Turismo in Val Brembana

Informazioni news, cronaca, curiosità dalla Valle Brembana, Segnalazioni utili

Moderatore: IW2LBR

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi pluto » mercoledì 17 febbraio 2016, 15:40

la solita prepotenza del gestore del servizio trasporto pubblico che non rispetta le norme di legge per le quali ha la concessione del servizio.....vorrà un contributo dalla Provincia per predisporre i biglietti in vettura....questi tedeschi.....
Ultima modifica di pluto il giovedì 18 febbraio 2016, 15:37, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi elio.biava » giovedì 18 febbraio 2016, 14:13

IW2LBR ha scritto:da Bergamo NEWS

“No biglietti, no bus, turisti abbandonati in Val Brembana: ho dovuto far da taxi”

Il gestore di una struttura ricettiva della Val Brembana lamenta una serie di disservizi nei quali si è imbattuta una coppia di turisti suoi ospiti nella giornata di domenica 14 febbraio.

...

Dopo che è stata ripristinata la Tassa di Soggiorno ed anche recentemente rincarata, in alcuni ambiti il turista viene facilitato con una card per gli spostamenti con i mezzi pubblici (treno, bus, navetta...), naturalmente così facendo anche l'ambiente ne giova sbarazzandosi dell'auto per gli spostamenti giornalieri.

Addirittura per i pensionati-turisti d'oltralpe, vedi Svizzera, la card è valida partendo da casa, andata e ritorno con tutti i mezzi pubblici di terra necessari!
(per utilizzarla basta obliterarla la prima volta ed è valida per tutto il pacchetto vacanze...)

Immagine

a_11 a_18
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 2901
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 10:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi Lele93 » venerdì 19 febbraio 2016, 8:39

Già... in Alto Adige con corriere e treni vado dappertutto, purtroppo in Valle Brembana è difficile. La sospensione del servizio i giorni festivi in particolare è davvero limitante per delle località turistiche...

Inviato dal mio ASUS_Z00LD utilizzando Tapatalk
Lele93
 

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi pluto » venerdì 19 febbraio 2016, 9:19

purtroppo il trasporto in Valbrembana è in mano alla SAB-->ARRIVA--> DB BAHN-->STATO FEDERALE TEDESCO che se ne sbattono dei problemi della valle.
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi Lele93 » sabato 20 febbraio 2016, 8:41

Non sapevo questo particolare... interessante.
Però forse oer il servizio in una zona poco redditizia servirebbero anche dei fondi pubblici per coprire le perdite.
Lele93
 

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi pluto » sabato 20 febbraio 2016, 9:53

Lele93 ha scritto:Non sapevo questo particolare... interessante.
Però forse oer il servizio in una zona poco redditizia servirebbero anche dei fondi pubblici per coprire le perdite.

ne prendono di contributi pubblici!!!...la Provincia paga già un tanto al Km...i Comuni pagano un tanto al Km per i tratti di loro competenza....e se non basta il vettore poi taglia i km da percorrere....vendono abbonamenti studenti a prezzi calmierati da contributi provinciali anche se lo fanno passare come se fosse un loro sconto con tanto di cartelloni -25%....certi prezzi di listino sono esagerati, addirittura su certe tratte di 40/50 km conviene acquistare l'abbonamento unico regionale bus/metro/treno/traghetti/funivie/funicolari...il vettore percepisce la pubblicità sui mezzi mandati in giro a percorre i km pagati con soldi pubblici...quando aumenta il gasolio reclamano, quando cala reclamano comunque...

e per il caso in questione non rispettano gli obblighi di legge:
Immagine

e nemmeno la carta della mobilità della Provincia
Immagine


ed è assurdo che gli autisti prendano a pesci in faccia l'utente che chiede di pagare il biglietto!!!!!!!
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi Claudio M. » domenica 21 febbraio 2016, 16:13

Con una minima sovrattassa oggigiorno è possibile pagare il biglietto del servizio pubblico con un sms decurtando il dovuto dal credito residuo. In alternativa nei maggiori centri (Zogno,San Pellegrino ,San Giovanni Bianco, etc...) si possono istallare dei distributori automatici di biglietti in stile parcometro... Chiedere all'autista di fare i biglietti a bordo creso sia un inutile perdita di tempo... Per non parlare delle fermate a prenotazione sempre via sms...
Avatar utente
Claudio M.
 
Messaggi: 117
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 13:05

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi pluto » lunedì 22 febbraio 2016, 14:44

Claudio M. ha scritto:Con una minima sovrattassa oggigiorno è possibile pagare il biglietto del servizio pubblico con un sms decurtando il dovuto dal credito residuo. In alternativa nei maggiori centri (Zogno,San Pellegrino ,San Giovanni Bianco, etc...) si possono istallare dei distributori automatici di biglietti in stile parcometro... Chiedere all'autista di fare i biglietti a bordo creso sia un inutile perdita di tempo... Per non parlare delle fermate a prenotazione sempre via sms...

vendere i biglietti in vettura fa parte del servizio....non è segno di scarso sviluppo culturale, sociale ed economico, lo fanno in stati più all'avanguardia di noi.....certo, col biglietto digitale ci si sente un po' più fighi nèèèè..... a_39 ....
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 1712
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 10:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi Claudio M. » lunedì 22 febbraio 2016, 18:54

Non ci sente più fighi a fare un biglietto tramite sms... è solo che non si rischia di essere sbattuti giù dal bus come i due malcapitati ragazzi. E questo si che è sintomo di scarso sviluppo sociale culturale ed economico.
Nel settore pubblico in Italia siamo maestri nel "questo non mi spetta" e nel trovare cavilli per non fare quello che magari ti spetterebbe. Questo dei biglietti a bordo credo proprio sia uno di questi casi.
Quindi intanto che dirigenti pubblici e privati , sindacati, associazioni di consumatori e chi più ne ha più ne metta si mettono d'accordo su quali sono i compiti contrattuali dell'autista dell'autobus andiamo con il bilgietto elettronico che magari si risolve il problema.
Avatar utente
Claudio M.
 
Messaggi: 117
Iscritto il: giovedì 31 luglio 2008, 13:05

PrecedenteProssimo

Torna a Novità in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti