Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Le numerose specie di animali selvatici nelle Alpi Prealpi Orobie e specificatamente in Valle Brembana

Moderatore: IW2LBR

L'incubo Lupi in alpeggio Piemontese

Messaggiodi IW2LBR » mercoledì 12 settembre 2012, 11:32

tratto dal sito Ruralpini di Michele Corti

L'incubo Lupi in alpeggio Piemontese

[youtube]5bBsSaSpnac[/youtube]
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74310
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi Lele93 » lunedì 10 giugno 2013, 15:31

Conosco un cacciatore che opera nell'Appennino Tosco-Emiliano, e mi sembra da quello che mi racconta, che in Appennino il lupi non diano tutti questi problemi. E di certo lui non è un Verde di parte...
Lele93
 

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 25 settembre 2015, 9:39

Storie di cani lupo o cani semirandagi in un area selvaggia....

di Mario Lazzaroni

Menna Ortighera Parina è un gruppo montuoso boscato con pascoli solo altre i 1500 mt.

In Ortighera nessuna strada di arroccamento, salvo Mattuida-Cassinetto di Menna da Oltre il Colle, Solo 2 elettrodotti e sorvolo giornaliero in alta quota di aerei di linea e elicotteri per lavoro aereo a supporto ai cacciatori per rifornimenti stagionali a capanni e alpeggi e per spostamenti di attrezzature telefoniche e recupero di cervi in periodo di caccia. Da decenni nessun taglio di legname oltre i 1000 mt. Da tempo la zona è destinate a riserva integrale SIC – ZPS dai diversi piani ambientalistici e dai piani Parco Orobie , si è inselvatichita senza parlare di abbandono, ma di ritorno a un ambiente di “ climax naturale”

La zona della Val Parina dorsale Monte Arera, Menna e Ortighera è un areale di almeno 5 km quadrati non raggiunti da strade e senza abitazioni, solo alcuni capanni di caccia , e 4 stalle per alpeggio estivo oltre i 1400 mt di altitudine e rifugi nella zon alta dell’Arera. Zona estiva per pastori di pecore, capre e asini allo stato semi brado. La zona nei suoi aspetti zoologici sulla selvaggina monitorata dai cacciatori divisi in varie categorie, capannisti, roccolatori, ungulatisti, pennaioli, con regole operative sul territorio spesso autonome e il monitoraggio dei guardiacaccia provinciali . Una veduta in Google rende bene l’idea del comprensorio e della selvaticità. Passaggi di escursionisti saltuari, fungaioli e foto alpinisti e botanici occasionali. Questa zona l’ho frequentata per 20 anni occupando per rifugio diversi capanni di caccia e alpeggio. Le segnalazioni di cani inselvatichiti e cani da pastore in parziale libertà sono sempre state tante. Potrei raccontare una decina di casi di osservazioni con più osservatori testimoni a questi cani in abbandono temporaneo che dopo l’inseguimento di ungulati selvatici, si allontanano dalla stalla e ritornano a casa dopo una settimana circa. Spesso sono stati osservati più animali che lavorano assieme e con grossi danni a pecore-capre brade e ungulati selvatici ( camosci e caprioli).

Ai frequentatori della val Parina è capitato di incontrare sul sentiero cani semiragi di diverse razze domestiche e meticci. L’unica segnalazione di un possibile animale in Ortighera quota 1500 -1400 mt, non l’classificato nell’inverno di JJ5 – 2008 sono state delle peste di un canide di grosse dimensioni che stava sempre lontano almeno 100 mt dalle mangiatoie, baite e capanni, e dai punti dove erano state piazzate 5 fototrappole monitorate settimanalmente, dove erano normali gli scatti fotografici in sequenza di volpi, martore, tassi, camosci , cervi, caprioli, gufi, ghiri, coturnici. Parlare di lupi, ( qui nelle Prealpi Orobiche credo sia ancora presto, ma potrebbe essere una realtà da verificare. Se si installa un branchetto di Lupi sarebbe difficile l’osservazione perché s tratta di animali con abitudini prevalentamente crepuscolari e notturni.

Già la prima comparsa dell’orso JJ5 era stata ipotizzata per gli anni 2015-2020, poi l’erratismo dei giovani maschi della colonia trentina, ha anticipato la naturale dispersione di soli maschi giovani. Le fotografie con fototrappole scarti di carne potrebbero essere selettivi per monitorare animali carnivori. Un cerchio di fili metallici sfilacciati attorno all’esca e fototrappole sarebbe lo strumento per la raccolta di pelo per il DNA L’incremento dei lupi italiani ha trovato alimentazione nelle nuove colonie di cinghiali, caprioli e cervi incrementati dalle organizzazioni naturalistiche e venatorie massicce negli anni scorsi, per cui essere prossima nelle Orobie la ricolonizzazione dopo 150 anni dallo sterminio dei periodi della grande fame allargamento territoriale del Lupo italico che è risalito la catena appenninica e continuato sull’ arco alpino Ligure. Piemontese, Val D’Aosta, Verbano e stop nel cuneo Svizzero, dove i branchi in migrazione vengono fermati dagli svizzeri che si è incontrato con soggetti europei, servono dei raffronti biologici certi. In passato ci sono stati casi di cani lupo tipo tedesco che sono stati in selvaticità per mesi con latrati notturni e poi all’abbattimento invernale, sanissimi cani lupo rinselvatichito mantello nero -marrone.

Per capire la portata del fenomeno dell’abbandono di cani, ricordo come negli anni 70-90 era normale ritrovare dopo i fine settimana cani abbandonati e il guardiacaccia “Luigi” procedeva settimanalmente alla cattura o soppressione dei randagi. Per cronaca, assistiamo a casi di villeggianti e agricoltori che lasciano liberi per ore o giorni quasi ogni settimana per far “divertire” il proprio ausiliare con la selvaggina ungulata domestica o selvatica, non parliamo poi delle decine di cani in ogni paese che non hanno cuccia, recinto o altro controllo, che girano tutti i giorni per paesi e boschi di fondovalle. Altro che microcip o catene…..

Questi comportamenti portano più danno di eventuali Lupi veri e selvatici.
Ci scuseranno chi tiene sotto controllo sempre il proprio compagno o ausiliare, ma in ogni paese ci sono comportamenti discutibili sotto gli occhi di tanti che lasciano correre per chieto vivere…….
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74310
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 11 agosto 2017, 17:14

tratto da Ruralpini.it di Michele Corti

Il lupo causa gravi perdite a un gregge della Valbrembana

11 Agosto 2017 - A Foppolo, in alta Valbrembana in alcuni giorni di ripetuti attacchi un giovane lupo uccide 26 pecore. Ancora una volta l'onere della prova è a carico del pastore che, per essere creduto, deve posizionare le fototrappole dopo essere stato accusato di essere un bugiardo e un simulatore da alcune delle guardie della polizia provinciale intervenute per gli accertamenti.  Dopo anni di presenza "discreta" del grande carnivoro sulle Orobie anche qui il lupo diventa un incubo per i pastori. Nessuno tra i pastori (parliamo di quelli veri) si faceva illusioni.  Se la presenza del lupo sulle Orobie non ha - almeno in base a quanto emerso pubblicamente - impattato sul pastoralismo è solo per alune circostanze favorevoli (abbondanza di prede selvatiche, presenza di greggi custoditi). Oggi la "ricreazione" è finita: anche i pastori e i malghesi delle Orobie si devono confrontare con quella dura realtà che sperimentano da trent'anni i piemontesi e, da qualche anno, i veneti. In Veneto l'arrivo del lupo ha subito dato inizio ad una serie di sanguinosi episodi di predazione a carico  anche di bovini da latte con danni economici pesanti  e la crazione di una situazione di conflitto eslosivo. Oggi si parla di almeno cinque branchi sulle montagne venete. 
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74310
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi elio.biava » venerdì 11 agosto 2017, 19:50

Ma se dicevano che si trattava di un coyote, quello fotografato ai Carisoli circa un mese fa!?... a_34 a_111 a_18
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 11 agosto 2017, 19:58

elio.biava ha scritto:Ma se dicevano che si trattava di un coyote, quello fotografato ai Carisoli circa un mese fa!?...

Anche i coyote ora (suppongo da laboratorio... J3 il Coyote figlio di J1..?) a_34
Tra orsi, lupi e..... mi sa che tra poco per le escursioni bisognera' dotarsi di arma di difesa (vedi il casino in Trentino)!!! a_19
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74310
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi elio.biava » venerdì 11 agosto 2017, 20:41

Ma, credo fossero 11 i lupi censiti in Val di Scalve nelle passate stagioni...quindi era scontato la loro diffusione anche da noi, il cammino è breve da là a qui. a_45
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi enotime » sabato 12 agosto 2017, 0:45

elio.biava ha scritto:Ma, credo fossero 11 i lupi censiti in Val di Scalve nelle passate stagioni...quindi era scontato la loro diffusione anche da noi, il cammino è breve da là a qui. a_45


... E meno male! a_2 Magari i lupi si riproducessero alla velocità delle le moto, dei 4X4, degli Squad, e degli stupidi bipedi di vario genere che popolano le montagne e che pensano di aver diritto di esserne gli incontrastati padroni... a_6
Avatar utente
enotime
 
Messaggi: 55
Iscritto il: mercoledì 22 aprile 2009, 13:05

Re: Lupi in Valle Brembana - Alpi e prealpi Orobie

Messaggiodi enotime » sabato 12 agosto 2017, 0:45

... Elio, scusa, ma lo sberleffo non è certo riferito a te! a_14
Avatar utente
enotime
 
Messaggi: 55
Iscritto il: mercoledì 22 aprile 2009, 13:05

PrecedenteProssimo

Torna a Fauna Selvatica Alpi Prealpi Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti