Le recinzioni per il bestiame

Informazioni news, cronaca, curiosità dalla Valle Brembana, Segnalazioni utili

Moderatore: IW2LBR

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi Fabius » lunedì 13 agosto 2012, 13:52

Non capisco il paragone...... a_34 , se dovessi scegliere di prendere la fulminazione o di non prendere la seggiovia sceglierei la seconda a_11
La felicità dell'uomo sta nella natura selvaggia.
Fabius
 
Messaggi: 2162
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 11:52
Località: Bergamo Nord (alt.295mt.)

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi muro73 » lunedì 13 agosto 2012, 14:50

Personalmente ritengo che la presenza di queste recinzioni non sia un problema così grande, anche perchè non tutte risultano sempre attive.
Mi è capitato di prendere la scossa, ma senza particolari effetti collaterali, è più che altro fastidiosa ma niente di più.
Forse Fabius hai avuto un giornata particolarmente sfortunata.
FBL a_45
Paolo
Avatar utente
muro73
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:59
Località: Bergamo 250 m.s.l.m. - Piazzatorre 1000 m.s.l.m.

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi pluto » lunedì 13 agosto 2012, 16:08

muro73 ha scritto:Personalmente ritengo che la presenza di queste recinzioni non sia un problema così grande, anche perchè non tutte risultano sempre attive.

attive o non attive...cosa fai, il test con la busca??? a_39
Comunque le norme in Paesi dove vanno ancora in alpeggio e senza che gli abitanti si armino di tosaerba, sono:
recintare senza inglobare il sentiero
oppure tracciare un sentiero alternativo
oppure mettere il filo con la maniglia...che è la più semplice e meno dispendiosa...e devono metterci anche il cartello
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi elio.biava » lunedì 13 agosto 2012, 23:33

pluto ha scritto:attive o non attive...cosa fai, il test con la busca??? Comunque le norme in Paesi dove vanno ancora in alpeggio e senza che gli abitanti si armino di tosaerba, sono: recintare senza inglobare il sentiero oppure tracciare un sentiero alternativo oppure mettere il filo con la maniglia...che è la più semplice e meno dispendiosa...e devono metterci anche il cartello

a_2 ...semplice no? non ci vuole una scienza per capirlo! a_11 ...sarà anche un duro lavoro, lo so, ma un minimo di rispetto anche per le altre persone ci vuole. Altrimenti non mi faccio tanti problemi ad abbatterlo... (Io il test corrente lo faccio fare al cane, lui vuole inseguire la mandria ma mette sempre la coda a bandiera sotto il filo e poi sghizza via "scainando" a_39)
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3138
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi Fabius » martedì 14 agosto 2012, 20:48

Meno male che mi arriva un po' di solidarieta' a_11 , senno' mi sembrava di essere l'interdetto della situazione a_39 . Mi impegnero' cmq a prestare piu' attenzione a queste "trappole per escursionisti" , bisogna solo concentrarsi nel superarle e non prenderle mai sottogamba (in tutti i sensi!) .
La felicità dell'uomo sta nella natura selvaggia.
Fabius
 
Messaggi: 2162
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 11:52
Località: Bergamo Nord (alt.295mt.)

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi sbrembato » giovedì 16 agosto 2012, 7:37

Vi scrivo dall'alto Adige ( si lo so, il solito dannato Alto Adige). Per quello che ho potuto osservare in questi giorni stimolato da questa discussione, la maniglia proposta da Andrea e' piu' che altro messa ad uso dell'allevatore per far passare trattori o per spostare gli animali da un recinto all'alto.

In corrispondenza dei sentieri si trovano degli economicissimi varchi (abbastanza stretti da non far passare una mucca) in cui il filo elettrico e' abbassato al livello del terreno ed isolato con 50 cm di guaina.
Questa soluzione mi pare veramente poco costosa sia in termini di tempo che di denaro.

Ci sono anche punti in cui vengono posizionati veri e propri varchi in legno a mo' di tornello che fanno da inizio o fine del recinto elettrificato.
Stefano Gobbetti

"I count six shots nigger" "I count two guns nigger"

Avatar utente
sbrembato
 
Messaggi: 510
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2003, 19:20
Località: Desio - PZT

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 16 agosto 2012, 9:20

sbrembato ha scritto:Vi scrivo dall'alto Adige ( si lo so, il solito dannato Alto Adige).

solo per questo meriti di essere lapidato!!!! a_39 ma siamo buoni e' ferragosto!!! a_6
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76386
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Le recinzioni per il bestiame

Messaggiodi sbrembato » venerdì 24 agosto 2012, 17:03

IW2LBR ha scritto:solo per questo meriti di essere lapidato!!!! ma siamo buoni e' ferragosto!!!

Visto che sono andato "all'estero" ho colto l'occasione per imparare...

Immagine
Stefano Gobbetti

"I count six shots nigger" "I count two guns nigger"

Avatar utente
sbrembato
 
Messaggi: 510
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2003, 19:20
Località: Desio - PZT

Precedente

Torna a Novità in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti