Cani randagi in Valle Brembana

Le numerose specie di animali selvatici nelle Alpi Prealpi Orobie e specificatamente in Valle Brembana

Moderatore: IW2LBR

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi pluto » sabato 1 giugno 2013, 10:14

siamo certi che i responsabili non siano per lo più i cinghiali??? a questo come fa a mangiare un daino a_19

[youtube]XF5MJEuxbUA[/youtube]

[youtube]ZLBWYzgiU-M[/youtube]
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi nick84 » sabato 1 giugno 2013, 12:23

solo una precisazione. 1 cane non dev'essere grosso come un capriolo per causarne la morte. Un cagnolino del tipo "ma non fa male a nessuno" può sfinire un capriolo con inseguimenti che durano ore oppure facendo volare il capriolo giù da un dirupo.
Le immagini messe da Subiot fanno male... mio padre ha trovato un capriolo in un laccio in zona Vedeseta e dopo aver chiamato le guardie il capriolo è morto.
Sono anzi siamo (io e mio padre) cacciatori ma certe cose fatichiamo a vederle.
Servirebbe un servizio di contenimento randagi.. brutto da dire...politicamente scorretto....ma secondo me utile.
saluti
NK
nick84
 
Messaggi: 173
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2011, 17:44
Località: San Giovanni Bianco

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi indifranck » sabato 1 giugno 2013, 13:04

Sono responsabile di un centro assistenza fauna selvatica e vi posso assicurare che la piaga dei cani vaganti che aggrediscono fauna selvatica è molto grave. A noi arrivano molti animali, specialmente caprioli, feriti o anche solo sfiniti dall'inseguimento di cani che muoiono dopo le classiche 48 ore a causa della miopatia da sforzo. Ne arrivano ogni settimana e quando avremo i dati dell'anno pubblicheremo un articolo. Molti riescono a scappare ma muoiono poi in un lasso di tempo che varia dalle 24 ore ai 20 GIORNI dopo l'inseguimento. Come si diceva non serve che il cane sia in grado di abbattere il capriolo, basta che lo insegua per qualche ora. Oltre alla miopatia da stress e alle frite da morso abbiamo anche i diroccamenti e le cadute nel tentativo di fuggire. Non solo i caprioli sono vittima di questi cani vaganti (non sono randagi ma cani di proprietà liberi di girare) ma anche cervi che sono più resistenti ma diroccano più facilmente, e anche capre e pecore e ultimamente anche un puledro.

X pluto: è molto probabile che la carcassa venga ripulita da molti necrofagi tra cui certamente il cinghiale che però non sono la causa della morte.
indifranck
 
Messaggi: 54
Iscritto il: lunedì 18 marzo 2013, 17:57

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi pluto » domenica 2 giugno 2013, 6:46

Io guardo le foto e se si mettono quelle cosi' forti e mi si dice mangiati dai cani io dico più probabile mangiati dai cinghiali...sbaglio?
Alcune domande agli esperti
I cinghiali inseguono i caprioli?
I cani dei cacciatori a volte integuono i caprioli?
Basta un inseguimento breve di un cane di un cacciatore per far diroccare un capriolo?
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi indifranck » domenica 2 giugno 2013, 8:25

No no, secondo me è molto probabile che i cinghiali siano i consumatori delle carcasse (con la volpe) ma un conto e dire consumatori e un conto è dire predatori, cioè parlare di una azione attiva di caccia.

I cinghiali non inseguono i caprioli per cibarsene, magari li scacciano da un area di pastura ma non li inseguono. Diverso il discorso se il cinghiale trova un piccolo acquattato nell'erba, è facile che se ne cibi.

Si, purtroppo il problema maggiore sono i cani da caccia (che siano di un cacciatore o della sciura maria), che inseguono caprioli e cervi

Per far diroccare un capriolo non serve un inseguimento lungo, per farlo morire di arresto cardiaco o di miopatia da sforzo si, l'inseguimento deve essere protratto.

Spero di averti aiutato
indifranck
 
Messaggi: 54
Iscritto il: lunedì 18 marzo 2013, 17:57

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi elio.biava » domenica 2 giugno 2013, 8:44

pluto ha scritto:...I cani dei cacciatori a volte integuono i caprioli? Basta un inseguimento breve di un cane di un cacciatore per far diroccare un capriolo?

Capita spesso, ma molto spesso che i cacciatori alla selvaggina stanziale perdano i cani che inseguono gli ungulati. Ricordo due casi: un setter che prese la pista del cervo ai Foldoni di Poscante e fu ritrovato dopo una settimana a Redona BG. L'altro capitato ad una squadra di cacciatori di lepri che un loro segugio non fu più ritrovato. Questo argomento credo che sia più da attribuire ad una scarsa vigilanza della polizia locale e provinciale, istituire regole senza l'adeguato controllo da' proprio l'impressione di voler solo riscuotere gabelle. Io son favorevole alla caccia agli ungulati (che è vietata), ma non è che tali animali sono dei cacciatori, loro si accontentino di usufruire di un'escamotage-privilegio (caccia di selezione) ricevuto su pagamento.

I cavriöi iè söla tèra del Signur ! a_14
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3153
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 10:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi Subiot » domenica 2 giugno 2013, 21:20

Dunque, vediamo di mettere un po' d'ordine......

Pluto scrive :
siamo certi che i responsabili non siano per lo più i cinghiali??? a questo come fa a mangiare un daino


Secondo la letteratura ufficiale un cinghiale non attacca un capriolo adulto
Può succedere che se un cinghiale trova un piccolo, con pochi giorni di vita, se lo pappi tranquillamente, ma si tratta di casi rari ....
Ho personalmente accertato che nell'entoterra ligure ci sono le piu alte densità d'Europa di Caprioli e Cinghiali, che vivono nelle stesse plaghe boscose, ma nessuno ha mai trovato caprioli predati da cinghiali e il fenomeno non è conosciuto

Nick84 ha scritto
mio padre ha trovato un capriolo in un laccio in zona Vedeseta e dopo aver chiamato le guardie il capriolo è morto.
Sono anzi siamo (io e mio padre) cacciatori ma certe cose fatichiamo a vederle.
Servirebbe un servizio di contenimento randagi.. brutto da dire...politicamente scorretto....ma secondo me utile.


Faccio i complimenti a Tuo padre perchè ... non ha girato la testa dall'altra parte e ha denunciato il fatto che citi.
Parli di servizio "contenimento" randagi?
In Italia, con la legislazioner attuale, non è possibile fare quello che ipotizzi ....
Nell'Europa dell'Est invece, dove la selvaggina è di colui che ha la proprietà del fondo, e un Capriolo, ma anche una lepre o un fagiano, costituiscono un bene da reddito, il problema l'hanno risolto in maniera molto pragmatica: qualsiasi cane che viene sorpreso fuori dai centri abitati viene "soppresso" all'istante.

Pluto riscrive nuovamente
I cinghiali inseguono i caprioli?
I cani dei cacciatori a volte integuono i caprioli?
Basta un inseguimento breve di un cane di un cacciatore per far diroccare un capriolo?


Risposta a domanda 1: vedi sopra
Risposta a domanda 2: si, i cani dei cacciatori inseguono i caprioli, ma nella generalità dei casi se il cane è troppo "accapriolato" non viene piu utilizzato o si adottano correttivi di una certa importanza. I cani dei cacciatori non sono un grosso problema ne è prova il fatto che nei mesi di Ottobre/Novembre/Dicembre, quando i boschi della Bassa Valle Brembana vengono battuti tutti i giorni da cani di cacciatori, non si trovano caprioli morti. Quanto affermo è un dato statistico verificabile e non un opinione
Risposta a domanda 3: secondo me no...
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1234
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 11:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi Subiot » domenica 2 giugno 2013, 21:52

Giusto per rimanere in tema ... ecco quello che è "saltato fuori" dalle trappole fotografiche nell'ultimo mese in un unico punto di monitoraggio

Questo è un capriolo che girava nell'area di ripresa della fototrappola da alcuni minuti
Ad un certo punto guarda a destra con attenzione, come mai?

Immagine
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1234
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 11:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

Re: Cani randagi in Valle Brembana

Messaggiodi Subiot » domenica 2 giugno 2013, 21:54

La risposta arriva un paio di mnuti dopo ...
A destra si vede un labrador che è sulla pista ..... a_35 a_35 a_35

Immagine
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1234
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 11:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

PrecedenteProssimo

Torna a Fauna Selvatica Alpi Prealpi Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite