IL SOGNO BREMBANO: in un libro come eravamo 100 anni fa

Segnalazioni e ricerche storiche in Valle Brembana..

Moderatore: claudio valce

IL SOGNO BREMBANO: in un libro come eravamo 100 anni fa

Messaggiodi brembanus » martedì 3 ottobre 2006, 17:01

Il prossimo 10 novembre, alle ore 20,30 al Casinò di San Pellegrino Terme, verrà presentato il volume IL SOGNO BREMBANO. Industrializzazione e progresso sociale nella Valle Brembana del primo Novecento.

Immagine

L’opera, assai corposa (ben 550 pagine), è stata curata, in occasione dei cento anni dell’arrivo della ferrovia in Valle, dal Centro Storico Culturale Valle Brembana, l'associazione sorta per promuovere la conoscenza della storia e della cultura vallare.

Il volume, realizzato a più mani (oltre una ventina tra redattori dei testi e curatori della documentazione fotografica) illustra tutti gli aspetti della vita della nostra Valle nei primi 15 anni del Novecento: anni che furono fondamentali per lo sviluppo economico e sociale e che diedero vita a realizzazioni straordinarie e in buona parte ancora oggi insuperate.
L’arrivo della ferrovia, l’avvio di importanti iniziative industriali nei principali paesi del fondovalle, la nascita di infrastrutture primarie, il boom del termalismo e del turismo d’élite a San Pellegrino Terme, l’affermarsi di una nuova coscienza sociale furono i fattori determinanti di quel “miracolo” brembano destinato ad influenzare tutto il resto del secolo.
Furono anni di grande fermento che seppero dare alla Valle un volto nuovo e al passo con i tempi.

Il primo conflitto mondiale, la crisi del periodo fascista e alcune discutibili scelte del secondo dopoguerra vanificarono in parte le grandi acquisizioni di inizio secolo, senza tuttavia stravolgere l’impianto su cui si basa ancora gran parte della vita economica di oggi.

Il volume propone quattro filoni di indagine: la storia della ferrovia; lo sviluppo industriale e tecnologico; il boom del turismo e del termalismo di San Pellegrino; la vita quotidiana. Il tutto corredato da decine di fotografie d’epoca, quasi tutte inedite, molte delle quali realizzate dal grande fotografo Eugenio Goglio.
brembanus
 

Messaggiodi bachetu » venerdì 27 ottobre 2006, 17:37

“IL SOGNO BREMBANO”

I primi quindici anni del Novecento furono fondamentali per lo sviluppo economico e sociale della Valle Brembana. La costruzione delle prime centrali elettriche, l’arrivo della ferrovia nel 1906, l’avvio di importanti iniziative industriali nei paesi del fondovalle (Manifattura di Zogno, San Pellegrino, Bracca, Cartiera Cima), il bo-om del termalismo e del turismo d’elite a San Pellegrino segnano un vero e proprio passaggio d’epoca. La nostra valle esce da uno stato di profonda arretratezza che aveva segnato gli ultimi decenni dell’Ottocento e vive il suo miracolo economico e sociale che le consente di uscire dall’isolamento geografico e di rapportarsi a pieno titolo alla realtà provinciale e lombarda dell’epoca.
Furono anni di grande fermento, di repentine innovazioni, anni che per quanto non privi di limiti e contraddizioni, diedero alla Valle un volto nuovo e al passo coi tempi.

Bene ha fatto dunque il Centro Storico Culturale Valle Brembana (che già conosciamo per la fortunata serie di Quaderni Brembani pubblicati ogni fine anno) a puntare la sua attenzione su questo cruciale periodo della nostra storia e a farci dono di questo libro.

Il volume è stato scritto a più mani dai soci del Centro Storico, organizzato in mo-nografie che analizzano questo periodo storico nei suoi molteplici momenti e a-spetti: la Ferrovia Valle Brembana, lo sviluppo idroelettrico e industriale, la realtà rurale, il contesto sociale, l’emigrazione, l’età della Belle époque e del liberty a San Pellegrino, le vicende politiche ed anche la vita quotidiana, le feste, i passatempi, i piccoli e grandi fatti di cronaca. Un affresco che restituisce a colori vivi un mo-mento storico che ha dato vita ad un modello sociale ed economico che avrebbe poi caratterizzato gran parte del Novecento brembano.

Oggi quel modello è ormai superato: la ferrovia è stata da tempo cancellata, l’industria vive momenti assai diffi-cili, San Pellegrino è considerata ormai una vecchia signora decaduta, il turismo langue. Ma un nuovo modello di sviluppo ancora non è stato individuato e di qui una situazione di stallo dove l’avvenire appare denso di incognite. Di qui dunque l’importanza di una riflessione su come la valle un secolo fa abbia saputo crescere e svilupparsi. Naturalmente non perché basti copiare dal passato, là dove la realtà d’oggi è completamente diversa. Ma perché ci si metta in grado di ritrovare nuove motivazioni, di creare sinergie, di mobilitare la società, di individuare le vere voca-zioni della nostra gente e valorizzare le grandi risorse del nostro territorio.

Un recupero insomma della nostra storia per guardare con rinnovata fiducia al futuro, secondo quel principio riaffermato nell’introduzione del libro da mons. Giulio Gabanelli per cui “senza passato non c’è avvenire”.
Si tratta dunque di un libro che non dovrebbe mancare in nessuna biblioteca (vorremmo quasi dire in nessuna casa) della Valle Brembana, perché testimonianza unica e preziosa di un momento storico per molti versi esaltante, irripetibile della nostra storia.

E del resto, il volume, presentato venerdì 10 novembre presso il Casinò Municipale di San Pellegrino Terme, ha subito riscosso un notevole successo. Un ringraziamento dunque al Centro Storico Culturale Valle Brembana e agli autori del libro e un invito a tutti, ma ai giovani in particolare, a leggerlo. E a farne tesoro.
bachetu
 

Messaggiodi president » venerdì 15 dicembre 2006, 20:52

un plauso agli ideatori e autori, la prima impressione è stata buona ora lascio spazio al contenuto...le dimensioni ciclopiche promettono bene


BRAVI president
president
 


Torna a Cultura e Storia Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron