Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Eventi e Manifestazioni, trekking agonistico, skyrunner, corse in montagna in Valle Brembana e sulle Alpi e Prealpi Orobie

Moderatore: Rugetor

Tista, che record, 19.100 chilometri in barba ai 70 anni

Messaggiodi IW2LBR » martedì 30 ottobre 2012, 8:16

da L'Eco di Bergamo di Laura Arnoldi

Tista, che record, 19.100 chilometri in barba ai 70 anni

Per il Tista è record: ieri mattina a Gorle, avvolto nel Tricolore e sotto una pioggia battente, ha tagliato il traguardo con 19.100 chilometri nelle gambe percorsi in 239 giorni. Ad accompagnarlo negli ultimi otto chilometri della tappa di ieri, gli atleti dell'Unione sportiva sedrinese, mentre ad accoglierlo nella sede della Edilmac dell'amico Mario Maccabelli, c'erano parenti ed amici. Il recordman 70enne di Sedrina, Battista Marchesi, ha voluto percorrere gli ultimi metri con in braccio uno dei nipotini. Visibilmente emozionato non ha parlato, solo stretto in un abbraccio la moglie Bruna arrivata con un mazzo di fiori. «Speriamo che ora metta la testa a posto» ha detto con un sorriso, sapendo che sarà difficile tenere fermo un uomo che da anni si dedica a imprese sportive davvero uniche. Dopo il primato del Giro delle Orobie, gli oltre 4.000 chilometri a piedi da Sedrina a Capo Nord, il «coast to coast» da Miami a Portland del 2006 per un totale di 5.500 chilometri e un «Giro d'Italia» nel 2007, finalmente il record inseguito a lungo. Ci aveva provato altre tre volte, interrotti per un infortunio, un incidente a Montisola e addirittura un'aggressione per rubargli il gps.

Non solo la pioggia ha bagnato il runner, ma anche le bollicine stappate all'arrivo, ovviamente rigorosamente italiane, che hanno sancito simbolicamente la «sconfitta» di quel Serge Girard che deteneva il record fino a ieri, con 19.097 chilometri percorsi in 262 giorni tra il 2005 e il 2006. Particolare non secondario, il francese aveva allora 45 anni. «Non è stato sempre facile – ha commentato Marchesi emozionato –, ringrazio innanzitutto la mia famiglia, i figli, i nipoti, in particolare mia moglie. Si dice che dietro a una grande impresa ci sia una grande donna, nel mio caso dietro a una grande donna c'è un piccolo uomo». Tista ha ringraziato anche gli sponsor e i professionisti che l'hanno assistito. Un ricordo anche agli amici scomparsi, Mario Merelli e Gianni Carminati. E non finisce qui: «Abbiamo intenzione di dare vita a un'associazione che raccolga fondi a favore di persone disabili o in difficoltà». Il Tista di sicuro ce la farà.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74640
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:09

Rugetor ha scritto:Si è conclusa oggi l'eroica impresa di Battista Machesi a_24 a_24 a_24 a_24 a_24 a_24 a_24 a_24 a_24

La sua forza interiore e la umiltà sono state una grande lezione di vita per tutti noi a_2 a_2 a_2


E' trascorso un mese dalla conclusione del lungo viaggio ... ecco l'ultimo articolo di Diavolo Rosso e qualche immagine dell'indimenticabile giornata


Racconto N.34 - Battista Marchesi - 19100 km no stop - Gorle di Bergamo domenica 28 ottobre 2012.


Al traguardo dopo 19.200 chilometri in 239 giorni

Una ventina di audaci e temerari podisti incuranti della pioggia battente scatenatasi questa mattina, non ha voluto rinunciare a percorrere gli ultimi 8 chilometri sulle strade di Alzano, Ranica Torre Boldone e Gorle per essere vicini al loro grande amico e atleta, Battista Marchesi, che oggi sul piazzale della Edilmac in località Gorle ha concluso il suo viaggio. Un viaggio durato 239 giorni durante il quale ha percorso19.200 chilometri, ad una media di 80 chilometri al giorno.

Il gruppone con il sedrinese in testa, scortato da un motociclista e da due macchine di servizio, ha creato evidente curiosità sia fra la gente per strada sia fra i conducenti delle vetture che agli incroci e ai semafori non hanno mostrato insofferenza alcuna, anzi, hanno pazientato nonostante la loro perplessità.
Di pazienza ne ha avuta anche il teleoperatore di Tele Boario che, seguendo la manifestazione si è sorbito il forte acquazzone senza lamentarsi mai.
Nell'ultimo tratto una simpatica trovata: la squadra ciclistica tanto cara al nostro Tista, ha mollato tutte le bici per correre insieme al loro Batista.
Il percorso è stata tutta una attrazione: interviste al volo, slogan urlati dagli amici agli incroci, sembrava fossero usciti tutti da una gran festa. E dell'acqua che scendeva nessuno se ne accorgeva.

Alla fine il momento tanto atteso: Otto cento metri all'arrivo. Tista però, una cosa ancora vuole fare. Ferma il gruppo e chiama il suo amico: “Angelo! Angelo! Vieni qui”. Angelo Possessi non si fa ripetere l'invito. Si abbracciano, si stringono forte, tutt'intorno un gran silenzio, solo un attimo, ma molto commovente. Angelo, atleta rognese ottantunenne, da tanto tempo aspettava questo momento. Quante volte ha incontrato il suo Batista, e sempre gli diceva: “Dai coraggio, non ti demoralizzare, vai avanti che ce la puoi fare.

Si riparte, si sentono rumori, la gente che acclama a gran voce. Che importa se la pioggia cade ancora, tanto il pubblico presente l’acqua non la sente. Vuole solo salutare il Batista arrivato dopo 239 giorni con 19.200 chilometri alle spalle. Un grande risultato: battere il record di Serge Girard, il francese che corse la Parigi - Tokyo in 260 giorni per 19.097 chilometri.

Scatti di macchine fotografiche, urla di gioia da parte dei presenti e dei parenti. Ha pianto quando ha stretto la sua Bruna, i suoi figli Roby Filippo e i nipotini. Non sapeva più dove voltarsi, ma non per questo ha perso la sua lucidità. Ha parlato con chiunque, tutti volevano sapere. Le interviste si sono messe in coda, per dare retta a tutti nemmeno si è cambiato, anche se era tutto bagnato. Non dimentichiamo che lui è abituato.
Fare il pieno di tanti complimenti per lui è stato un vero godimento, ha capito che tutto questo è stato meritato. Non è da tutti festeggiare i settant'anni in questo modo, lui lo ha fatto, gli è andata molto bene. E' stata lunga - dice Tista - dopo tre tentativi andati a vuoto il quarto finalmente l'ho centrato.
Il merito non è soltanto mio – rimarca con passione il campione - devo tutto a mia moglie Bruna che con pazienza ha atteso il mio ritorno e pure i figli mi hanno detto sempre: “Papà vai pure avanti, stavolta è la volta buona”. Ha continuato a ringraziare, ha ringraziato tutti quelli che lo hanno aiutato. Non si rende ancora conto che il suo sogno si è avverato anche se a volte è stato difficile sognare.

Il segreto svelato

Finalmente svela il suo segreto che da mesi gelosamente custodiva al microfono per amplificare la sua voce. “Ho fatto tutto questo per un record, ma la motivazione più profonda è un'altra. Sin da quel quattro marzo mi sono sempre detto:”Se ce la farò ad arrivare, i quattro soldi che riuscirò a racimolare, saranno devoluti ad una fondazione, saranno soldi per chi ha bisogno nel mondo degli handicappati. Questo è il pensiero che mi ha sempre sostenuto. La domanda finale era scontata: “Carissimo Marchesi, a quando la prossima...”?
Lui sorride non risponde, guarda felice la moglie Bruna. Anche lei non dice una parola, sorride solamente. Non cerchiamo di sapere, ognuno pensi ciò che vuole, per adesso su questa storia è Tista che scrive la parola “F.i.n.e”.

Vitaliano Grassi - alias - Diavolo Rosso.
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:12

Alzano Lombardo ... manca mezz'ora alla partenza, ci ripariamo dall' acquazzone sotto una pensilina a_8 a_8 a_8

Immagine
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:14

Foto ricordo con la squadra ciclistica a_18

Immagine
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:19

Lungo il tracciato da Alzano Lombardo a Ranica ... Battista ripreso durante l'intervista di Teo Mangione per Radio Alta

Immagine

(Foto Tarci)
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:20

Ranica - pochi metri all'arrivo

Immagine

(Foto Tarci)
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:21

Immagine

(Foto Manuel Belli)
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:25

“Angelo! Angelo! Vieni qui”. Angelo Possessi non si fa ripetere l'invito. Si abbracciano, si stringono forte ..

Immagine
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

Re: Battista Marchesi e il suo lungo viaggio di 19100 km

Messaggiodi Rugetor » mercoledì 28 novembre 2012, 23:28

Battista ha appena tagliato il traguardo, l'emozione è grande ... come la sua avventura a_21 a_21 a_21

Immagine

(Foto Manuel Belli)
Moderatore Forum
Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere - (Bertolt Brecht)
Avatar utente
Rugetor
 
Messaggi: 7551
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 18:07
Località: Poscante - Zogno (BG) m. 470 s.l.m.

PrecedenteProssimo

Torna a Corse, gare di skyrunner Valle Brembana - Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite