Ipotesi futuro collegamento S. Simone - Mezzoldo

Situazione impianti, nuovi progetti e sviluppi delle stazioni sciistiche di Foppolo, San Simone, Carona, Piazzatorre e Valtorta/ Piani di Bobbio.

Moderatori: IW2LBR, alvin 51, Lino70

Messaggiodi president » venerdì 9 febbraio 2007, 20:30

Sarebbe sicuramente qualcosa di importante per il rilancio dello sci in generale.....

Adesso però voglio esagerare e riportarvi una cosa che ho sentito da alcuni cacciatori....che san simone e piazzatorre sono distanti un tiro di schioppo....e .... non è che magari si riesce ad unirle...

Si lo so è un sogno però non fa male sognare....
president
 

tiro di schioppo?

Messaggiodi bremboski » venerdì 9 febbraio 2007, 22:56

president ha scritto:Sarebbe sicuramente qualcosa di importante per il rilancio dello sci in generale..... Adesso però voglio esagerare e riportarvi una cosa che ho sentito da alcuni cacciatori....che san simone e piazzatorre sono distanti un tiro di schioppo....e .... non è che magari si riesce ad unirle... Si lo so è un sogno però non fa male sognare....

Non è per nulla un sogno: anzi... Ma bisogna che anche altre realtà pubbliche del territorio facciano la propia parte. D'altra parte il Presidente della Provincia lo ha detto in più occasioni anche in questi ultimi giorni: da soli non si arriva più da nessuna parte.

I collegamenti intervallivi (intercomunali) devono prevedere lo strumento amministrativo in ordine (delibere e approvazioni necessarie nei piani di governo del territorio: PGT), progettando per il futuro in arere che hanno analoga vocazione e omogeneità territoriale. Poi i "tiri di schioppo" si verificano: pensate a cosa è successo sulle Dolomiti, o nella Via Lattea. In Alta Val Badia c'è addirittura un impianto che collega Pedraces con Corvara che è una seggiovia "in piano" (cioè: un nastro trasportatore sospeso per aria), che non fa sciare nessuno, ma che collega, sci ai piedi, due versanti dove si può sciare. Ma prima di costruire impianti, bisogna costruire progetti territoriali con gli strumenti idonei (delibere, regolamenti, permessi e via dicendo). Altrimenti si scrivono davvero solo i libri dei sogni. Poi, tecnicamente, è possibile fare tutto... o quasi...
bremboski
 

Messaggiodi Raoul » sabato 10 febbraio 2007, 7:28

Premetto di non essere un tecnico specializzato ma guardando e riguardando e rigurdando per anni la posizione logistica di pzt , a mio avviso ho sempre pensato al collegamento ( facile )con S.Simone , sono daccordo sul fatto che ogni piccolo pezzo di questo puzzle deve muoversi per cercare di raggiungere il risultato di unione totale .
C'è una cosa bella nella vita , la libertà di viaggiare in moto tranquilli nelle montagne Brembane fino ad arrivare al mitico" PAESE ":PIAZZATORRE .ED ORA NON CI VOGLIAMO METTERE :"SCENDERE DALLA PISTA DEL BOSCO CON GLI SKI???"
Avatar utente
Raoul
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2007, 9:12
Località: My home

Messaggiodi andrea.brembilla » sabato 10 febbraio 2007, 11:45

Urco è un bel salto da Piazzatorre a San Simone! nemmeno io sono un tecnico ma calpesto quelle montagne d'estate coi miei scarponi..in pratica a spanne si dovrebbe oltrepassare il Monte Cavallo e il Pegherolo essenzialmente..a me sembra difficile! Anche perché è un territorio ad alto pregio naturalistico..
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5324
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Laxolo di Val Brembilla (BG) - 570 m s.l.m.

Messaggiodi president » lunedì 12 febbraio 2007, 16:42

be senza pensare alle dolomiti basta andare a brescia per vedre cosa hanno fatto! hanno collegato con una cabinovia ponte di legno al tonale!!! come si diceva pur avendo una sola pista di rientro che non è il massimo per chi non ha mai messo gli sci ai piedi ma intanto Hanno collegato tre stazioni costruendo un comprensorio importante....
Giusto il ragionamento di bermboski sulla seggiovia che collegherà foppolo a carona perchè così pur non avendo neve si da la possibilità di sciare su un maggior numero di KM.....
president
 

Messaggiodi kenny » mercoledì 14 febbraio 2007, 9:25

posizione logistica di pzt , a mio avviso ho sempre pensato al collegamento ( facile )con S.Simone


...beh...non esageriamo....ci vorrebbe un elicottero: la seggiovia si "attaccherebbe" a dirupi..e non vedo davvero cabinovie tipo Pordoi (saremmo a quei livelli.....)

per me è più pensabile l'unione PZT-Branzi.

ciao
kenny
 

Messaggiodi fiore » mercoledì 14 febbraio 2007, 12:55

vado un pò controcorrente.. a_11

io spero che questa seggiovia non venga fatta, andrebbe a rovinare irrimediabilmente una valle dove si fanno (ma non è solo questo il punto) delle ottima sciate sci-alp !...senza prendere poi in considerazione l'impattto ambientale e viabilistico ! a_19

secondo me le ns montagne non hanno bisogno di nuovi impianti sciistici che sarebbero cmnq sottoutilizzati per vari motivi (bacino d'utenza limitato e lo stesso dicasi per i periodi d'apertura) ma sarebbe meglio che si smantellassero quelli che giaciono inutilizzati ormai da tempo e si potenziassero/migliorassero quelli già esistenti. a_12

lo sviluppo montano non è solo impianti, strade, case, impianti eolici ecc.ecc.., ma anche tutela e conservazione di quel poco "naturale" che è rimasto, così che ne possano godere anche i ns figli ! a_1
Avatar utente
fiore
 
Messaggi: 70
Iscritto il: domenica 2 ottobre 2005, 20:24
Località: valle seriana

Messaggiodi 1franz » mercoledì 14 febbraio 2007, 13:20

Cosa mi tocca sentire....che discorsi assurdi Fiore.....

quelli che la pensano come te sono gli pseudo ambientalisti (in stile verdi della politica) che portano solo alla morte del turismo. Di montagne prive di qualsiasi intervento umano la val brembana è piena e la loro presenza non è fonte di alcun tipo di turismo. Un accesso a S. Simone dalla zona di Mezzoldo rilancerebbe il turismo in tutta la valle dell'Olmo e con lo ski pass unico permetterebbe di lanciare turisticamente molto meglio un comprensorio (anche se non sci ai piedi) Piazzatorre/Mezzoldo San Simone etc..

Questo accesso permetterebbe di raggiungere la stazione sciistica di S. Simone molto più velocemente e con una strada molto più agevole ed inoltre aggiungerebbe qualche pista al comprensorio favorendo quindi un afflusso turistico molto maggiore. Nè beneficerebbe enormemente la stazione sciistica di San Simone oltre che tutti i comuni da Piazza Brembana a Mezzoldo.

Se in val brembana si vuole creare turismo, nuovi posti di lavoro e sviluppo questa è l'unica via. Ovviamente Ponte dell'acqua andrebbe solo preservato dalle seconde case ma parcheggi, ristoranti e qualche bell'albergo sarebbero fondamentali..... così si fa il turismo.... fai un giro nelle dolomiti. Concordo solo su una cosa e cioè che gli impianti scaduti devono essere eliminati totalmente... pali e basamenti compresi. Questo è preservare l'ambiente!!! Da Foppolo a Carona a San Simone fino ai piloni della vecchia ovovia di Piazzatorre siamo pieni di ruderi fantasma che devono sparire.. su questo non c'è dubbio.
Avatar utente
1franz
 
Messaggi: 114
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2004, 23:03
Località: Milano 122m s.l.m. e Piazzatorre 1000

Messaggiodi kenny » mercoledì 14 febbraio 2007, 14:20

Cosa mi tocca sentire....1franz..... se devo sacrificare la magica bellezza di ponte dell'acqua me ne "fotto" degli impianti (chiedo scusa del termine ma almeno rende bene il pensiero) va bene rilanciare ma se poi devo vedere una valle magnifica resa parcheggio ben venga lo skialp e il pensiero di fiore. poi gli stessi che promuovono certe iniziativo li incontro ogni WE sui sentieri e mi mandano a ... quel paese perchè sono in trial e rovino il territorio.......

daccordissimo sul vecchio, ovviamente.

ciao
kenny
 

PrecedenteProssimo

Torna a Stazioni Ski Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron