Rifiuti speciali a Sedrina, deposito controllato

Informazioni news, cronaca, curiosità dalla Valle Brembana, Segnalazioni utili

Moderatore: IW2LBR

Discarica eternit, la Lega chiede un referendum

Messaggiodi IW2LBR » sabato 16 marzo 2013, 14:11

da L'Eco di Bergamo

Discarica eternit, la Lega chiede un referendum

Il gruppo consiliare di minoranza della Lega chiede un referendum consultivo sulla prevista discarica di amianto a Sedrina. E questa mattina, con inizio alle 11,30, si annuncia un Consiglio comunale particolarmente agitato nel paese della bassa Valle Brembana, dove, da qualche settimana, è bufera sulla richiesta, da parte di Unicalce, di realizzare un deposito di 600 mila metri cubi di eternit nell’ex cava Santa Barbara, in località Cacosio. All’ordine del giorno il riconoscimento del «Comitato per la tutela del territorio, dell’ambiente e della salute di Sedrina» (che sarà presente in aula), costituitosi da alcune settimane per contrastare il progetto di discarica. Progetto, peraltro, che anche la stessa amministrazione comunale guidata dal sindaco Agostino Lenisa, ha detto di non voler accettare. La Lega promette comunque battaglia. Ha presentato una mozione con alcune «linee di indirizzo» per opporsi al progetto. Secondo il gruppo consiliare di minoranza, infatti, durante la riunione pubblica indetta dal Comune, le osservazioni della stessa Amministrazione sarebbero state «troppo blande per essere efficaci».

«Nella stessa data – prosegue il gruppo leghista guidato dal Enzo Galizzi – i cittadini di Sedrina hanno chiesto all’amministrazione di assumere toni più "energici" nei confronti del progetto». Ma il Carroccio si spinge oltre: la presunta posizione «soft» dell’Amministrazione farebbe «supporre che la stessa non sia del tutto contraria alla realizzazione della discarica. Con rammarico, infatti, ricordiamo che a oggi esistono tensioni finanziarie sia in Comune sia zione comunale». Il Carroccio, quindi, ricorda come entrerà nel comitato antidiscarica e, infine, propone l’approvazione al Consiglio di alcune osservazioni al progetto. Una seconda mozione presentata dalla Lega, invece, tornerà sulla chiusura del ponte di Botta, chiusura che sta creando disagi ai residenti della frazione di Sedrina e della confinante Campana di Villa d’Almè. Tra le altre cose si chiederà l’istituzione di due nuove fermate bus (zona pub Maivisto e cimitero Botta), meno pericolose delle attuali. L’ex cava di Unicalce a Cacosio di Sedrina nella società interamente partecipata Scs, e riteniamo che con la realizzazione della discarica, si concretizzerebbero importati introiti economici per il Comune. E – siamo autorizzati a ritenerlo con una valutazione del tutto politica – che questi costituiscano un comodo salvagente dell’attuale amministrazione per "tappare alcuni dei buchi" generati dalla pesante crisi di liquidità che stiamo vivendo». La Lega chiede che il Comune indica un referendum consultivo tra la popolazione sulla questione discarica, «vincolando l’orientamento dell’amministrazione.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75039
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Discarica di amianto, da Sedrina no compatto

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 21 marzo 2013, 10:07

da L'Eco di Bergamo di Gabriella Pellegrini

Discarica di amianto, da Sedrina no compatto

Sedrina - Sedrina ha ribadito il no alla discarica di amianto prospettata ed è determinata a far valere la propria posizione, in una sinergia tra l’amministrazione comunale, che si è espressa unanimemente in tal senso, e il Comitato civico spontaneo costituitosi per contrastare l’eventuale autorizzazione ad una azienda del settore estrattivo che vorrebbe utilizzare a questo scopo una cava – la Santa Barbara – ormai esaurita. Niente discarica dunque, e attivazione immediata di una azione di contrasto: così ha deciso all’unanimità nel corso della seduta di sabato scorso il Consiglio comunale, che ha deliberato l’ufficializzazione del Comitato spontaneo, il quale viene così ad assumere un ruolo legalmente riconosciuto. Questo riconoscimento lo abilita ad essere presente in tutte le azioni che verranno intraprese da subito per far sentire la voce di Sedrina con la Regione, che dovrebbe rilasciare le autorizzazioni, e nelle altre sedi. Niente referendum L’argomento è stato introdotto dal sindaco Agostino Lenisa, precisando in premessa che l’amministrazione comunale è assolutamente in linea con il Comitato. Il consigliere di maggioranza Orfeo Damiani ha chiesto la piena autonomia operativa del Comitato e la disponibilità della struttura comunale ai rappresentanti del gruppo. Damiani si è anche dichiarato contrario ad un eventuale referendum, meglio un documento sottoscritto dal Comitato e dal Consiglio comunale in cui ribadire il no alla Regione. Il consigliere di minoranza Enzo Galizzi ha precisato che il gruppo Lega non è al momento presente nel Comitato – del quale condivide pienamente gli intenti – che considera assolutamente autonomo, riservandosi di affiancarlo ufficialmente nel caso di indizione di un referendum. Il Consiglio ha riconosciuto ufficialmente il Comitato autorizzando nel contempo la disponibilità della struttura comunale per qualsiasi iniziativa futura sulla questione. Sempre sul tema della discarica è intervenuto anche Silvano Sonzogni, del gruppo Lega Nord, per contestare nei dettagli i contenuti del progetto che potrebbe avere il nulla osta della Regione, richiamando norme e regolamenti «che stanno chiaramente a dimostrare l’inaccettabilità (per mancato rispetto di distanze da abitazioni e strutture e quant’altro) di tale documentazione». Le osservazioni di Sonzogni sono state ribadite in un documento presentato dal Comitato e allegato agli atti del Consiglio comunale. La raccolta delle firme La discussione è stata chiusa dal sindaco Lenisa con una proposta operativa che è stata accettata all’unanimità: «Se si vuol optare per un referendum che ritengo inutile in quanto almeno il 99% della popolazione è contraria alla discarica – ha osservato – si deve tener conto di costi onerosi per le casse comunali e soprattutto di tempi tecnici che allungherebbero le procedure, dando spazio alla contropart per trovare contromosse». Quindi la proposta:«Optiamo per una raccolta di firme certificate che verranno allegate a una delibera ben dettagliata nei contenuti, così da mettere con le spalle al muro chi dovrebbe dare le autorizzazioni ». La proposta è stata accettata, ora sarà formalizzata in un documento.

Provincia e Comunità prendano una posizione»

La Lista Bettoni-Udc vuole vederci chiaro sull’assai discussa idea di realizzare una discarica di cemento amianto nel Comune di Sedrina. Il consigliere provinciale Vittorio Milesi ha presentato due interpellanze, una indirizzata al Consiglio provinciale, l’altra all’assemblea della Comunità montana Valle Brembana, per ottenere informazioni riguardo agli iter procedurali e alla posizione dei due enti in riferimento alla richiesta di autorizzazione della discarica di cemento amianto in località Cacosio. Nell’interpellanza si sottolinea come «l’iniziativa metta ancora una volta in evidenza la necessità che la realizzazione di tali progetti non sia lasciata alla libera determinazione dei privati, inevitabilmente condizionati da interessi di mera natura economica», anche considerato il fatto che la proposta ha suscitato una viva preoccupazione e un forte allarme tra i cittadini dei Comuni di Sedrina e di Zogno, oltre che tra i cittadini dei Comuni dell’intera Valle Brembana. «Chiediamo di conoscere la posizione dei due enti – afferma Milesi – anche dal momento che per opporsi alla realizzazione della discarica si è costituito un Comitato di cittadini e che il Comune di Zogno ha già preannunciato la sua contrarietà a tale iniziativa».
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75039
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Rifiuti speciali a Sedrina, deposito controllato

Messaggiodi elio.biava » giovedì 18 aprile 2013, 16:15

Discarica di rifiuti contenenti amianto a Sedrina - Incontro pubblico

Il Comune di Zogno organizza una serata informativa sul tema:
Discarica di rifiuti pericolosi contenenti amianto a Sedrina

Giovedì 18 aprile – Ore 21.00

Sala Parrocchiale Don Cattaneo - STABELLO
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3067
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Amianto in cava danneggerà pure il turismo

Messaggiodi IW2LBR » martedì 30 aprile 2013, 9:18

da L'Eco di Bergamo

Amianto in cava danneggerà pure il turismo

Zogno - C’è preoccupazione a Zogno per l’ipotesi di realizzazione di una vasta discarica di amianto a Sedrina. E l’amministrazione comunale è determinata a percorrere tutte le strade che le sono possibili per scongiurare tale prospettiva. È insomma un no irrevocabile a tale realizzazione, che verrà formalizzato nel corso della seduta consiliare di stasera con l’approvazione di una delibera di giunta che si esprime in tal senso. La questione è nota ed è stata dibattuta in una recente assemblea pubblica a Stabello: Unicalce ha richiesto l’apertura di una discarica di amianto trattato in una cava dismessa, poco distante dai Ponti di Sedrina. L’amministrazione comunale di Sedrina, già esprimendo una posizione negativa in tal senso, sta studiando il problema con un comitato popolare. Nessuna competenza per Zogno allora? Di tutt’altro avviso l’amministrazione comunale e la popolazione zognese. «Sta di fatto – osserva il sindaco di Zogno Giuliano Ghisalberti – che gli effetti sicuramente nefasti dell’ipotizzata discarica si farebbero sentire più pesantemente per Zogno che per Sedrina capoluogo, che sarebbe riparata da un costone roccioso. Di Sedrina sarebbero interessate le frazioni a est, di Zogno tutti i quartieri di valle».

E prosegue: «Si verrebbero a instaurare due pesanti criticità, ambedue cariche di negatività per salubrità dell’ambiente e ancora turistici. Eventuali dispersioni di materiale d’amianto volatile verrebbero infatti trasportate dal vento sui quartieri che fiancheggiano via Locatelli dove ci sono abitazioni e strutture produttive. E fin qui il problema pur gravissimo e inaccettabile sarebbe circoscritto a Zogno. C’è però anche una motivazione turistica: si danneggerebbe pesantemente e irrimediabilmente il turismo di tutta la Valle Brembana. Si provino a immaginare le ricadute ovviamente negative dell’inevitabile diffusione della presenza di una discarica tanto pericolosa proprio all’inizio della valle. Certamente dirotterebbe i turisti in altre zone più salubri». Tali motivazioni sono contenute nel testo dell’ordine del giorno che la giunta proporrà all’esame per l’approvazione del Consiglio comunale di stasera. «Chiamo il Consiglio comunale a sostegno della nostra istanza – afferma Ghisalberti – e forte dell’approvazione del documento presenterò le preoccupazioni di Zogno alla prossima assemblea della Comunità montana chiedendo il coinvolgimento di tutti i colleghi sindaci in una azione comune. Siamo tutti interessati, insieme dobbiamo contrastare questo rischio ». Ovvio, in conclusione, che il consiglio comunale di Zogno approverà l’ordine del giorno presentato dalla giunta.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75039
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Zogno dice no all’amianto, e promette: aiuti in arrivo

Messaggiodi IW2LBR » domenica 5 maggio 2013, 10:20

da L'Eco di Bergamo

Zogno dice no all’amianto, e promette: aiuti in arrivo

Zogno dice no alla discarica di rifiuti di amianto. La contrarietà all’ipotizzata realizzazione in una cava dismessa posta in territorio comunale di Sedrina, al confine con il territorio di Zogno, è stata formalizzata in una delibera del Consiglio comunale, che ha recepito le istanze della cittadinanza. A far votare no è la possibilità, fatta presente da più parti, che anche Zogno potrebbe risentire in modo negativo della presenza della discarica, a causa della diffusione di pericolose particelle volatili. Un problema di salute pubblica, quindi, ma anche di immagine turistica e perciò economica della valle: preoccupazioni, queste, già ben evidenziate in un’intervista rilasciata al nostro giornale dal sindaco Giuliano Ghisalberti. La Giunta aveva già preso posizione in un ordine del giorno e altrettanto aveva fatto il gruppo Zogno Democratica con una mozione. Nel corso della recente seduta consiliare dedicata all’esame del consuntivo 2012 e del previsionale 2013 si è ampiamente discusso di questo tema, con interventi che hanno registrato la sintonia dei referenti dei gruppi consiliari, Lega Nord di maggioranza, Zogno Democratica e Pdl-Udc di minoranza. Alla fine si è arrivati alla formulazione di una delibera di Giunta nella quale è stato espresso l’impegno del sindaco di tenere costantemente informati i consiglieri sullo sviluppo della vicenda, pronti ad assumere iniziative di contrasto anche a livello mediatico.

Il ricordo di Curnis
La seduta era stata aperta da una commossa commemorazione, condivisa unanimemente dal Consiglio comunale, dello scomparso assessore Angelo Curnis, tradotta in un documento che si è deciso di allegare agli atti comunali a futura memoria. Ampio spazio della seduta è stato dedicato all’esame e all’approvazione, avvenuta a maggioranza, del consuntivo dell’esercizio 2012 e del preventivo 2013 della gestione del Comune. In sintesi: pur nel rispetto del patto di stabilità – che costringe il Comune a congelare un tesoretto di oltre 3 milioni di euro – e avendo regolarmente prestato i servizi alla cittadinanza, c’è stato un avanzo di amministrazione di 650 mila euro, utilizzati in parte per estinguere anticipatamente mutui per circa 210 mila euro, operazione che ha portato maggior disponibilità di risorse per futuri interventi. Su queste premesse è stato formulato il previsionale che pareggia a oltre 7 milioni di euro. In questo contesto si è discusso di Tares, di Imu e di misure a carattere sociale e di promozione dello sviluppo economico.

«Nessun incremento»
È stato precisato che non ci saranno incrementi di tariffe o altro a carico dei cittadini, anzi, ci saranno sia pur contenuti sgravi per la prima casa, anche di proprietari ospiti di case di riposo e per insediamenti produttivi. Per questo comparto sono previsti sgravi di oneri di urbanizzazione per nuovi insediamenti, ampliamenti e ristrutturazioni. Ancora è previsto un contributo per la casa a giovani coppie. Infine, poco spazio per le opere pubbliche. Sarà realizzato un intervento urgente di difesa spondale di un’area interessata dal collettore generale fognario e da un’infrastruttura produttiva. Il costo previsto per questo intervento è di 200 mila euro, di cui 50.000 di contributo regionale e 150.000 a carico dell’azienda interessata dall’opera.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75039
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Rifiuti speciali a Sedrina, deposito controllato

Messaggiodi elio.biava » lunedì 6 maggio 2013, 9:53

IW2LBR ha scritto:da L'Eco di Bergamo
Zogno dice no all’amianto, e promette: aiuti in arrivo Zogno dice no alla discarica di rifiuti di amianto. La contrarietà all’ipotizzata realizzazione in una cava dismessa posta in territorio comunale di Sedrina, al confine con il territorio di Zogno, è stata formalizzata in una delibera del Consiglio comunale, che ha recepito le istanze della cittadinanza. .... Nel corso della recente seduta consiliare dedicata all’esame del consuntivo 2012 e del previsionale 2013 si è ampiamente discusso di questo tema, ... Alla fine si è arrivati alla formulazione di una delibera di Giunta nella quale è stato espresso l’impegno del sindaco di tenere costantemente informati i consiglieri sullo sviluppo della vicenda, pronti ad assumere iniziative di contrasto anche a livello mediatico...

A parte il titolo roboante (del caporedattore? a_11 ), leggendo l'articolo riportato sembra tutto il contrario, si è arrivati ad un nulla di fatto? SI PRENDE TEMPO? alla fine potrebbe essere anche un si visto la convenienza monetaria di una simile discarica?...non si capisce!
D'altronde qualche giorno prima anche in Comunità Montana la Conferenza di Servizio su tale tema, è stata sospesa. Non hanno manifestato la loro contrarietà ma solo prescrizioni...anche qui per perdere tempo, SILENZIO ASSENSO? . Di solito le prescrizioni si mettono su cose alle quali si è comunque favorevoli e si attuano solo piccole "limature" ma il progetto è ritenuto valido. (Se questo vale per Zogno immagino sia ok anche per Sedrina diretto interessato nel progetto?)
a_34 a_34 a_34
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3067
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Rifiuti speciali a Sedrina, deposito controllato

Messaggiodi elio.biava » martedì 7 maggio 2013, 12:08

COMUNITÀ MONTANA VALLE BREMBANA DELIBERAZIONE N. 11 / 12 del 24.04.2013
VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA


OGGETTO: DETERMINAZIONE IN MERITO AL PROGETTO DI REALIZZAZIONE
DELLA DISCARICA CEMENTO/AMIANTO DELLA DITTA UNICALCE IN COMUNE DI SEDRINA.


…Ritenuto di poter condividere le preoccupazioni espresse dalle Amministrazioni comunali di Zogno e di Sedrina in merito al progetto presentato dalla Società Unicalce Spa -proprietaria delle aree sulle quali ricadono i siti di escavazione- che prevede la trasformazione dell’area di cava in una grande discarica di rifiuti contenenti amianto;

Dato atto che il progetto in argomento:
- prevede lo stoccaggio di oltre 620.000 metri cubi, l’equivalente di oltre 720.000 tonnellate di materiale,
- interessa un’area contigua e soprastante il fiume Brembo;
- prevede l’accesso al sito attraverso una strada di calibro assolutamente inadeguato a l passaggio di mezzi pesanti;

Ritenuto che la realizzazione del progetto potrebbe provocare gravi rischi per la salute di chi risiede e vive il territorio limitrofo, con ricadute negative sull’assetto socio-economico dell’intera Valle Brembana il cui sviluppo è basato sul turismo rurale/montano ecosostenibile; Ricordato che la Commissione competente della Comunità Europea ha recentemente approvato a grande maggioranza una proposta di risoluzione al Consiglio Europeo dove identifica il rifiuto contenente amianto come pericoloso per le gravissime implicazioni sulla salute. Effetti dannosi alla salute sono rilevabili peraltro anche dopo lunghi anni di incubazione per ingestione tramite via aerea o liquida;

DELIBERA
1) Di prendere atto del verbale della Conferenza di servizi citata in premessa

2) Di condividere la contrarietà alla realizzazione di una discarica di rifiuti contenenti cemento-amianto in Comune di Sedrina, espressa dalle Amministrazioni comunali di Zogno e Sedrina con i provvedimenti citati in narrativa;

3) Di trasmettere copia del presente provvedimento:
- ai Comuni di Sedrina e di Zogno per opportuna conoscenza
- all’Amministrazione Provinciale di Bergamo ed alla Regione Lombardia - D.G.
Ambiente con invito alla costituzione di un tavolo di confronto sull’argomento che coinvolga tutte Amministrazioni interessate.
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3067
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Rifiuti speciali a Sedrina, deposito controllato

Messaggiodi elio.biava » martedì 14 maggio 2013, 15:01

Discarica a Sedrina: pubblicata mozione

da V.Bremb. News il 13 maggio 2013
Valle Brembana – Di seguito viene trascritta la proposta di mozione delineatasi durante l’assemblea della Comunità Montana della Val Brembana, riguardante la realizzazione di una discarica di cemento amianto in Comune di Cedrina, inviata al Presidente Comunità Montana Valle Brembana, ai Sindaci Comuni Valle Brembana , ai Sig. Presidente della Regione e della Provincia, al Presidente del Consiglio Regionale, ai Capigruppo Consiliari Regionali. “Premesso che negli scorsi mesi da parte di Unicalce Spa sono state presentate una domanda di autorizzazione integrata ambientale e una istanza di valutazione di impatto ambientale a Comune di Sedrina, Provincia di Bergamo e Regione Lombardia per la realizzazione di un “Deposito controllato di rifiuti speciali non pericolosi contenenti amianto in località Cacosio del Comune di Sedrina”; Il progetto presentato da Unicalce Spa prevede il conferimento nella cava per un periodo di dieci anni, di oltre 600 mila metri cubi di cemento amianto (eternit) corrispondenti ad oltre 700 mila tonnellate di materiale.
…Evidenziato che la Valle Brembana è conosciuta e intende continuare ad essere conosciuta nel mondo per il suo ambiente incontaminato e le sue bellezze naturali e non aspira certo alla poco invidiabile denominazione di “Valle dell’amianto”. Viene espressa contrarietà assoluta alla realizzazione della discarica di cemento amianto nel Comune di Sedrina che rappresenterebbe un colpo mortale ad ogni prospettiva di sviluppo per il territorio dell’intera Valle Brembana”.
http://news.valbrembanaweb.com/index.ph ... more-23260
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3067
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Rifiuti speciali a Sedrina, deposito controllato

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 6 giugno 2013, 8:10

da L'Eco di Bergamo

Assemblea sulla discarica di amianto

Si torna a parlare del progetto di discarica di amianto venerdì sera a Sedrina. Il comitato del no ha indetto un’assemblea pubblica in programma alla scuola media, alle 20,30. Già alcuni Comuni della valle, su invito anche del consigliere provinciale Vittorio Milesi, e la stessa Comunità montana hanno detto no al progetto presentato da Unicalce. All’incontro di venerdì interverrà Mariella Megna del comitato «Cittadini contro l’amianto», organizzatrice e promotrice della richiesta in Consiglio regionale della moratoria di tutte le discariche in Lombardia. Durante la serata, a cui parteciperanno anche i rappresentanti di altri comitati contro l’amianto nella nostra provincia, verranno raccolte le adesioni dei cittadini. Unicalce, che è stata invitata a partecipare all’assemblea, tiene a precisare attraverso il direttore generale Vittorio Vanz «che dal punto di vista turistico e della salute, è senz’altro più pericolosa la presenza di materiali contenenti amianto sui tetti di soggetti privati e pubblici con effettiva possibile dispersione di particelle di amianto nell’aria, che non la presenza di un deposito controllato in cui viene conferito materiale in totale sicurezza trattandosi di materiale pretrattato e imballato». Contraria alla discarica si è dichiarata da tempo anche l’amministrazione comunale di Sedrina.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75039
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

PrecedenteProssimo

Torna a Novità in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite