Convegni e serate sulla Fauna delle Alpi e Prealpi Orobie

Le numerose specie di animali selvatici nelle Alpi Prealpi Orobie e specificatamente in Valle Brembana

Moderatore: IW2LBR

Convegni e serate sulla Fauna delle Alpi e Prealpi Orobie

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 29 luglio 2011, 22:06

Comprensorio Alpino di caccia Valle Brembana in collaborazione con
Parco delle Orobie Bergamasche e Università degli studi di Pavia


Cani e fauna selvatica una convivenza possibile

Giovedì 4 agosto, ore 20.30, biblioteca di Serina
Relatrice: dott.ssa Chiara Crotti

si ringrazia per la collaborazione Silvano Sonzogni in qualità di fototrappolatore
Ingresso gratuito


Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75851
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Convegni e serate sulla Fauna delle Alpi e Prealpi Orobi

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 12 marzo 2015, 11:18

da Bergamo NEWS

Recupero fauna selvatica: 919 gli animali salvati nel 2014 in Bergamasca

Anche quest’anno il Corpo di Polizia provinciale di Bergamo tira le somme sull’attività svolta per soccorrere la fauna in difficoltà: i numeri del rapporto 2014 indicano ancora una volta un’attività in crescita, merito soprattutto delle numerose segnalazioni dei cittadini. “La crescente sensibilità dei bergamaschi sulla salute degli animali è un dato positivo, ed è prima di tutto grazie a loro se è stato possibile salvare e rimettere in libertà tanti esemplari – afferma il presidente Matteo Rossi –. Un sentito grazie va poi a chi lavora giorno e notte per rispondere alle chiamate: tutto il personale del Corpo di Polizia provinciale e le associazioni di volontariato che collaborano con noi per questo importante servizio”. “La professionalità del personale e la collaborazione efficace con le associazioni hanno permesso di realizzare 919 interventi, di cui larga parte si sono conclusi con la liberazione degli animali o il loro affidamento a centri di recupero – afferma Mauro Bonomelli, consigliere delegato alla Polizia provinciale – il dato, seppure in leggera flessione rispetto al 2013, conferma l’andamento di costante crescita dei recuperi negli ultimi anni”.

Un aumento dell’attività a cui la Provincia fa fronte nonostante la diminuzione delle risorse, sia in termini di fondi che di personale, e che ha reso indispensabile una riorganizzazione del servizio: “Da un lato si è cercato il coinvolgimento delle Associazioni di volontariato, stipulando protocolli operativi per far sì che potessero collaborare con noi – spiega il comandante del Corpo di Polizia provinciale Alberto Cigliano – dall’altro sono stati individuati criteri di priorità nella gestione delle chiamate basati sulle caratteristiche di ciascuna specie”.

Alcuni dati
Sul totale di 919 animali recuperati, 520 sono mammiferi, 399 uccelli. Anche per il 2014 il picco di attività si è avuto tra la fine primavera e l’inizio dell’estate, nel periodo della nascita e dello svezzamento dei cuccioli; Come principale destinazione degli animali recuperati si conferma il Centro Recupero degli Animali Selvatici - Cras di Valpredina, che ha ospitato 449 esemplari; 335 gli ungulati recuperati tra caprioli, la maggioranza con 262, e in ordine decrescente: cervi, camoscio, stambecchi, cinghiali, mufloni, daini.
185 mammiferi di altre specie tra cui in ordine decrescente: volpe, riccio, tasso, pipistrello, coniglio selvatico, lepre comune, minilepre, scoiattolo, faina, nutria; per la prima volta è stato recuperato anche un moscardino. Dei 399 uccelli recuperati, 281 sono di specie non cacciabili, di cui 161 di specie protette e 120 di particolarmente protette. Di questi ultimi 43 sono rapaci notturni, 63 rapaci diurni e 14 appartenenti ad altre specie. Il Comune interessato dal maggior numero di interventi è stata la città di Bergamo, con 92 uccelli soccorsi.

Gli incidenti stradali con fauna selvatica rilevati sono stati 38, in calo rispetto ai 49 del 2013. Gli animali coinvolti sono stati soprattutto caprioli (16) e cervi (15). Si ricorda che la Regione Lombardia ha stipulato una polizza assicurativa per la copertura dei danni subiti dai veicoli e per i conseguenti danni alla persona a seguito di collisione con fauna selvatica; la richiesta di risarcimento del danno va presentata alla Regione; sul sito della Provincia si possono trovare ulteriori indicazioni e la modulistica necessaria: http://www.provincia.bergamo.it/ProvBgS ... ageProce... Infine si ricorda la campagna promossa dalla Provincia “Non siamo abbandonati” che invita a non toccare e non raccogliere eventuali cuccioli di mammiferi o uccelli che può capitare di trovare in apparente stato di abbandono. I genitori invece sono certamente nelle vicinanze e attendono che l’uomo si allontani per tornare dai loro cuccioli, per cui è importante allontanarsi il più velocemente possibile.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75851
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)


Torna a Fauna Selvatica Alpi Prealpi Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite