Ospedale San Giovanni Bianco

News, cronaca, curiosità e proposte nei singoli comuni della Valle Brembana in provincia di Bergamo.

Moderatore: IW2LBR

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 20 marzo 2015, 10:13

da L'Eco di Bergamo di Giovanni Ghisalberti

Non può essere un ospedale per soli anziani: bisogna investire

San Giovanni Bianco - «Questo ospedale non può diventare un presidio per soli anzianicome vorrebbe l’Azienda ospedaliera.
Al contrario, dobbiamo proprio specializzarci sull’infanzia, puntando alla qualità. Solo così riusciremo a fermare l’abbandono della valle». Così il sindaco di San Giovanni Bianco Marco Milesi all’indomani della clamorosa richiesta avanzata da 34 su 37 Comuni della Valle Brembana (con astensione di Zogno e Valnegra e l’assenza in assemblea di Ubiale Clanezzo), di dimissioni della dirigenza dell’Azienda ospedaliera di Treviglio (Cesare Ercole con il direttore di San Giovanni Bianco Stefano Zenoni), ritenuti come principali responsabili dell’impoverimento negli ultimi anni del presidio sanitario brembano. «Se l’Azienda ospedaliera pensa di fare strategie guardando ai numeri – continua il sindaco di San Giovanni Bianco – non farà altro che far morire l’ospedale e questa valle. Occorre invertire la tendenza: van bene i servizi agli anziani perché l’età media da noi è elevata, ma se togliamo quelli per l’infanzia e le mamme, come sta succedendo, non faremo altro che agevolare l’abbandono della valle da parte dei giovani». «Valle unita nella protesta» «In questi anni, in ospedale – prosegue Milesi – abbiamo assistito soprattutto a un depauperamento del patrimonio umano e professionale, il contrario di quello che andava fatto per creare fiducia attorno alla struttura, ovvero investire in qualità. Da noi, purtroppo, non è successo, mentre in altre zone di montagna, pur non essendoci i numeri, per esempio, i punti nascita sono stati lasciati, proprio per la salvaguardia di un territorio già in difficoltà». «Finalmente - conclude il sindaco - nell’assemblea si è raggiunta un’unità trasversale, al di là delle posizioni politiche e della geografia della valle. Segno che ormai il livello di criticità raggiunto dall’ospedale ha superato il limite. Ora penseremo a come coinvolgere la popolazione e alle prossime azioni».

«Attendiamo che l’assessore regionale prenda atto della richiesta della valle e agisca di conseguenza – aggiunge il sindaco di Olmo al Brembo Carmelo Goglio, già rappresentante del comitato che per anni si è battuto affinché l’ospedale fosse afferito a Bergamo (una delle richieste ufficialmente rinnovate martedì sera dall’Assemblea dei sindaci, ndr) –. Se non accetterà la nostra richiesta vorremmo almeno avere spiegazioni». «Ma Piario è sicuro? Sulla richiesta di dimissioni, invece, si smarca il presidente della Comunità montana Alberto Mazzoleni: Comprendo la rabbia dei sindaci e la loro richiesta – dice – ma io avrei proseguito nella collaborazione iniziata dal gruppo di lavoro. Con i continui tagli di finanziamenti degli ultimi anni, garantire certi servizi è sempre più difficile. Vanno mantenuti efficienti, altrimenti non ha senso. Si fa spesso il confronto con l’ospedale di Piario, ma andiamo a vedere se effettivamente lì c’è la sicurezza». «Non entro nel merito della richiesta di dimissioni – commenta l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi che l’autunno scorso accompagnò dirigenza e assessore regionale alla Sanità Mario Mantovani a San Giovanni Bianco -. Ribadisco, però, tutto l’impegno della Regione per l’ospedale e la Val Brembana».
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74640
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi nick84 » venerdì 20 marzo 2015, 19:34

Finchè nella comunità montana comanderà la politica sarà sempre un ente inutile.
Con presidente il Cav. Busi l'ente sarebbe stato in prima fila insieme ai sindaci.. non si sarebbe "smarcato"
Saluti
nick84
 
Messaggi: 131
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2011, 18:44
Località: San Giovanni Bianco

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi pietroartemio » sabato 21 marzo 2015, 13:56

... "Attendiamo che l’assessore regionale prenda atto della richiesta della valle. ... " Scusate, ma quale richiesta è stata avanzata ? Una richiesta di investimento ? De che ? De cosa ? Di cosa parlate ? Cosa avete chiesto all'Assessore ? Investimenti degli impianti sci (per questi avete avuto tanti soldi, nonostante la presenza di tante stazioni sovvenzionate dai rispettivi comuni !!) ? delle strade ?
pietroartemio
 

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi IW2LBR » martedì 31 marzo 2015, 11:24

da L'Eco di Bergamo

Ospedale di San Giovanni Bianco, arrivano le annunciate nuove prestazioni

L’ospedale di San Giovanni Bianco e i poliambulatori collegati offrono da lunedì nuove prestazioni mediche. È la prima risposta concreta dopo le polemiche dei giorni scorsi. Polemiche che avevano portato 34 Comuni della Valle Brembana a chiedere alla Regione la sostituzione del direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Treviglio Cesare Ercole e del direttore dell’ospedale di San Giovanni Bianco Stefano Zenoni, causa, secondo gli amministratori del declino in questi anni del presidio locale. Ora, come era stato annunciato dal dg Ercole durante gli incontri sulla riorganizzazione dell’attività Ostetrico-Ginecologica, si potranno prenotare numerose nuove prestazioni.

Eccole
Visita Ginecologica - Poliambulatorio di Zogno - 3° lunedì di ogni mese dalle 9 alle 12.20 - visite ogni 20 min (10 visite)
Visita Ginecologica - Poliambulatorio di Villa d’Almè - 3° lunedì di ogni mese dalle 13.30 alle 16.20 - visite ogni 20 min (10 visite)
Ambulatorio ginecologia 3ª età - Poliambulatorio ospedaliero San Giovanni Bianco - mercoledì 9 - 12.30 - visite ogni 20 min (10 visite)
Ambulatorio ginecologia della contraccezione - Poliambulatorio ospedaliero San Giovanni Bianco - sabato 14 - 16 visite ogni 20 min (6 visite)

Nel presidio ospedaliero - spiega un comunicato diffuso martedì mattina - sono state incrementate le prestazioni dei seguenti ambulatori:
- colposcopie - Poliambulatorio ospedaliero San Giovanni Bianco -10 prestazioni a seduta
- ecografie trans-vaginali - Poliambulatorio ospedaliero San Giovanni Bianco - 10 prestazioni a seduta
- ecografie ostetriche - Poliambulatorio ospedaliero San Giovanni Bianco - 10 prestazioni a seduta
- visita Ginecologica - Poliambulatorio ospedaliero San Giovanni Bianco - Nuova apertura del sabato mattina per un totale di 10 prestazioni a seduta

Le prenotazioni potranno essere effettuate sia dai Cup dell’Azienda ospedaliera sia attraverso il Call Center Regionale (800.638638)
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74640
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi IW2LBR » mercoledì 2 marzo 2016, 12:37

da Bergamo NEWS

L’ortopedia apripista del rilancio di San Giovanni Bianco

Passa dall’Ortopedia la prima concreta applicazione della riforma per l’ASST Papa Giovanni XXIII: la sinergia fra le Unità dell’ospedale di Bergamo e quella di San Giovanni Bianco consentirà di tagliare le liste d’attesa e valorizzare al meglio le professionalità e gli spazi del Civile. “Incontrando gli amministratori della Valle Brembana è emersa con forza la richiesta di riportare l’ospedale di San Giovanni Bianco a esprimere tutte le sue potenzialità – ricorda Fabio Pezzoli, direttore sanitario dell’ASST Papa Giovanni -. Stimavamo che sarebbero serviti sei mesi, ma il lavoro fatto da gennaio a oggi con i miei collaboratori ci consente di avviare già alcune opportunità”. Nelle tre sale operatorie del Civile dall’8 marzo saranno presenti ortopedici di entrambe le strutture, così come all’HPG23 potranno operare colleghi di San Giovanni Bianco. Una sinergia che assicurerà 10 interventi ortopedici in più la settimana, portando le sale dedicate alla chirurgia in elezione, e quindi non urgente, da 10 a 13 . Si partirà con interventi minori, quelli che consentono ai pazienti di tornare a casa il giorno stesso. L’ordine di chiamata continuerà a seguire la lista stilata in base a criteri clinici: “Si crea di fatto un’unica lista d’attesa – spiega il direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza Claudio Castelli – . Se i pazienti che provengono dalla Bassa o da altre province potrebbero avere qualche controindicazione, per la città, l’hinterland e l’area a nord ovest della provincia la distanza non è affatto proibitiva”.

Le prime telefonate dal Papa Giovanni per proporre l’intervento al Civile stanno avendo per lo più risposte positive. Salvo poche eccezioni, da parte di chi non possiede un mezzo proprio, i pazienti in lista d’attesa per interventi ai piedi, alla mano e al ginocchio si presenteranno all’Ospedale civile in Val Brembana. La sperimentazione consentirà di integrare procedure e standard delle due strutture ospedaliere, ma anche di testare il gradimento dei cittadini. Sottolinea Carlo Nicora, direttore generale dell’ASST: “Fare qualche chilometro in più può non significare molto per il singolo, ma può decidere del futuro della Valle e della sostenibilità dell’intero sistema sanitario: non possiamo sprecare professionisti e strutture che possono e debbono contribuire a dare risposte di qualità ed efficienza ai cittadini”.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74640
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi pluto » sabato 2 aprile 2016, 8:30

e dopo aver chiesto e ottenuto l'afferimento a Bergamo, come se fosse la soluzione, questo è il risultato....l'HPG23 non vuol sputtanarsi con la qualità dei servizi di SGB, ne ha già di suoi di problemi...

da ecodibergamo.it

TROPPI TAGLI, OSPEDALE A RISCHIO» PREOCCUPAZIONE IN VAL BREMBANA

Delusione, preoccupazione, rabbia. È il clima che si respira all’ospedale di San Giovanni Bianco dopo gli ennesimi tagli ai servizi.
Tagli che sono partiti venerdì 1° aprile, in pediatria e ortopedia, mentre da metà mese è prevista la riduzione del servizio di radiologia. Nel reparto di pediatria sono rimasti solo due medici, di notte non c’è alcun pediatra reperibile: la struttura resta quindi aperta dalle 8 alle 16,30, poi chiude, con l’impossibilità di effettuare ricoveri; sabato e domenica è aperta solo fino alle 14. L’ortopedico non è più reperibile di notte, dalle 20 alle 8, il sabato e la domenica a partire dalle 18. Riduzione di servizi che rischia di mettere in crisi soprattutto il pronto soccorso. Nei giorni scorsi il responsabile si era dimesso. Dimissioni però respinte dall’Azienda fino all’eventuale nuova nomina del sostituto.
«L’auspicio era quello del potenziamento - dice un medico - non della riduzione dei servizi.
Bergamo è sovraffollata di interventi chirurgici, perché qualcuno non viene dirottato a San Giovanni Bianco? Così si potrebbe fare per ginecologia, ma anche per pediatria. A forza di togliere e abbassare i numeri l’ospedale rischia». La parlamentare Elena Carnevali e il consigliere regionale Angelo Capelli: «Servono investimenti».


...la maggior parte dei malati della valle se ne va in altri ospedali perchè non si fida di San Giovanni e si propone di deportarli proprio a San Giovanni?...proposta indecente..
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi elio.biava » domenica 3 aprile 2016, 9:21

La coperta è corta, non arriva da nessuna parte! Inutile cercare di parare il colpo con annunci mediatici di miglioramenti... a_34
Le prestazioni si riducono continuamente ed i medici travasano preferibilmente il loro lavoro nelle cliniche private.
Parlare di prenotazioni, come se si potesse decidere, è irreale, le prenotazioni sono appositamente deferite di mesi o anni.
Se però si contatta la clinica privata in settimana si fa subito, pensa te che caso! a_6
E la chiamiamo ancora Sanità Pubblica !?! a_111 ( Si, con interessi privati! a_39 )
Ultima modifica di elio.biava il domenica 3 aprile 2016, 22:29, modificato 1 volta in totale.
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 2858
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi Subiot » domenica 3 aprile 2016, 9:52

Dall'edizione on-line dell'Eco di Bergamo

Valpredina, confermati i fondi
Il centro che cura gli animali è salvo
Cenate Sopra, il Centro recupero animali selvatici (Cras) del Wwf a Valpredina rischiava di chiudere. Approvata la delibera in Regione che conferma i finanziamenti per andare avanti.

Mercoledì 30 marzo la Giunta del Pirellone «a seguito del trasferimento, in capo a Regione Lombardia, delle funzioni delegate alle Province in materia di agricoltura, foreste, caccia e pesca» ha approvato «le modalità di gestione di alcuni procedimenti amministrativi a decorrere dal 1 aprile 2016» assumendosi così l’impegno di assicurare al Cras di Valpredina il finanziamento annuale necessario per continuare ad operare. Anzi, sembra che il contributo possa anche aumentare, passando dai 25 mila euro che erano garantiti dalla Provincia di Bergamo ai 34 mila euro annunciati da Regione Lombardia. L’aumento del contributo è legato alla ripartizione delle zone di competenza: al Centro recupero animali selvatici arriveranno tutti gli animali di metà provincia bresciana. Senza il contributo provinciale e senza l’intervento della Regione, il destino del Cras di Valpredina era segnato: una lenta e progressiva dismissione fino alla completa chiusura.


Siamo alla follia pura: i soldi per curare le persone non si trovano mentre i soldi per curare gli animali si trovano !!

E faccio notare un'altra cosa: a margine dell'articolo troviamo 7 commenti positivi all'inizaitiva ed uno contrario.
Ne sono sempre più convinto: viviamo in un mondo dove i valori di una volta sono stati ribaltati !!
Molto più semplicemente viviamo in un mondo all'incontrario ....
a_14 a_14
Ultima modifica di Subiot il domenica 3 aprile 2016, 9:56, modificato 1 volta in totale.
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1166
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 12:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

Re: Ospedale San Giovanni Bianco

Messaggiodi Subiot » domenica 3 aprile 2016, 9:55

San Giovanni Bianco, tagli all’ospedale:
Loris rimbalzato in città con l’appendicite

Forti dolori alla pancia, la corsa in ospedale e la risposta dei dottori: qui a San Giovanni Bianco ora è possibile fare solo una visita e il prelievo del sangue. Per tutto il resto rivolgersi all’ospedale Papa Giovanni XXIIII, dove hanno dovuto correre Ivan Micheli e il figlio Loris.

Tutti i sintomi accusati dal bimbo di 8 anni facevano pensare a un’appendicite. E infatti tale si è rivelata. Loris è il primo paziente ad aver fatto i conti con il piano di riorganizzazione dell’ospedale di San Giovanni Bianco. Proprio dal 1° aprile qui è scattato il cambio di registro, al ribasso: nessun radiologo né ortopedico reperibile di notte cioè dalle 20 alle 8, il sabato e la domenica a partire dalle 18. Di notte assente pure il pediatra, con il reparto chiuso dalle 16,30 (sabato e domenica aperto solo fino alle 14).

Per di più, venerdì notte nella struttura era presente un solo chirurgo: di interventi non se ne potevano fare. Così, con la pediatria chiusa e l’impossibilità, se si fosse manifestata l’urgenza di operare il bambino, di aprire la sala operatoria, i sanitari che al Pronto soccorso di San Giovanni Bianco hanno accolto i Micheli, da subito hanno prospettato loro il trasferimento al Papa Giovanni XXIII.


Chapeau !!! (nel senso che, purtroppo,puntuali e come previsto, sono arrivati i primi disagi .....)
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1166
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 12:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

PrecedenteProssimo

Torna a Comuni della Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron