Area Funghi in Valle Brembana

Discussione e informazione su funghi e micologia - Tutto su funghi e tartufi in Valle Brembana.

Moderatori: elio.biava, moxer

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi pluto » martedì 24 settembre 2013, 8:50

giorgiodelput ha scritto:vorrei aprire un dibattito...

qualcuno mi sa spiegare il perchè si dovrebbero prendere 50 euro di multa se sono a raccogliere i funghi senza l'utilizzo di idonee calzature (pedule o scarponi) con suola antiscivolo...è una sanzione solo per chi va a funghi o vale per tutti quelli che vanno per boschi?? a_34
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi alvin 51 » martedì 24 settembre 2013, 13:20

pluto ha scritto:qualcuno mi sa spiegare il perchè si dovrebbero prendere 50 euro di multa se sono a raccogliere i funghi senza l'utilizzo di idonee calzature (pedule o scarponi) con suola antiscivolo...è una sanzione solo per chi va a funghi o vale per tutti quelli che vanno per boschi??

è un po' come prendere la multa sulle strade dove è previsto l'obbligo delle catene o pneumatici da neve, viaggiando con gomme normali, senza catene a bordo. Altro caso multati per circolare in bicicletta, nelle gallerie non illuminate senza un luce propria. Il codice lo vieta. In questo caso mi sembra un po' esagerato, ma se c'è qualche articolo nel codice raccogli funghi, che lo prevede, allora, si può non essere d'accordo, ma si paga. a_45
Avatar utente
alvin 51
 
Messaggi: 2197
Iscritto il: venerdì 20 aprile 2012, 20:49
Località: San giovanni bianco 410 mslm.

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi pluto » martedì 24 settembre 2013, 13:40

alvin 51 ha scritto:è un po' come prendere la multa sulle strade dove è previsto l'obbligo delle catene o pneumatici da neve, viaggiando con gomme normali,senza catene a bordo. Altro caso multati per circolare in bicicletta,nelle gallerie non illuminate senza un luce propria. Il codice lo vieta. In questo caso mi sembra un po' esagerato, ma se c'è qualche articolo nel codice raccogli funghi, che lo prevede, allora, si può non essere d'accordo, ma si paga. a_45

non metto in discussione le leggi, chiedevo solo se qualcuno conosceva questa legge e se riguardava tutti quelli che van per i boschi....come per il codice della strada che non fa distinzione se uno usa la macchina o la bici sulla ciclabile per andare a funghi o a passeggio o al lavoro a_6 a_35 a_39
a_45
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi moxer » martedì 24 settembre 2013, 22:07

giorgiodelput ha scritto:vorrei aprire un dibattito...mi piacerebbe sentire il vostro parere al riguardo-- è da qualche anno che hanno messo la regola di pulire i funghi dove nascono dicendoci che il fungo ha le spore e qualcosa anche al piede dove nasce(non ricordo cosa)...allora parliamo in generale della mia zona 450 mt di altitudine e boschi di castagni e betulle..tornando indietro nel tempo,parlo di 30 anni fa i raccolti di porcini erano sempre copiose ( e non si pulivano), selve ben pulite davano modo ai castagni di produrre il loro frutto e anche abbondanti funghi. Poi con il passare degli anni per mancanza di bestiame i castagni non vennero più puliti e i castagneti divennero boschi, sempre meno castagne e funghi...mi chiedo e chiedo agli esperti a cosa serve pulire il fungo???..secondo me è tutta una questione di pulizia del sottobosco, delle piante, l'umus che si viene a formare è quello che fa nascere il fungo, se fosse vero che i funghi (porcini) hanno i semi(spore) perchè non li creano in cattività???...Io hò provato ancora a prendere il pulito dei funghi di castagno e metterlo sotto una castagna dove non avevo trovato mai un fungo, ma in quella pianta di funghi non ne sono mai nati, hò messo anche anche pezzi di porcini vecchi ma io di funghi da quella pianta non ne hò mai raccolti. Se gli esperti hanno informazioni piacere di ascoltarvi..grazie

Mamma mia Giorgio quante domande....
Premetto che anche io non sono un esperto ma un semplice appassionato e le risposte sono solo frutto di letture e informazioni trovate qua e la...
Alla domanda sulla diminuzione dei funghi penso che ti abbia già risposto esaurientemente elio.., per quanto riguarda le spore ti posso assicurare che esistono (è scientificamente provato) e vengono studiate dagli esperti al microscopio soprattutto ai fini della determinazione. In generale le spore (per la maggio parte dei funghi di interesse alimentare) si trovano sotto il cappello, soprattutto nei funghi con lamelle appoggiando il cappello su una superficie vetrosa per qualche ora si possono osservare anche a occhio nudo raccolte in massa. Concordo con elio che la regola di pulire il fungo serva per soffermarsi sulla qualità e determinazione e inoltre si lasciano sul posto sostanze utili. Sono stati fatti dei tentativi per la coltivazione dei funghi ma se prendiamo il caso dei porcini hanno avuto poco successo, questo perchè la nascita di una nuova "pianta fungina" è molto difficile che avvenga, basti pensare che ogni fungo rilascia migliaia di spore e solo una piccolissima parte prosegue nel suo ciclo vitale, per fare questo la spora deve trovare un tipo di terreno adatto (alcuni funghi preferiscono terreni acidi, altri basici, ben drenati ecc) con condizioni ideali, giusto grado di umidità ecc , quindi comincia a germogliare creando una "ifa" (minuscola radichetta quasi invisibile e trasparente) che per divisione cellulare continuerà ad allungarsi fino a formare intreccio di ife creando un micelio primario. Se prendiamo sempre il caso del porcino con produzione sessuata il nostro micelio primario che ha una polarita (sesso) per dare vita a un micelio secondario (il vero organismo fungino)deve venire a contatto nello stesso substrato e entro limiti ristretti di spazio e tempo con un micelio primario di polarita (sesso) opposta. Non basta questo, essendo il porcino un fungo simbionte il micelio ha bisogno di legarsi ad apparati radicali di determinate piante. C'è poi da tener presente che durante questo ciclo di riproduzione molti sono i fattori che portano ad un interruzione del ciclo vitale fra cui ostacoli naturali (sassi, terreno duro), animali (vermi, insetti,interventi di animali quali caprioli o cinghiali) climatici (sbalzi di temperatura, abbassamento di umidità).... tutto questo può far capire che non basta mettere qualche "pulito" di fungo sotto una pianta per sperare di trovarne poi...

a_14
Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
Albert Einstein
Avatar utente
moxer
 
Messaggi: 2039
Iscritto il: giovedì 12 febbraio 2009, 19:19
Località: Ponte S. Pietro (BG) 224 m.s.l.m.

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi pluto » mercoledì 25 settembre 2013, 8:27

moxer ha scritto:.. tutto questo può far capire che non basta mettere qualche "pulito" di fungo sotto una pianta per sperare di trovarne poi...

in pratica come piantare gli euri a_39 a_39
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi giorgiodelput » mercoledì 25 settembre 2013, 19:47

grazie per le risposte....Moxer non pensavo che era cosi complicato un fungo a_39 hò sempre creduto che essendo una "muffa" quando le condizioni sono ideali, nasce e cresce..invece è come dice pluto "è come piantare soldi"...Allora come pensavo non serve a niente pulirli, importante a vere un recipiente adatto per il trasporto (zaino adatto o contenitore intrecciato), e invece molto importante è la pulizia del bosco o del prato, pascolo. a_45
Avatar utente
giorgiodelput
 
Messaggi: 666
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 10:21
Località: poscante di zogno(mt 400)

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi claudio valce » mercoledì 25 settembre 2013, 22:53

giorgiodelput ha scritto:Allora come pensavo non serve a niente pulirli,

Scusa Giorgio, solo per informazione e non per mettere i puntini ma la legge regionale è chiara:

Legge Regionale 5 dicembre 2008 , n. 31 Art. 98 (Modalità di raccolta) 1. Su tutto il territorio regionale: a) la raccolta autorizzata è limitata ai soli corpi fruttiferi epigei ed è consentita dall'alba al tramonto in maniera esclusivamente manuale, senza l'impiego di alcun attrezzo, fatta salva l'asportazione dei corpi fruttiferi cespitosi quali le Armillaria spp per i quali è consentito il taglio del gambo;(27) b) il limite massimo di raccolta giornaliera per persona è di tre chilogrammi, salvo che tale limite sia superato per la raccolta di esemplari di Armillaria spp, genere per il quale non sono fissati limiti quantitativi;(28)
c) è obbligatoria la pulitura sommaria sul luogo di raccolta dei funghi riconosciuti eduli; non sussiste obbligo di pulitura per gli esemplari da sottoporre al riconoscimento degli ispettorati micologici; d) sono vietati: 1) la raccolta, l'asportazione e la movimentazione dello strato umifero e di terriccio;
2) la raccolta di funghi decomposti e di ovuli chiusi di Amanita cesarea; 3) l'uso di contenitori non aerati per il trasporto; e) è obbligatorio l'uso di contenitori rigidi, idonei a favorire la dispersione delle spore durante il trasporto.(29)

anche per non prendere delle sanzioni in eventuali controlli. a_45
U, a che if? - Me a ó a öa. E u? - Me a ó a ì.
Avatar utente
claudio valce
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: venerdì 2 gennaio 2009, 16:50
Località: San Pellegrino Terme (bg) 340 m.s.l.m.

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi pluto » giovedì 26 settembre 2013, 11:15

a ecco la legge regionale è la 31/2008 (grazie Claudio Valce)

questo l'articolo delle sanzioni
Art. 110
(Sanzioni)
1. Sono sanzionate con il pagamento di una somma da euro 25,82 a euro 51,65 le seguenti violazioni:
a) esercizio della raccolta senza autorizzazione oltre al pagamento della autorizzazione giornaliera;
b) esercizio della raccolta al di fuori della zona di validità territoriale della autorizzazione oltre al pagamento della autorizzazione giornaliera;
c) mancata esibizione del tesserino salvo che l'esibizione sia effettuata entro dieci giorni dalla contestazione;
d) raccolta per un quantitativo superiore al limite massimo consentito;
e) raccolta di Amanita cesarea allo stato di ovulo chiuso;
f) uso di attrezzi o di contenitori non conformi alle prescrizioni del presente capo;
g) raccolta non consentita nelle aree di cui all'articolo 100, commi 1 e 2;
h) mancata pulitura dei corpi fruttiferi;
h bis) distruzione dei carpofori.(132)
2. All'accertamento delle violazioni di cui al comma 1 fa seguito la confisca dei funghi e degli attrezzi per mezzo dei quali è stata compiuta la violazione.
3. La reiterazione, nel corso dello stesso anno solare, delle violazioni di cui al comma 1, lettera b), d), f) e g) comporta la revoca dell'autorizzazione alla raccolta e il conseguente ritiro del tesserino.
4. Il destinatario del provvedimento di revoca di cui al comma 3 non può essere nuovamente autorizzato per l'anno solare in corso.
5. Salvo che il fatto costituisca reato, sono sanzionate con il pagamento di una sanzione amministrativa da euro 258,23 a euro 1032,91 le seguenti violazioni:
a) vendita di funghi epigei freschi sfusi senza che sia stato effettuato il controllo di cui all'articolo 106 o senza la relativa certificazione;(133)
a bis) vendita al dettaglio di funghi epigei freschi spontanei sfusi e secchi sfusi senza il possesso dell’attestazione di idoneità da parte del soggetto preposto alla vendita;(134)
b) commercializzazione di funghi epigei freschi o conservati appartenenti a specie non ammesse;
c) vendita di funghi non riconoscibili.
5 bis. L’utilizzo di funghi, per motivi scientifici, di studio e di ricerca, in occasione di mostre, di seminari, per i corsi propedeutici e per le necessità di aggiornamento dei micologi senza l’autorizzazione di cui all’articolo 101è punito con il pagamento di una sanzione pecuniaria da 200,00 euro a 1.200,00 euro.(135)

però non dice niente delle calzature a_34
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Area Funghi in Valle Brembana

Messaggiodi elio.biava » giovedì 26 settembre 2013, 11:47

pluto ha scritto:...questo l'articolo delle sanzioni
Art. 110 (Sanzioni) 1. Sono sanzionate con il pagamento di una somma da euro 25,82 a euro 51,65 le seguenti violazioni:
a)...
b)...
ecc...

e fino qui ci siamo! a_2
quanto è la multa alla fine? a_34
essendo una sanzione amministrativa, si paga nella forma più favorevole al contravventore, tra o il doppio del minimo o un terzo del massimo , per ogni voce a),b)...ecc
quindi: 51,65 / 3 = 17,217 --> 17,5 euro (17,5+17,5 ecc...per ogni singola regola violata) a_45
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 2875
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Precedente

Torna a Funghi in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron