Turismo in Val Brembana

Informazioni news, cronaca, curiosità dalla Valle Brembana, Segnalazioni utili

Moderatore: IW2LBR

Turismo in Val Brembana

Messaggiodi meteopedro » martedì 8 dicembre 2009, 9:04

Da L'Eco di Bergamo online
un'interessante tesi di laurea ,che parla del turismo in Valle Brembana...

Troppe case e pochi alberghi - Penalizzato il turismo in valle

Troppe seconde case e pochi alberghi, campanilismi e scarsa unità d’intenti tra operatori turistici e amministratori, assenza di un coordinamento e, quindi, poca conoscenza del territorio. E delle lingue straniere. Tutto questo accanto, comunque, a un territorio, quello della Valle Brembana, dalle buone potenzialità turistiche, garantite soprattutto da risorse naturali e storico-culturali, dal permanere delle tradizioni, dalle fonti termali, dai comprensori sciistici e dalla vicinanza con le città metropolitane. Ma, per far decollare il turismo, c’è ancora tanto da fare. La tesi di laurea è quella di Francesca Centurioni, 26 anni, di Isola di Fondra, discussa alla facoltà di sociologia dell’università Bicocca di Milano, e illustrata recentemente in un’assembla pubblica a San Pellegrino. Partiamo dai dati di seconde case e alberghi.

La Valle Brembana dispone di 18.500 abitazioni per vacanze con una stima di posti letto di circa 74 mila unità: case che rappresentano il 39% di tutte quelle presenti, una percentuale che è la più alta tra tutte le valli bergamasche (in Val Seriana superiore, per esempio, le seconde case sono il 14% di tutte le abitazioni). Al contrario gli alberghi sono sempre meno: dal 1997 al 2007 sono passati da 77 a 57. «Le seconde case rimangono vuote per la maggior parte dell’anno – dice Centurioni –. Negozi e attività chiudono perché lavorano pochi mesi, il turista non trova servizi che cerca e le presenze dei villeggianti calano. Alla fine gli alberghi hanno poca clientela e non riescono a rinnovarsi qualitativamente. Un circolo vizioso non facile da spezzare».

Si può, però, cercare di sfruttare meglio proprio le seconde case, copiando il cosidetto «Gites de France»: «È una gestione utilizzata in Francia, a livello nazionale – dice Centurioni – che da noi potrebbe essere quanto meno impiegata a livello vallare: serve una gestione unitaria di tutte le seconde case, con una classificazione delle stesse, una promozione e vendita online tramite un centro unico di prenotazioni e la possibilità di affittarle per pochi giorni». Altro elemento critico: la mancanza di un coordinamento tra operatori turistici ma anche amministratori. «Esiste, di fatto, un Consorzio degli operatori turistici – dice Centurioni – ma, da quel che mi risulta, è ormai poco operativo. E, comunque, prevalgono ancora i campanilismi, si sente la carenza di un elemento coordinatore e di strategie unitarie, così come sono ancora insufficienti la cultura dell’accoglienza e la conoscenza del territorio da parte degli operatori».

Due esempi: «A oggi manca ancora un logo che identifichi la Val Brembana turistica e richiami subito alla mente il nostro territorio: potrebbe essere qualcosa che si rifa alle quattro stagioni o un prodotti tipico della valle, da Arlecchino ai formaggi. E non è disponibile, per esempio, una guida turistica cartacea aggiornata e disponibile per tutta la Valle». E la scarsa conoscenza del territorio e delle lingue straniere sono aspetti emersi anche tra il pubblico, in occasione proprio dell’incontro con la studentessa (poi premiata dall’assessore alla Cultura di San Pellegrino Michele Pesenti).

Giovanni Ghisalberti

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cron ... onde_case/
Avatar utente
meteopedro
 
Messaggi: 2826
Iscritto il: domenica 23 gennaio 2005, 16:34
Località: Paladina 272 m.s.l.m.

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi formica » martedì 8 dicembre 2009, 11:03

Mi sembrano degli spunti interessanti, qualcosa del genere é stato fatto anche in Trentino con il progetto affitti brevi.
Da noi non avrebbe vita facile (a dire il vero nemmeno in Trentino), ma con il supporto della Camera di Commercio e della Regione potremmo realizzare un progetto pilota, brava!
Avatar utente
formica
 
Messaggi: 93
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 14:22
Località: bg

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi TARCI » mercoledì 9 dicembre 2009, 9:36

Non poteva essere più centrato questo articolo.
Gli spunti ci sono tutti o quanto meno i principali argomenti sui cui lavorare. Non sono certo le attrattive naturali che mancano, ma il coordinamento: chi deve farsi carico di riaprire il dialogo tra le comunità e all'interno delle comunità stesse.

Eppure degli esempi interessanti come l'esperimento dell'ospitalità diffusa di Ornica, lo sviluppo recente degli agriturismi (Ferdy in testa) gli investimenti recenti sugli impianti di risalita a Foppolo, e San Simone (con l'impegno dei 3 sindaci di Valleve Carona Foppolo)...

Confermo che che un'ostacolo enorme è il campanilismo che si è creato tra le varie amministrazioni, a mio modo di vedere con l'avvento della seconda repubblica e le conseguenti formazioni politiche che di quelle nazionali hanno copiato sopratutto la litigiosità (per non dire qualcosa di più ...)

Se serve un esempio clamoroso si veda la realizzazione del collettore fognario/depuratore di Zogno, dove per atteggiamenti politici poco comprensibili, comuni adiacenti non collaborano (per cui ad oggi ci sono ancora molti che scaricano la fogna direttamente nel Brembo ! (2 mesi fa la legge Merli, che ha introdotto i depuratori, ha compiuto 33 anni !)

Ma chi deve fare da coordinamento ?
..viaggio senza meta…
Avatar utente
TARCI
 
Messaggi: 316
Iscritto il: lunedì 4 maggio 2009, 12:13
Località: Sedrina mt.325

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi kikko » mercoledì 9 dicembre 2009, 13:12

Da L'Eco di Bergamo on line.....

Fiammetta in Valle Inferno - Ornica, si gira per Italia Uno.....
Ciak si gira: e la Valle Inferno, sopra Ornica, è diventata set televisivo per lanciare una trasmissione di Italia Uno dedicata alla natura selvaggia. Sarà presentata da Fiammetta Cicogna, la bella ventunenne milanese protagonista quest’estate dello spot a puntate della Tim diretto da Gabriele Muccino. Settimana scorsa è stata sul set speciale, tra baite, asini e sentieri innevati, della Valle Inferno, perché proprio dai piedi del Pizzo dei Tre Signori verranno lanciati i documentari internazionali in onda da domenica, in prima serata, su Italia Uno.
kikko
 

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi IW2LBR » mercoledì 9 dicembre 2009, 13:23

kikko ha scritto:Da L'Eco di Bergamo on line. Fiammetta in Valle Inferno Ornica, si gira per Italia Uno. Ciak si gira: e la Valle Inferno, sopra Ornica, è diventata set televisivo per lanciare una trasmissione di Italia Uno dedicata alla natura selvaggia. Sarà presentata da Fiammetta Cicogna, la bella ventunenne milanese protagonista quest’estate dello spot a puntate della Tim diretto da Gabriele Muccino. Settimana scorsa è stata sul set speciale, tra baite, asini e sentieri innevati, della Valle Inferno, perché proprio dai piedi del Pizzo dei Tre Signori verranno lanciati i documentari internazionali in onda da domenica, in prima serata, su Italia Uno.

Gia' presente qui: http://forum.valbrembanaweb.com/post75489.html#p75489
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75040
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Alberghi: Stagione sciistica Valle Brembana 2010/ 2011

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 31 marzo 2011, 9:02

Alberghi: Stagione sciistica Valle Brembana 2010/ 2011

Gli albergatori: «Settimane bianche con gli stranieri»

VALLE BREMBANA
a Presenze negli alberghi generalmente in linea con l’anno scorso e operatori soddisfatti.
Con le settimane bianche garantite grazie all’arrivo dei turisti stranieri e quindi all’aeroporto di Orio al Serio.


«Il numero di arrivi – dice Gianfranco Invernizzi, titolare dell’hotel Des Alpes di Foppolo – è simile a quello della scorsa stagione. Con il boom durante le vacanze natalizie e buone presenze a febbraio. E come sempre le settimane bianche, fino allo scorso 20 marzo, sono state garantite dagli arrivi degli stranieri: inglesi, belgi, francesi. Gli italiani, invece, arrivano per il weekend». «Circa il 60% dei ricavi degli impianti di risalita arrivano dai pendolari giornalieri, quasi tutti italiani – dice il sindaco di Foppolo Beppe Berera – mentre il restante 40% sono di plurigiornalieri e stagionali. E tra i plurigiornalieri gli stranieri sono in maggioranza: costituiscono, quindi, un elemento significativo per gli alberghi». Novità della stagione invernale ormai conclusa la riapertura dell’albergo Sant’Ambroeus, con 48 posti letto. «Abbiamo lavorato bene – dice la titolare Ilaria Invernizzi –. Abbiamo avuto un calo grosso a gennaio, ma complessivamente la stagione è soddisfacente. Con una buona presenza di stranieri, ormai il 50%, soprattutto per i periodi più lunghi». Diversa la situazione di Piazzatorre dove si è saputo troppo tardi che la stagione sarebbe partita a comprensori unificati. «Purtroppo non abbiamo potuto programmare la stagione e prendere prenotazioni in estate – spiega Gaetano Bonetti, albergatore e presidente dell’ufficio turistico –. Sapevamo che non sarebbe andata molto bene. Durante la settimana, in pratica, avevamo pochissime presenze. Solo nei fine settimana, da venerdì o solo da sabato, abbiamo avuto qualche sciatore italiano. Le presenze andranno sicuramente meglio il prossimo anno. Già ora qualche sciatore, soddisfatto del comprensorio unito, ha garantito la presenza per il prossimo anno».
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75040
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi Tigella » mercoledì 6 luglio 2011, 8:59

Ciao a tutti, mi sono appena iscritta
Non sapevo dove inserire questa mia domanda e, visto che devo venire in Val Brembana a passare le vacanze questa estate ho pensato di usare questo post sul turismo!
Vorrei sapere se, a parte quello di Foppolo, ci sono altri centri benessere in Val Brembana
Insomma, dopo una bella camminata in cima ai monti è bello rilassarsi in un idromassaggio!
Grazie 1000
Tigella
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 5 luglio 2011, 17:00

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi andrea.brembilla » mercoledì 6 luglio 2011, 9:57

Benvenuta a Tigella sul forum della Valle Brembana!

L'Hotel-Albergo Centrale a San Pellegrino ha un centro benessere! Non so però se è aperto anche a chi non soggiorna in albergo...prova a chiedere!

Tel.e Fax +39 0345 21008

a_14
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5473
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 11:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Turismo in Val Brembana

Messaggiodi Tigella » mercoledì 6 luglio 2011, 11:07

Grazie 1000....speriamo di fare una buona vacanza. Mi sto studiando tutte le vostre uscite sulla sezione del trekking! a_45
Tigella
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 5 luglio 2011, 17:00

Prossimo

Torna a Novità in Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite