Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Informazioni news, cronaca, curiosità dalla Valle Brembana, Segnalazioni utili

Moderatore: IW2LBR

Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi IW2LBR » martedì 15 ottobre 2013, 18:32

da L'Eco di Bergamo - Roberto Vitali

Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute - Rischio di tumore

Proprio mentre a Gandino si festeggia il «mais spinato » e alla Camera di Commercio una commissione di esperti sta mettendo a punto la ricetta della «polenta taragna orobica », ecco – fulmine a ciel sereno – la notizia diffusa ieri che mangiare troppo spesso polenta, soprattutto se bollente, aumenterebbe il rischio di tumore. Sarebbe questo il risultato di uno studio del Consiglio nazionale per le ricerche (Cnr). Un regime alimentare basato sulla polenta può nascondere rischi legati alla presenza di fumonisine, tossine che possono indurre il cancro all’esofago. La notizia è emersa in un convegno organizzato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile e dal Pontificio consiglio Giustizia e pace.

Roberto Defez, primo ricercatore del Cnr, Istituto di genetica e biofisica del Cnr Napoli, nel suo intervento dedicato allo «sviluppo sostenibile», ha ricordato che nel 2007 il Regolamento 1126 ha introdotto un tetto alle fumonisine nei prodotti alimentari, differenziando il valore nell’alimentazione destinata agli adulti da quella dei bambini. Ebbene, secondo una analisi effettuata dal ricercatore Cnr su 77 polente in commercio, la composizione di quelle da agricoltura biologica avrebbe un valore di fumonisine due volte superiore alla media. «Chiedo un’etichetta trasparente – ha detto Defez – con indicazioni delle fumonisine di ogni specifico campione in commercio». Il ricercatore ha poi ricordato studi pubblicati che indicano Pordenone, dove la polenta rientra nelle abitudini
alimentari locali, come la terza città in Europa per alta correlazione di tumori all’esofago, ma gli autori degli studi indicano anche le grappe e il caffè come fattori di rischio. Contro queste affermazioni è arrivata pronta la replica delle associazioni Aiab, Aprobio, Isde, Legambiente e Wwf. «Invece di provocare falsi allarmismi su incidenze fantasma di tumori poco frequenti, pur di garantire futuro alle pratiche di modificazione genetica – dicono le associazioni – si rifletta sul rischio cui vengono sottoposti la popolazione e l’ambiente con comportamenti sconsiderati, esecrati e fuorilegge».

Secondo le associazioni «si tratta di argomenti vecchi di decenni. Negli ultimi 60 anni sono cambiati stili di vita e abitudini alimentari». Vengono anche riportati dati di Diego Serraino, direttore di Epidemiologia e biostatistica del Cro Aviano e responsabile del Registro tumori del Friuli Venezia Giulia, in base ai quali nel 2007 l’incidenza del cancro dell’esofago era per i maschi di 3,2/100.000 in Italia, 6,5 in Francia, 9,5 nel Regno Unito, 7,5 in Friuli. Per le femmine, invece, l’incidenza registrata era lo 0,8 Italia, l’1,5 in Francia, il 3,6 nel Regno Unito, e l’1,8 in Friuli. «Quindi – concludono Aiab, Aprobio, Isde, Legambiente e Wwf – nel 2007 il Friuli ha avuto tassi sovrapponibili alla Francia e minori del Regno Unito; l’Italia nel complessoha i tassi più bassi in Europa». La polemica è aperta. Gioppino aveva i gozzi perché mangiava solo e sempre polenta. Oggi l’alimentazione viene variata ogni giorno ed è questa la norma da rispettare per restare in buona salute.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74979
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi IW2LBR » martedì 15 ottobre 2013, 18:32

a_19 a_19 a_19

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74979
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi IW2LBR » martedì 15 ottobre 2013, 18:36

dal Messaggero Veneto

Tumori all’esofago, “imputata” la polenta

PORDENONE. Primato europeo per Pordenone per l’alta correlazione di tumori all’esofago provocati dall’abitudine di consumare molta polenta, soprattutto calda, insieme a grappa e caffè. I risultati di uno studio europeo porrebbero la provincia come la terza città d’Europa per la patologia tumorale, e a citarlo è stato ieri Roberto Defez, primo ricercatore Consiglio nazionale ricerche, istituto di genetica e biofisica, del Cnr di Napoli, in occasione del convegno organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo sostenibile e dal Pontificio consiglio Giustizia e Pace

Un regime alimentare a tutto polenta, come in uso - almeno un tempo - nel Nord-Est, può nascondere dei rischi legati alla presenza di fumonisine, delle tossine che, in forti concentrazioni, possono indurre tumori all’esofago oltre a rallentare l’assunzione di acido folico, e ciò nelle gestanti diventa un grave fattore di rischio. Nel suo intervento dedicato allo «sviluppo sost-edibile», Defez ha ricordato che nel 2007 il Regolamento 1126 ha introdotto un tetto delle fumonisine nei prodotti alimentari, differenziando il valore nell’alimentazione destinata agli adulti da quella dei bambini. Secondo una analisi effettuata dal ricercatore Cnr «su 77 polente in commercio, la composizione di quelle da agricoltura biologica avrebbe un valore di fumonisine due volte superiore alla media. Chiedo un’etichetta trasparente - ha detto Defez - con indicazioni delle fumonisine di quello specifico campione in commercio». Defez ha poi ricordato studi pubblicati che indicano Pordenone, dove la polenta rientra nelle abitudini alimentari locali, come la terza città in Europa per alta correlazione di tumori all’esofago, ma gli autori degli studi indicano anche come fattori di rischio le grappe e il caffè.

Il carcinoma dell'esofago colpisce soprattutto gli uomini. In Italia la media e' di 4 casi su 100.000, con punte più alte a Nord Est dovute, in parte, al maggior consumo d'alcool e all'abitudine di ingerire polenta molto calda. Si tratta di fattori ai quali non può essere attribuita per intero la responsabilità dell’insorgenza del carcinoma. Si stima che lo influenzi circa per il 20%, come dire che gli stili di vita possono incidere sulla nostra salute. Una diffusione molto elevata del tumore dell’esofago si è registrata anche in altri Paesi come Giappone, Sudafrica, Normandia e Nord dell'Iran, dove la media degli uomini colpiti arriva anche a 25 su 100.000. I fattori sotto accusa sono ancora una volta legati all'alimentazione, e in particolare all'abitudine di consumare alcool o bevande bollenti.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 74979
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi CADIBRAS » domenica 3 agosto 2014, 9:26

Ma non ascoltate il dott. Mozzi ?
CADIBRAS
 
Messaggi: 6
Iscritto il: martedì 3 marzo 2009, 17:24

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi Lele93 » domenica 3 agosto 2014, 9:37

Sì. Negli anni 30 c'erano scienziati che sostenevano la superiorità della razza ariana....
E il dott. Mozzi andrebbe radiato dall'Ordine dei medici, sempre che non l'abbiano già fatto.
Lele93
 

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi pluto » domenica 3 agosto 2014, 10:59

cosa avrá fatto questo dott. Mozzi di così tanto grave? a_34
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi Lele93 » domenica 3 agosto 2014, 11:24

Ha una teoria alimentare basata sui gruppi sanguigni, priva di prove scientifiche, o sostenuta da ricerche. Però ha molto carisma sulla popolazione, e i bambini soprattutto, se sottoposti a lungo alla sua dieta finiscono in ospedale. E avendo tanti parenti pediatri, ne hanno visti tanti, con problemi alimentari dovuti a queste teorie da mago di Oz.
Lele93
 

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi alvin 51 » domenica 3 agosto 2014, 11:57

Lele93 ha scritto:Ha una teoria alimentare basata sui gruppi sanguigni, priva di prove scientifiche, o sostenuta da ricerche. Però ha molto carisma sulla popolazione, e i bambini soprattutto, se sottoposti a lungo alla sua dieta finiscono in ospedale. E avendo tanti parenti pediatri, ne hanno visti tanti, con problemi alimentari dovuti a queste teorie da mago di Oz.

purtroppo ci sono quotidianamente persone che credono ai venditori di fumo e loro naturalmente ne approfittano, tanto più se davanti al loro nome c'è un dott. comm. specialista e quant'altro. Vige sempre il detto che dice appunto, ogni giorno nasce un cucco, beato chi se lo cucca! a_45
Avatar utente
alvin 51
 
Messaggi: 2441
Iscritto il: venerdì 20 aprile 2012, 20:49
Località: San giovanni bianco 410 mslm.

Re: Ricercatori CNR: La polenta fa male alla salute

Messaggiodi pluto » domenica 3 agosto 2014, 13:29

Lele93 ha scritto:Ha una teoria alimentare basata sui gruppi sanguigni, priva di prove scientifiche, o sostenuta da ricerche. Però ha molto carisma sulla popolazione, e i bambini soprattutto, se sottoposti a lungo alla sua dieta finiscono in ospedale. E avendo tanti parenti pediatri, ne hanno visti tanti, con problemi alimentari dovuti a queste teorie da mago di Oz.

a ecco appunto non sta facendo niente di cosi grave che meriti la radiazione o venga associato alla tutela della razza ariana, io tra i miei familiari ho solo topi e paperi e quindi non ho testimonianze specifiche e scientifiche, sta di fatto che è un libero pensatore e ognuno è libero di crederci o no, io personalmente non credo alle sue teorie ma neppure mi infastidiscono particolarmente. Piuttosto sono infastidito dagli incapaci in campo medico sanitario pagati dalla collettività o da ricercatori del CNR, pagati anche questi da noi, che se la prendono con la polenta a_111 a_111
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Prossimo

Torna a Novità in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti