’Azienda ospedaliera all’essere un’Azienda socio-sanitaria territoriale». La «ratio»: in soldoni - ma poi spiega - «è quella di fidarsi degli standard di qualità su cui si regge la riforma a cui dobbiamo, e vogliamo, obbedire. Qualità significa sicurezza per i malati». E qualità, qui, significa dare la possibilità ai medici - in particolare - di avere più lavoro soprattutto in alcuni reparti. Un esempio, la questione del punto nascite chiuso nel 2015 e che «non riaprirà: 120 parti l’anno significa la nascita di un bambino ogni tre giorni, ma anche poco lavoro per l’équipe e meno possibilità di fare esperienze costanti per la propria professionalità. Non taglieremo. Faremo lavorare i gioielli di San Giovanni Bianco: il pronto soccorso, la medicina con i sub acuti, la chirurgia e l’ortopedia. Non ci sono tagli. Anzi». E, anticipa, il futuro è - anche - nel potenziamento del servizio per i malati cronici. «Come chiedono i numeri e i bisogni del territorio».
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75871
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

PrecedenteProssimo

Torna a Comuni della Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti