Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Area Rifugi delle Alpi e Prealpi Orobie Bergamasche

Moderatore: IW2LBR

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi MTBiker » venerdì 19 giugno 2009, 18:58

Ottimo!un bel gruppetto! adesso bisognerà solamente speare nel tempo! a_21
a_45 a_14
"Il vento fa il suo giro, e tutte le cose prima o poi ritornano.."
Avatar utente
MTBiker
 
Messaggi: 457
Iscritto il: sabato 25 ottobre 2008, 12:48
Località: Brüsa - Olmo al B.

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi formica » giovedì 8 aprile 2010, 9:51

Da L'Eco di Bergamo di oggi:

Da Carona ai rifugi Longo e Fratelli Calvi con una «jeep-navetta». Il servizio sarà istituito dall'amministrazione comunale, molto probabilmente a luglio e agosto, con l'obiettivo di ridurre il traffico veicolare lungo la strada sterrata che porta alla conca del Calvi e, allo stesso tempo, consentire anche a qualche anziano di raggiungere i rifugi (con la jeep ci si arriva in mezz'ora).

Il tracciato sterrato che parte da Carona arriva al rifugio Calvi dopo circa sette chilometri e mezzo mentre la deviazione per il Longo (entrambi si trovano poco sopra i 2.000 metri di quota) è di circa tre chilometri. «Ogni estate concediamo una serie di autorizzazioni giornaliere per il transito con i veicoli – spiega il sindaco Gianalberto Bianchi – ma le richieste sono diventate troppe. Anche di automobilisti che magari non hanno proprietà lungo la strada e salgono solo per fare un giro. E poi ci sono connessi tutti i problemi di sicurezza. Con il servizio di navetta elimineremo tutto questo traffico dando la possibilità anche agli anziani che magari vorrebbero salire ai rifugi di arrivarci comodamente. Le autorizzazioni saranno limitate a residenti o proprietari di terreni e baite».


FINALMENTE!!! Forse anche quella meravigliosa conca e stupende montagne potrà essere conosciuta e visitata senza farsi un lungo, faticoso e in parte inutile percorso.
Avatar utente
formica
 
Messaggi: 81
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 13:22
Località: bg

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi stella-alpina » giovedì 8 aprile 2010, 10:27

Accidenti!!!
La mia sarà una voce fuori dal coro... ma penso che le autorizzazioni andrebbero concesse solo a chi possiede baite e terreni...
gli altri.... tutti a piedi!! altro che navetta.... non è città alta..
a_34 a_34 a_34
"un'emozione può sparire nella brevità di uno sguardo, ma la si ricorda per il resto dei giorni"
Mauro Corona
Avatar utente
stella-alpina
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: venerdì 29 maggio 2009, 12:46

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi andrea.brembilla » giovedì 8 aprile 2010, 10:34

Sono d'accordo con stella-alpina...sarò un purista, ma io la penso così. a_11

PS. ricordo che il Rifugio Calvi è aperto tutti i fine settimana.
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5321
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Laxolo di Val Brembilla (BG) - 570 m s.l.m.

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi fiore » giovedì 8 aprile 2010, 10:51

Sono d'accordo con stella-alpina... sarò un purista, ma io la penso così.

anch'io la penso così..
Ipocrisia pura, altro che favorire gli anziani.....queste iniziative comunali servono solo a far cassa ! a_35

ormai non c'è rifugio che non sia raggiungibile con un mezzo motorizzato (sponsorizzato magari anche dal CAI ), e quando vedo vecchie baite di pastori che vengono ristrutturate per uso privato, dico: "bon...tempo un anno e qui c'arriva una strada !!" jkfdg
no al progetto http://www.floralpinabergamasca.net/pagina_286.html del comprensorio sciistico dell’Alta Valle Seriana, firma http://www.floralpinabergamasca.net/nosci/DEFAULT.php anche tu !
Avatar utente
fiore
 
Messaggi: 70
Iscritto il: domenica 2 ottobre 2005, 20:24
Località: valle seriana

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi formica » giovedì 8 aprile 2010, 12:36

Nel riportare la nota de L'eco on line, ho volutamente messo in grassetto le parole del sindaco perché non le condivido, mentre sono assolutamente d'accordo alle navette (magari a metano) da e per il rifugio, a patto che si escludano tutti gli altri mezzi motorizzati. Sul fatto poi di esser più o meno puristi nel rapporto con la montagna non entro nel merito in quanto ognuno é libero di avere la sua opinione io continuo a pensare che se vogliamo continuare ad avere le nostre montagne senza gente va bene così anzi potremmo anche nasconderle in modo che nessuno ne veda e goda la bellezza straordinaria. (Su questo punto il forum fa veramente un pessimo servizio visto gli splendidi reportage fotografici). A parte le battute ci si deve chiarire come ci si deve approcciare all'ambiente: se con atteggiamento tutelativo o partecipativo con rispetto, ovviamente io propendo per il secondo. Dirò di più, se si lascia alla libera scelta ognuno farà come meglio crede e sarà il caos, quindi: auto in parcheggio a Carona e, chi vuole fa la strada a piedi e gli altri in navetta (pagando ovviamente). Forse ne guadagnerà anche l'attrattività turistica della zona.
Avatar utente
formica
 
Messaggi: 81
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 13:22
Località: bg

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi stella-alpina » giovedì 8 aprile 2010, 12:58

Credo che la zona del Calvi sia ampliamente e facilmente raggiungibile e la massiccia presenza di utenti lo testimonia.
Non servono navette.
Dire poi che le nostre montagne sono senza gente non è cosa vera.
Nessuno vuole nasconderle.
Sono tanti gli appassionati che in ogni stagione frequentano la valle.
C'è la montagna che si raggiunge in auto e quella che viene vissuta, per fortuna, solo a piedi.
C'è chi fa escursionismo, chi fa alpinismo e chi invece si accontenta di scendere dall'auto e banchettare senza fatica.
Non è obbligatorio che ogni località venga raggiunta da ogni tipo di utenti.
Ma questo è il mio pensiero.

ciao a_45
Ultima modifica di stella-alpina il giovedì 8 aprile 2010, 14:58, modificato 1 volta in totale.
"un'emozione può sparire nella brevità di uno sguardo, ma la si ricorda per il resto dei giorni"
Mauro Corona
Avatar utente
stella-alpina
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: venerdì 29 maggio 2009, 12:46

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi andrea.brembilla » giovedì 8 aprile 2010, 13:31

Continuo ad essere al 100% d'accordo con stella-alpina. Rimarco un concetto ulteriore:

formica ha scritto:io continuo a pensare che se vogliamo continuare ad avere le nostre montagne senza gente va bene così anzi potremmo anche nasconderle in modo che nessuno ne veda e goda la bellezza straordinaria.

Le montagne senza gente? Invito tutti a frequentare la zona del Calvi, dei Gemelli, del Benigni, dell'Avaro, del Pizzo Tre Signori, dei Piani dell'Alben, del Grassi...e via dicendo...nel fine settimana; non mi pare proprio ci sia un problema di presenza escursionistica nei nostri monti.
Se poi si vogliono attirare al Fregabolgia anche i turisti della domenica e magari ci impiantiamo anche un baracchino con le sdraio, l'animazione e le barchette allora quello è un altro discorso...e sinceramente ne faccio volentieri a meno, possono anche farlo al Lago di Carona.

Scusate la franchezza dei toni, ma credo che così ne guadagni la chiarezza del discorso. Giusto il discorso almeno dell'alimentazione a metano, ma non credo siano così lungimiranti (spero di sbagliarmi).
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5321
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Laxolo di Val Brembilla (BG) - 570 m s.l.m.

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi formica » giovedì 8 aprile 2010, 13:51

andrea.brembilla ha scritto:Le montagne senza gente? Invito tutti a frequentare la zona del Calvi, dei Gemelli, del Benigni, dell'Avaro, del Pizzo Tre Signori, dei Piani dell'Alben, del Grassi...e via dicendo...nel fine settimana; non mi pare proprio ci sia un problema di presenza escursionistica nei nostri monti.

Vedo che sono in minoranza secca e non é mia intenzione dare vita ad un dialogo con ognuno di voi (soccomberei sicuramente) ma in merito a quanto accennate, vi ricordo solo che in altri territori montani (trentino? Svizzera? Austria?) non meno amanti del l'ambiente di noi, queste iniziative sono già ampiamente sperimentate e hanno un indubbio successo, certo che se agiamo in modo "cialtronesco" allora il rischio che paventate é vero. Lasciatemelo dire, "ogni tanto" anch'io vado in montagna e vi garantisco che sento le lagnanze dei rifugisti o dei ristoratori e comunque non mi sembra di vedere così tanta gente in giro. Altro discorso é metterci d'accordo su cosa intendiamo per tanta gente....
Avatar utente
formica
 
Messaggi: 81
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 13:22
Località: bg

PrecedenteProssimo

Torna a Rifugi Sentiero delle Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti