Bollettino Valanghe

Itinerari e discese di sci-alpinismo invernale ed estivo
Valle Brembana - Alpi Orobie Bergamasche

Moderatore: freedom

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi Skiador » martedì 21 gennaio 2014, 21:32

nerone ha scritto:Non conta tanto quello che c'è intorno alle piste ma quello che c'è sopra il bosco

Vero, il semplice trovarsi in un bosco non e' sufficiente per dire di essere sicuri al 100%, bisogna anche vedere cosa c'e' sopra. Poi ci sono anche situazioni eccezionali di valanghe che in pochi riescono a capire (e che in pochissimi conoscono), che partono nel bosco, tipo quella che decine di anni fa e' partita sopra Ponte dell'Acqua (Mezzoldo) dalla parte del bosco, appena sotto i piani di Begna, che dopo aver superato la pista di fondo ha spazzato via letteralmente uno chalet proprio di fronte al Genzianella (al di la' del fiume), da non confondersi con la valanga piu' "famosa" dell'86 che scese dalle pendici opposte e che prese meta' della proprieta' del Genzianella (zona box).

Li' e' assolutamente tutto bosco, senza prati o canali aperti, tutto fino assolutamente in cima (dove il bosco poi scollina sui piani di Begna), eppure e' scesa ed e' stata devastante!!! Dato che era polverosa, il bosco esiste ancora, ma lo chalet, vittima dell'onda d'urto, non piu'.. (e' rimasta solo la base in cemento). a_45
Avatar utente
Skiador
 
Messaggi: 1773
Iscritto il: sabato 24 febbraio 2007, 16:55
Località: england

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi Fabius » martedì 21 gennaio 2014, 21:51

Skiador mi incuriosice moltissimo questo fatto della slavina "nel bosco" che è accaduta in zona Begna tempo fa, ma siamo sicuri che era proprio partita da una zona di bosco fitto...oppure da una radura tipo quella oggetto del distacco documentato sul web da quella foto fatta da Tegge di Foppolo? Hai una piantina tipo google da postare col disegno o delle foto? a_34
Facendo riferimento alla slavina degli Spiazzi credo proprio che sia quella che "di solito" scende dalle appunto valangose pendici del Timogno, probabilmente quando questa è di grosse dimensioni potrebbe arrivare a toccare la pista di sci. A proposito di Timogno faccio notare che qualcuno si è azzardato a salirci Domenica quando il livello di rischio era 5 a_19 !
La felicità dell'uomo sta nella natura selvaggia.
Fabius
 
Messaggi: 2111
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 11:52
Località: Bergamo Nord (alt.295mt.)

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi Skiador » martedì 21 gennaio 2014, 22:21

Fabius ha scritto:Skiador mi incuriosice moltissimo questo fatto della slavina "nel bosco" che è accaduta in zona Begna tempo fa, ma siamo sicuri che era proprio partita da una zona di bosco fitto...oppure da una radura tipo quella oggetto del distacco documentato sul web da quella foto fatta da Tegge di Foppolo? a_34

Il bosco che si trova sopra gli chalet (costruiti intorno agli anni '70) appena al di la' del ponticello esattamente di fronte al Genzianella (dove si trova anche la Baita Steffen in cui d'estate vendono i formaggi) non ha nessuna radura (nemmeno la piu' piccola) fino al suo culmine in alto.
Ci sono dei piccoli canali, come in tutti i boschi abbastanza ripidi, ma appunto all'interno del bosco. Per cui non esiste una regola assoluta che possa dire che le valanghe non possono avere origine all'interno di un bosco. Esistono piuttosto delle rare valanghe che sono apparentemente "imprevedibili" anche dai maggiori esperti. Naturalmente quella di oggi a Gromo, per quanto impressionante, non fa parte di queste. a_45
Avatar utente
Skiador
 
Messaggi: 1773
Iscritto il: sabato 24 febbraio 2007, 16:55
Località: england

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi freedom » mercoledì 22 gennaio 2014, 9:23

Link al video girato da un amico ieri pomeriggio al Timogno.

[youtube]rNeifgz29r0[/youtube]

a_19
fr33d0m ( Canali video: YouTube - Vimeo )
Moderatore aree Alpinismo e Sci-alpinismo
Avatar utente
freedom
 
Messaggi: 3604
Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2009, 9:49
Località: Bassa Bergamasca / Bordogna

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi andrea.brembilla » mercoledì 22 gennaio 2014, 9:33

Bisognerebbe poi capire cosa ci vanno a fare visto anche gli appelli dei rifugisti del Vodala a non risalire le piste... mah... in realtà siamo off topic visto che è in Val Seriana, ma neanche troppo visto che ci sono diversi itinerari anche in valle che la gente fa, anche con pericolo, senza guardare cosa si ha sopra (ad esempio il battutissimo Madonna delle Nevi - Ca San Marco).
a_45
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5455
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 11:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi Fabius » mercoledì 22 gennaio 2014, 19:55

a_19 Davvero spaventosa ragazzi la valanga del Timogno! Questo è uno dei rari casi in cui si rischia più in pista che fuori a_11 ....certo che questa località quando c'è rischio 4/5 è davvero pericolosa laddove la pista incrocia lo sbocco di questo canalone e poi più in basso il vallone del Benfit; possono arrivare 2 valanghe enormi fino sulla pista. Un complimento davvero grosso a chi si è preoccupato di lasciare chiusa la pista, però questo non basta; visto che è comunque percorsa sempre da "qualcuno", non è il caso forse che si costruisca un minimo di protezione a monte ? (perchè qui mi sembra non sia stato fatto mai niente in tal senso).
E come dice Andrea... gli escursionisti non si lascino influenzare sulla pista bella pronta e battuta che porta al San Marco perchè è proprio una zona tra le più a rischio slavine della nostra Valle! Anche se vi dicono che "ha già scaricato", non fa nulla, seguite sempre l'indice di rischio e non avventuratevi se è sopra il 3!
Aggiungo un'osservazione: l'attuale stracarico nevoso incombente, per il suo peso specifico notevole, terrorizza la fascia boschiva mettendo a dura prova anche l'alto fusto che non riesce ad arginare talvolta le valanghe più grandi (oggi ho assistito infatti ad una slavinetta di "solo" 50mq. che è riuscita a strappare due piccoli pini, il rumore di tale rottura mi ha fatto letteralmente accapponare la pelle).
La felicità dell'uomo sta nella natura selvaggia.
Fabius
 
Messaggi: 2111
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 11:52
Località: Bergamo Nord (alt.295mt.)

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi Fabio76 » domenica 2 febbraio 2014, 19:17

PERICOLO DI VALANGHE PREVISTO PER IL 03/02/2014

Immagine
La neve è una poesia. Una poesia che cade dalle nuvole in fiocchi bianchi e leggeri. Questa poesia arriva dalla labbra del cielo, dalla mano di Dio. Ha un nome. Un nome di un candore smagliante. Neve
Avatar utente
Fabio76
 
Messaggi: 3227
Iscritto il: sabato 12 gennaio 2008, 1:30
Località: Paladina 272 m.s.l.m.

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi freedom » domenica 28 dicembre 2014, 19:49

La nevicata di ieri sommata all'azione del vento moderato/forte previsto per i prossimi giorni hanno fatto alzare il pericolo valanghe da 2-MODERATO a 3-MARCATO sulle Alpi Orobiche e Retiche.
Attenzione ai lastroni da vento accumulati sotto le creste.
fr33d0m ( Canali video: YouTube - Vimeo )
Moderatore aree Alpinismo e Sci-alpinismo
Avatar utente
freedom
 
Messaggi: 3604
Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2009, 9:49
Località: Bassa Bergamasca / Bordogna

Re: Bollettino Valanghe

Messaggiodi Fabius » mercoledì 31 dicembre 2014, 17:00

freedom ha scritto:Attenzione ai lastroni da vento accumulati sotto le creste.

Pericolo abbassato a livello 2 ma comunque ancora presente sopra i 2200m. Aumento termico domani. Distacchi spontanei poco probabili ma FBL al passaggio sopra i lastroni ventati accumulati. Buone escursioni a_45
La felicità dell'uomo sta nella natura selvaggia.
Fabius
 
Messaggi: 2111
Iscritto il: giovedì 25 dicembre 2008, 11:52
Località: Bergamo Nord (alt.295mt.)

Precedente

Torna a Sci-alpinismo sulle Alpi Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite