Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Area Rifugi delle Alpi e Prealpi Orobie Bergamasche

Moderatore: IW2LBR

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi andrea.brembilla » giovedì 8 aprile 2010, 13:31

Continuo ad essere al 100% d'accordo con stella-alpina. Rimarco un concetto ulteriore:

formica ha scritto:io continuo a pensare che se vogliamo continuare ad avere le nostre montagne senza gente va bene così anzi potremmo anche nasconderle in modo che nessuno ne veda e goda la bellezza straordinaria.

Le montagne senza gente? Invito tutti a frequentare la zona del Calvi, dei Gemelli, del Benigni, dell'Avaro, del Pizzo Tre Signori, dei Piani dell'Alben, del Grassi...e via dicendo...nel fine settimana; non mi pare proprio ci sia un problema di presenza escursionistica nei nostri monti.
Se poi si vogliono attirare al Fregabolgia anche i turisti della domenica e magari ci impiantiamo anche un baracchino con le sdraio, l'animazione e le barchette allora quello è un altro discorso...e sinceramente ne faccio volentieri a meno, possono anche farlo al Lago di Carona.

Scusate la franchezza dei toni, ma credo che così ne guadagni la chiarezza del discorso. Giusto il discorso almeno dell'alimentazione a metano, ma non credo siano così lungimiranti (spero di sbagliarmi).
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi formica » giovedì 8 aprile 2010, 13:51

andrea.brembilla ha scritto:Le montagne senza gente? Invito tutti a frequentare la zona del Calvi, dei Gemelli, del Benigni, dell'Avaro, del Pizzo Tre Signori, dei Piani dell'Alben, del Grassi...e via dicendo...nel fine settimana; non mi pare proprio ci sia un problema di presenza escursionistica nei nostri monti.

Vedo che sono in minoranza secca e non é mia intenzione dare vita ad un dialogo con ognuno di voi (soccomberei sicuramente) ma in merito a quanto accennate, vi ricordo solo che in altri territori montani (trentino? Svizzera? Austria?) non meno amanti del l'ambiente di noi, queste iniziative sono già ampiamente sperimentate e hanno un indubbio successo, certo che se agiamo in modo "cialtronesco" allora il rischio che paventate é vero. Lasciatemelo dire, "ogni tanto" anch'io vado in montagna e vi garantisco che sento le lagnanze dei rifugisti o dei ristoratori e comunque non mi sembra di vedere così tanta gente in giro. Altro discorso é metterci d'accordo su cosa intendiamo per tanta gente....
Avatar utente
formica
 
Messaggi: 93
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 13:22
Località: bg

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi andrea.brembilla » giovedì 8 aprile 2010, 19:53

formica ha scritto:certo che se agiamo in modo "cialtronesco" allora il rischio che paventate é vero.

E' esattamente di questo che mi preoccupo, speriamo che l'iniziativa sia improntata a pochi ma fondamentali elementi base:

1. tutela dell'ambiente prima di tutto: metto la navetta ma chiudo l'accesso a tutti i veicoli, tranne naturalmente proprietari e mezzi di servizio...e magari la navetta la faccio andare pure a metano o qualcosa del genere (non sono esperto nel settore).
2. mantenimento dello status quo ambientale: no a speculazioni edilizie né ad obbrobri soprattutto da Pagliari (compreso) in su...va bene la messa in sicurezza della strada, l'importante è che non se ne faccia una nuova.
3. controllo dei flussi turistici e consapevolezza delle proprie capacità: non vorrei che le truppe cammellate alla diga Fregabolgia o al Longo poi si mettessero in testa di avere le competenze per scalare le montagne che si troveranno vicini, come l'Aga, il Cabianca o addirittura il Diavolo. Il farsi due ore a piedi per raggiungere la diga è sicuramente un deterrente efficacissimo, che seleziona chi può proseguire verso le vette e chi no; mettendo la navetta, si riuscirà ad ottenere lo stesso effetto?

a_14
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi bruma » giovedì 8 aprile 2010, 22:45

Se l'utilizzo delle jeep-navetta fosse motivato solo da spirito d'altruismo e fosse attivato solo per consentire ad anziani o persone con limitazioni motorie di raggiungere i rifugi, l'idea potrebbe essere facilmente condivisibile, pur con qualche perplessità.
Credo però che il servizio navetta sia un mezzo per incentivare il turismo e le entrate economiche. Mi pare un motivo valido... il turismo è ormai la risorsa principale per chi abita in alta montagna... Non credo che si possa condannare a priori la scelta di introdurre il servizio navetta per motivi di lucro, ma, ovviamente, in questo modo, si creano molti più inconvenienti ed "effetti collaterali".
Quante navette transiterebbero, per esempio, il sabato mattina? Due, cinque, dieci, cinquanta? L'escursionista, giunto a piedi al rif. Calvi, potrebbe affermare di aver respirato l'aria sana di montagna? Oppure si troverebbe con i polmoni saturi di gas di scarico e di polvere sollevata dai fuoristrada?
E' chiaro che a fronte di un maggior numero di turisti (da "spiaggia") trasportati in jeep (non possiamo chiamarli escursionisti) potrebbe esserci una riduzione di escursionisti che, desiderosi di aria fresca, opterebbero per altre mete lontano dal traffico.
Ed è vero ciò che si è già scritto: molte persone impreparate e inesperte si cimenterebbero, incoscientemente, in imprese aldilà delle proprie capacità alzando la probabilità di rischio di incidenti e, conseguentemente, aumentando il "lavoro" per il soccorso alpino.

Personalmente, già da molti anni, cerco di evitare di percorrere la strada Carona-Calvi; esistono diversi percorsi paralleli, alternativi...
E se salgo al Diavolo, non bado ai sentieri ma seguo una linea dritta sulla cartina... un su e giù tra pendii, pascoli e malghe... più faticoso ma anche più favoloso! Il bello di un'escursione non è la vetta, bensì il come la si raggiunge e quell'intenso rapporto tra uomo e montagna che si crea durante la salita.
bruma
 
Messaggi: 67
Iscritto il: sabato 30 gennaio 2010, 15:22
Località: Sorisole (Petosino 300 m. slm)

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi zogno65 » giovedì 10 giugno 2010, 11:34

Il rifugio Calvi è già aperto anche durante i giorni feriali o solo nel fine settimana ? Grazie. ciao a tutti.
a_45
zogno65
 

dal 13 giugno Rifugio Calvi aperto tutti i giorni

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 10 giugno 2010, 19:03

zogno65 ha scritto:Il rifugio Calvi è già aperto anche durante i giorni feriali o solo nel fine settimana ? Grazie. ciao a tutti.

Rifugio Calvi aperto festivi e prefestivi....
dal domenica prossima (13 giugno 2010) apertura continuata
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76765
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi klag » mercoledì 30 giugno 2010, 18:17

Ciao a tutti.
Andando al Calvi seguendo il "sentiero estivo" in questo periodo si devono attraversare pendii ricoperti di neve? Vorrei andarci con mia figlia che ha 7 anni e vorrei evitare "attraversamenti".
Grazie in anticipo per la risposta a_45
klag
 
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 28 giugno 2009, 11:52

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi IW2LBR » mercoledì 30 giugno 2010, 18:29

klag ha scritto:Ciao a tutti. Andando al Calvi seguendo il "sentiero estivo" in questo periodo si devono attraversare pendii ricoperti di neve? Vorrei andarci con mia figlia che ha 7 anni e vorrei evitare "attraversamenti". Grazie in anticipo per la risposta

il sentiero estivo parte dal borgo di Pagliari fino a quota 1800 m sulla strada sterrata del Calvi.. dunque vai tranquillo che non trovi neve..
buona passeggiata... a_14
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76765
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Rifugio F.lli Calvi 2.015 m s.l.m. - Carona

Messaggiodi klag » mercoledì 30 giugno 2010, 19:22

IW2LBR ha scritto:
klag ha scritto:Ciao a tutti. Andando al Calvi seguendo il "sentiero estivo" in questo periodo si devono attraversare pendii ricoperti di neve? Vorrei andarci con mia figlia che ha 7 anni e vorrei evitare "attraversamenti". Grazie in anticipo per la risposta

il sentiero estivo parte dal borgo di Pagliari fino a quota 1800 m sulla strada sterrata del Calvi.. dunque vai tranquillo che non trovi neve..
buona passeggiata... a_14

Grazie mille per la rapida risposta: qualche anno fa c'ero andato in questo periodo ed in due punti il sentiero era ricoperto da grosse lingue di neve (larghe un centinaio di metri)...niente di particolarmente pericoloso per un'adulto ma con una bimba di quell'età non voglio rischiare..
klag
 
Messaggi: 5
Iscritto il: domenica 28 giugno 2009, 11:52

PrecedenteProssimo

Torna a Rifugi Sentiero delle Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite