Vipere e rettili della Val Brembana

Le numerose specie di animali selvatici nelle Alpi Prealpi Orobie e specificatamente in Valle Brembana

Moderatore: IW2LBR

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi claudio valce » venerdì 1 luglio 2011, 22:00

Comunque visto che sei in zona, occhio che potresti incontrarla se scendi al fiume a_39 a_39
non prendertela scherzo nè! Grazie per la precisazione a_45
U, a che if? - Me a ó a öa. E u? - Me a ó a ì.
Avatar utente
claudio valce
 
Messaggi: 4344
Iscritto il: venerdì 2 gennaio 2009, 15:50
Località: San Pellegrino Terme (bg) 340 m.s.l.m.

Morso da vipera?

Messaggiodi Fabius » domenica 5 agosto 2012, 10:44

Notizia da L'Eco di Bg sull'accaduto di ieri ad un escursionista : mentre si stendeva sul prato in zona Scalve la persona veniva morsa dal rettile al dito.

Dato che sull'articolo si precisa che il medico intervenuto NON ha rilevato segni da morso di vipera , mi piacerebbe , visto il mio grande interesse sull'argomento e credo anche di molti che si accingono a prendere il sole sui prati in quota , sapere con esattezza se qualcuno ha appurato che rettile fosse e soprattutto la dinamica del fatto, ovvero, se la persona era perfettamente ferma sdraiata (e quindi credo una vipera non si avventi in tal modo.....) oppure era sdraiata e si e' mossa per cambiare posizione, oppure egli era sopraggiunto nel luogo e si accingeva a sdraiarsi mettendo le mani sul rettile probabilmente senza prima avere guardato bene puo' essere a causa di vegetazione (ipotesi piu' plausibile....) ;
e' importante appunto appurare che credo nessun rettile conosciuto in Orobie va ad attaccare deliberatamente una persona se e' GIA' FERMA (tipo a prendere il sole o a fare picnic) in quanto per esempio la vipera e' per indole timida e proprio per questo difficile da incontrare proprio perche' appena sente sopraggiungere qualcuno essa tende a scappare, e' pero' facile che ci si imbatta sul rettile appunto in modo improvviso e silenzioso senza lasciargli il tempo di scappare , se ci va bene lo vediamo strisciare davanti , ma talvolta lo si trova immobilizzato (spaventato) fermo in posizione di allerta , spesso mimetizzato in modo incredibile come rametti nel colore e forma (e qui sta l'attenzione dell'occhio dell'escursionista perche' e' questo il momento piu' pericoloso se lo si calpesta ) .
Se posso dare qualche consiglio dopo 30anni di escursioni :
- calzoncini corti consigliati solo su ampi sentieri e mulattiere (io anche con 40 gradi preferisco soffrire ma mi imbottisco sempre dal ginocchio in giu') ;
- sempre mettere calzini spessi magari 2 paia meglio se con scarpone alto per proteggere la zona piu' a rischio (caviglia /polpaccio) scoperta;
- se avete bambini al seguito non lasciateli scorrazzare a 4 zampe tra i cespugli in quota ma teneteli appresso !
- quando state camminando guardate attentamente sempre per terra , soprattutto se siete fuori dal sentiero e fate sempre sentire che state arrivando (senza urlare a_39 , basta solo vibrare il terreno che e' piu' efficace!
- quando Vi arrampicate e Vi stendete per terra guardate bene prima di appoggiare le mani!
- contrariamente a quanto ho letto, sulle vaste pietraie assolate (fatte di medi/grossi blocchi non isolati ) non ho mai fatto nessun incontro spiacevole quindi le reputo zona sicura, ovvero ho trovato rettili solo dove accanto vi era sempre della vegetazione anche minima a portata di mano .
- anche a me piace guardare il panorama in movimento , meglio farlo da fermi che sopra qualcosa di indesiderato ........... FBL e buone gite a_45
La felicità dell'uomo sta nella natura selvaggia.
Fabius
 
Messaggi: 2170
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 10:52
Località: Bergamo Nord (alt.295mt.)

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi alvin 51 » mercoledì 8 agosto 2012, 17:30

Mi sono ritrovato ieri nella aiuola adiacente il giardino una vipera giunta credo dalla valle sottostante e quindi chiedo gentilmente quale possa essere il metodo più efficace per non ritrovarmela tra le mani avendo alcuni frutti nell'aiuola stessa.Grazie.
Avatar utente
alvin 51
 
Messaggi: 2520
Iscritto il: venerdì 20 aprile 2012, 19:49
Località: San giovanni bianco 410 mslm.

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi elio.biava » mercoledì 8 agosto 2012, 17:42

alvin 51 ha scritto:Mi sono ritrovato ieri nella aiuola adiacente il giardino una vipera giunta credo dalla valle sottostante e quindi chiedo gentilmente quale possa essere il metodo più efficace per non ritrovarmela tra le mani avendo alcuni frutti nell'aiuola stessa.Grazie.

puoi provare con il "piolo scaccia talpe", un piccolo attrezzo a pile che genera ultrasuoni, lo infili nel terreno ed ha una durata di mesi...(sei sicuro vipera? dall'acqua escono le bisce di solito! hai notato se la coda era tozza o molto allungata che finiva sottile?)
a_14
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3153
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 10:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi alvin 51 » mercoledì 8 agosto 2012, 23:49

non ho avuto la possibilità di vedere la coda,una biscia d'acqua non è essendo la valletta abbastanza distante. colore nero e credo sia la stessa già vista dal mio coinquilino un mese fà. Grazie comunque x l'informazione. a_45 p.s. l'attrezzo consigliatomi può stare esposto alla pioggia?
Avatar utente
alvin 51
 
Messaggi: 2520
Iscritto il: venerdì 20 aprile 2012, 19:49
Località: San giovanni bianco 410 mslm.

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi elio.biava » giovedì 9 agosto 2012, 7:42

alvin 51 ha scritto:... colore nero ...l'attrezzo consigliatomi può stare esposto alla pioggia?

già il colore nero è un indice più di biscia...(anche se esistono vipere di tutti colori, dipende dal ceppo/mimetismo del luogo...anche rosse, bianco nere, nere come il marasso...).
L'attrezzo è da campo, quindi funziona in tutte le condizioni meteo. a_45
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3153
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 10:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi Fabius » giovedì 9 agosto 2012, 10:54

elio.biava ha scritto:.....(anche se esistono vipere di tutti colori, dipende dal ceppo/mimetismo del luogo...anche rosse, bianco nere, nere come il marasso...).

Interessante, cioe' ci sono delle vipere autoctone intendi?
Questo lo si spiega con l'incontro che ho fatto la settimana scorsa, in quel di Valcanale in un sentiero ove erano presenti sassi di colorazione verde/azzurro/grigia ho notato una vipera assolutamente mimetizzata di questo strano colore, mai visto in altri luoghi .
La felicità dell'uomo sta nella natura selvaggia.
Fabius
 
Messaggi: 2170
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 10:52
Località: Bergamo Nord (alt.295mt.)

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi claudio valce » giovedì 9 agosto 2012, 14:16

Interessante, cioe' ci sono delle vipere autoctone intendi? Questo lo si spiega con l'incontro che ho fatto la settimana scorsa, in quel di Valcanale in un sentiero ove erano presenti sassi di colorazione verde/azzurro/grigia ho notato una vipera assolutamente mimetizzata di questo strano colore, mai visto in altri luoghi .

Ciao, Fabius se ti interessa puoi leggere la scheda al link sotto che puoi anche trovare dalla home, vai a fauna delle orobie-vipere
http://www.vallibergamasche.info/fauna/aspide.html a_45 a_45
U, a che if? - Me a ó a öa. E u? - Me a ó a ì.
Avatar utente
claudio valce
 
Messaggi: 4344
Iscritto il: venerdì 2 gennaio 2009, 15:50
Località: San Pellegrino Terme (bg) 340 m.s.l.m.

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi elio.biava » giovedì 9 agosto 2012, 16:40

Fabius ha scritto:Interessante, cioe' ci sono delle vipere autoctone intendi? Questo lo si spiega con l'incontro che ho fatto la settimana scorsa, in quel di Valcanale in un sentiero ove erano presenti sassi di colorazione verde/azzurro/grigia ho notato una vipera assolutamente mimetizzata di questo strano colore, mai visto in altri luoghi .

Non sono un Erpetologo a_11 a_21 ...però so che certi caratteri cromatici delle vipere sono legati al proprio areale, per esempio sulla strada del Longo puoi vedere il marasso rosso-ruggine che è poi lo stesso colore delle rocce attorno ricche di ferro. Il marasso è anch'esso un'aspide un pochino meno velenosa (al contrario di quanto la cultura popolare ci ha tramandato), si distingue dal disegno sul dorso, è perfettamente regolare e speculare dx-sx. Più in basso, vicino al Baitone trovi l'aspide rossa, li vicino ci sono rocce di "seres ros"(ora non mi viene il nome corretto). In Gambetta trovi il marasso grigio-topo... Per fortuna di vipere ne vedo poche, non mi sono simpatiche anche se non le uccido, sarà che in montagna vado al mattino a_11 Boh!!
a_14
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3153
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 10:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

PrecedenteProssimo

Torna a Fauna Selvatica Alpi Prealpi Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti