Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Situazione impianti, nuovi progetti e sviluppi delle stazioni sciistiche di Foppolo, San Simone, Carona, Piazzatorre e Valtorta/ Piani di Bobbio.

Moderatori: IW2LBR, alvin 51, Lino70

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 13 luglio 2018, 21:30

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75379
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » sabato 25 agosto 2018, 9:10

da L'Eco di Bergamo

Foppolo e Carona, ritorna la riduzione nei feriali

Brembo Ski L’asta attesa l’11 settembre, nel frattempo la procedura è pronta a gestire anche questa stagione invernale. La premessa è doverosa: gli impianti del fallimento di Brembo Super Ski andranno all’asta, se arriveranno le offerte, il prossimo 11 settembre. Ma è realistico prevedere che di offerte non ne arriveranno: la base d’asta di sette milioni di euro e la situazione delle proprietà, particolarmente intricata, hanno scoraggiato anche imprenditori del calibro di Massimo Moretti, già entrato nella società del Belmont di Foppolo, e che in un primo momento era parso disposto a farsi carico dell’intera partita. Detto questo, l’11 settembre, per chi si occupa di stazioni sciistiche, è una data già fin troppo avanzata. Logico dunque che la curatela fallimentare, che già in passato aveva dichiarato la disponibilità a gestire la nuova stagione in attesa dell’assegnazione degli impianti, debba passare all’azione. Ieri, in un comunicato ufficiale, i curatori hanno confermato di aver ottenuto «dagli Organi della procedura le necessarie autorizzazioni finalizzate a gestire la stazione sciistica anche nel corso della prossima stagione invernale; la gestione quindi, in assenza di offerte per l’acquisto dell’azienda, verrà condotta dalla procedura». «Sono già in corso, sotto la guida del direttore Vittorio Salusso, lavori non differibili di manutenzione degli impianti sciistici e di innevamento – chiariscono i curatori –. Tali interventi consentiranno una regolare apertura degli impianti a partire dal ponte dell’Immacolata». Le novità sono due. Da un lato (auspicato da più parti) l’accordo con Foppolo, con il commissario prefettizio Letterio Porto. Il Comune affiderà alla procedura anche le dueseggiovie di proprietà comunale, Quarta Baita e Montebello. Dall’altra la politica dei prezzi. Gli stagionali non sono ancora acquistabili (anche se è probabile che a breve, nelle more dell’asta, venga agevolata la possibilità di metterli in vendita, ndr), ma la procedura ha fatto sapere che, a prezzi invariati, rispetto all’anno scorso, sarà reintrodotta la riduzione sui giornalieri feriali. Questo per adeguarsi ai concorrenti (soprattutto Bobbio e Pora) che non hanno mai smesso di praticare lo sconto. Sarà mantenuta invece la possibilità di acquistare il giornaliero di stazione a 22 euro.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75379
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 31 agosto 2018, 16:54

SKIPASS impianti Foppolo Carona stagione ski 2018/ 2019

Gentile Cliente
In prossimità della nuova stagione invernale è con piacere che vi comunichiamo le nuove tariffe 2018/2019 relative a : Skipass giornalieri con la possibilità di sciare su tutto il comprensorio Carona-Foppolo o solo Carona (Seggiovie Alpe Soliva, Conca Nevosa, Valgussera e tappeto Bimby) o solo Foppolo (Seggiovie IV Baita, Montebello e tappeti Kinderheim). Skipass plurigiornalieri e Abbonamenti Stagionali per il Comprensorio Carona - Foppolo. Di seguito troverete le tariffe e la documentazione necessaria per la richiesta degli Abbonamenti Stagionali in prevendita fino al 15/11/2018, compreso un nuovo file per valutare il costo totale per la famiglia.:

Immagine

Condizioni :
Diversamente abili: riduzione del 50% previa presentazione del tesserino ASL che attesti più del 80% di disabilità; la convenzione non è disponibile per gli accompagnatori e non è cumulabile con altre promozioni ( stagionali, ecc.)  Tutti gli sconti si applicheranno solo previa presentazione del Documento d'Identità.  Gli sconti non sono cumulabili.  I possessori dello skipass Brembo Ski dovranno attenersi al regolamento esposto; lo skipass è un documento personale e non cedibile, qualsiasi abuso nell'utilizzo comporterà il ritiro ed il suo annullamento immediato.  La società di gestione degli impianti si riserva ogni decisione sul funzionamento degli Impianti.  Gli skipass Stagionali sono emessi su supporto magnetico Key-Card (obbligatorio) dietro versamento di una cauzione di € 5.00 a tessera. La cauzione verrà restituita in qualsiasi momento.  Gli skipass giornalieri e plurigiornalieri sono emessi su supporto usa e getta.  Lo skipass emesso non è rimborsabile in nessun caso.

ATTENZIONE: L'intervento degli addetti al servizio di soccorso della Brembo Super Ski comporterà il pagamento di un contributo pari a € 200,00.

Immagine

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75379
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi bisarz » martedì 4 settembre 2018, 21:24

beh dai vediamo il bicchiere mezzo pieno, l'anno scorso di questi tempi non si sapeva nemmeno se gli impianti avrebbero aperto. Mi piace la riduzione del giornaliero feriale, Foppolo/Carona per rilanciarsi deve puntare a riempirsi in settimana sfruttando la vicinanza con Bergamo e Milano. Nei week end tutto sommato si riempie già così com'è e la capienza delle piste non è illimitata. Parlando senza conoscere i conti, avrei osato quasi di più in settimana: giornaliero a 20 €.
bisarz
 
Messaggi: 153
Iscritto il: venerdì 17 novembre 2006, 20:50

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 6 settembre 2018, 7:36

da L'Eco di Bergamo di Andrea Taietti

Bim-cabinovia Foppolo, ci risiamo Revocare o no i fondi?

Piazza Brembana. L’assemblea della Comunità montana valuterà l’impiego dei 750 mila euro stanziati per la telecabina di Foppolo

Immagine

Piazza Brembana, ore 18,30: stasera assemblea della Comunità montana Valle Brembana. Si ricomincia da dove si era finito prima dell’estate, a metà maggio. E cioè dal dilemma della telecabina: bloccare o no i fondi stanziati dal Bim e messi a disposizione per la realizzazione della cabinovia Ronchi Montebello di Foppolo? Continuare a «riflettere con la massima attenzione nell’interesse dell’intero comparto turistico della valle», come invitava a fare il presidente Alberto Mazzoleni ,«fare quadrato tutti», come chiedeva il commissario prefettizio di Foppolo Letterio Porto all’assemblea? O prendere atto che la realizzazione della telecabina è destinata a rimanere un’incompiuta, ennesima figlia del clima di «magheggi e malaffari», «investimenti insostenibili», secondo le parole dei 12 sindaci della minoranza che già ad aprile avevano chiesto la convocazione straordinaria dell’assemblea per ritirare l’erogazione dei 750 mila euro del Bim assegnati a Foppolo e destinarli ad altri progetti in valle? La richiesta di tempo I fondi sono del Bim ma è l’assemblea della Comunità montana a decidere a chi destinarli e come spenderli. E in questa vicenda il tempo gioca il ruolo da protagonista. A maggio la minoranza aveva detto chiaro che il tempo dell’attesa per la telecabina era finito. «Le seggiovie vennero riparate con poche migliaia di euro, già da due anni garantiscono la stagione invernale. Se i fondi sono ancora bloccati su questa iniziativa è solo per la colpevole scelta del metodo con cui stati erogati dall’assemblea», aveva tuonato Carmelo Goglio. Ma alla fine l’assemblea aveva concesso 90 giorni di tempo al commissario di Foppolo Letterio Porto per valutare il da farsi con il cantiere, alla luce dell’intrico di scadenze (su tutte la decisione della Corte dei Conti sul piano ventennale di rientro finanziario) che gravavano sul Comune. E siccome le scadenze di allora gravano tuttora, è probabile che il commissario Porto reiteri la richiesta di tempo all’assemblea. Come reagirà l’assemblea dipenderà anche dai nuovi equilibri politici determinati dalle elezioni di giugno che potrebbero aver rafforzato o ridisegnato la minoranza e il partito del no al finanziamento. Dei 750 mila euro stanziati ad agosto 2016 per la telecabina fanno parte virtualmente anche i 156 mila euro già versati dal Comune all’Enel per i lavori di allacciamento della rete elettrica. Ma i lavori non sono stati portati a termine e ora il Comune potrebbe chiederne la restituzione per rimetterli a disposizione del Bim e della Comunità montana.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75379
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 7 settembre 2018, 6:24

da L'Eco di Bergamo

Fondi Bim per Foppolo sospesi per altri 4 mesi in vista di nuovi scenari
Comunità montana. I Comuni congelano fino a gennaio i 750 mila euro, in attesa dell’asta e del pronunciamento sul piano di rientro. La minoranza: un’utopia la cabinovia

Tutto come quattro mesi fa, ma con quattro mesi in più. L’assemblea della Comunità montana Valle Brembana di ieri s’è chiusa con la concessione di congelare sino a fine gennaio i 750 mila euro stanziati dal Bim al Comune di Foppolo per la realizzazione della cabinovia Ronchi- Montebello. Poi se ne riparlerà, a scenari – è l’auspicio – mutati. Più o meno la medesima decisione della precedente seduta, quella che a metà maggio aveva concesso 90 giorni al commissario di Foppolo Letterio Porto per valutare il da farsi. Proprio la richiesta di Porto di poter «aspettare ancora 5-6 mesi – ha detto ieri sera ai sindaci e loro rappresentanti riuniti a Piazza Brembana – cioè dopo l’asta fissata dai curatori del Fallimento Brembo Super Ski per l’11 settembre e dopo il pronunciamento della Corte dei conti sul piano ventennale di rientro del Comune» è stata recepita dalla proposta di deliberazione della maggioranza guidato dal sindaco di Cassiglio, Fabio Bordogna, che ha alla fine raccolto 19 voti favorevoli e 12 no. I dubbi della minoranza Gli stessi che nei loro appassionati interventi poco prima del voto finale avevano invece definito il progetto della cabinovia «un’utopia», ribadendo «la necessità di revocare queste risorse per destinarle ad altri interventi sovracomunali, decisi dalla stessa assemblea» ha riassunto il sindaco di San Giovanni Bianco, Marco Milesi. D’altro canto, ha aggiunto, «Regione Lombardia ha ritirato i suoi fondi (il prestito ventennale di 2,5 milioni, ndr): viene meno il 50% delle risorse e in più il Comune ha un disavanzo di oltre 5 milioni di euro. Teniamo fermi 750 mila euro sapendo che ciò a cui sono destinati non può essere realizzato?».

La risposta che ha convinto la maggioranza a fare quadrato e procedere compatta nel salvaguardare i fondi per Foppolo, l’ha data lo stesso Porto, che guida il paese del dopo Berera: «Non sappiamo quali scenari si apriranno fra qualche mese, ovvero dopo la seconda o la terza asta, perchè credo che la prima non andrà a buon fine – ha detto –, ma nel momento in cui ci saranno investitori che acquisteranno, potremo decidere». Investitori che magari, ha aggiunto il collega Andrea Iannotta, fino alle scorse elezioni commissario di Carona e oggi di Valleve, il paese «compagno d’inchiesta» di Foppolo, «potrebbero essere un ente pubblico: la condizione ideale per gli impianti sciistici». Tanto vale quindi aspettare, ha ribadito la maggioranza, sostenuta nella sua decisione – ha spiegato Bordogna – dal profilo di illegittimità di un’eventuale revoca dei fondi a Foppolo ravvisato dal segretario Omar Regazzoni: «Se l’assembea è orientata a rimettere in discussione i fondi Bim – ha detto il segretario –, credo vada fatta un’operazione equativa, anche sulle altre opere non ancora avviate. Revocarli a un solo soggetto creerebbe disparità di trattamento dei beneficiari». A questo proposito il Bim, interpellato dalla Comunità montana sullo stato di attuazione delle liquidazioni, ha informato di aver erogato il 40% dei finanziamenti assegnati. Mozione bocciata E così – ultimo atto di una seduta carica di pathos – la maggioranza ha bocciato la mozione urgente presentata da Carmelo Goglio (sindaco di Olmo al Brembo) e dall’intera minoranza di ritirare il pacchetto destinandolo ad altre priorità, procedendo poi ad approvare il posticipo del termine ultimo per decidere a fine gennaio. Il tutto dopo un rapido susseguirsi di interventi. Da segnalare quello al cardiopalma del sindaco di San Pellegrino Terme, Vittorio Milesi, che non ha risparmiato accuse al presidente Alberto Mazzoleni, (muto sul tema Foppolo) su una sua presunto « responsabilità su questa vicenda: eri in Brembo Super Ski». Per Milesi «c’è in gioco la credibilità degli amministratori della valle: più questa vicenda si trascina, più si dirà che gli amministratori sono conniventi. La revoca di questi fondi è un obbligo dettato dall’onestà». E ha proposto di dirottarli sul dissesto idrogeologico. Sette voti di scarto hanno deciso in modo diverso.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75379
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi CadeSpi » venerdì 7 settembre 2018, 9:33

Investitori che magari, ha aggiunto il collega Andrea Iannotta, fino alle scorse elezioni commissario di Carona e oggi di Valleve, il paese «compagno d’inchiesta» di Foppolo, «potrebbero essere un ente pubblico: la condizione ideale per gli impianti sciistici».

Un ente pubblico apposito o un agenzia di un ente pubblico (regionale?), non i comuni. E poi gli impianti si affittano a gestori privati con concessione.
Finalmente..questa è la strada maestra.
CadeSpi
 
Messaggi: 42
Iscritto il: martedì 6 giugno 2017, 12:36

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » mercoledì 12 settembre 2018, 5:28

da L'Eco di Bergamo

Fallimento Brembo Ski Zero offerte per le seggiovie
Carona. Cifra troppo alta, nel secondo round scenderà a 3,9 milioni Intanto i curatori citano gli ex amministratori: chiesti 14 milioni di danni

È andata deserta l’asta per la vendita, nell’ambito del fallimento della Bss (Brembo Super Ski), del primo lotto dei beni della società a cominciare dalle tre seggiovie di Carona, Carisole-Conca Nevosa e Carisole-Valgussera. La base d’asta era di 6 milioni e 954 mila euro, con un ribasso non superiore al 25% (cioè non si poteva scendere oltre i 5 milioni e 216 mila euro). Che non sarebbero arrivate offerte era fatto atteso dai curatori fallimentari, Anna Maria Angelino, Alberto Carrara e Federico Clemente. Il motivo? La cifra, ritenuta troppo alta. Per capirlo - secondo gli stessi curatori - basta prendere in considerazione lo stato di salute del settore, che vede le stazioni sciistiche in pareggio o, peggio, in perdita. Per rientrare di un simile investimento si è calcolato un tempo fra i 10 e i 12 anni. Troppi, per un investitore. Ora l’attenzione va alla seconda convocazione dell’asta che porterà il prezzo a un ribasso fino a 3,9 milioni, cifra ritenuta più appetibile. La data del secondo round non è ancora stata stabilita. Non sarebbero state fissate nemmeno le aste per la vendita degli altri beni della Bss, divisi in 14 lotti, che comprendono anche la telecabina acquistata a suo tempo da Corvara, mai montata e ora a pezzi nei vari magazzini. Ovviamente il denaro incassato dall’asta - se andrà a buon fine - servirà a pagare i vari creditori del fallimento Bss. Tra loro c’è anche la Regione, che rivuole i contributi erogati a favore della società sulla base di rendiconti non giudicati regolari. Stando alle indagini della Guardia di finanza, la cifra ammonta a tre milioni e 290 mila euro. Ora i curatori intendono raccogliere pareri legali per valutare se la richiesta di Palazzo Lombardia vada inserita fra quelle dei creditori privilegiati. Nessun dubbio legale, invece, sugli atti nei confronti degli ex amministratori e membri degli organi di controllo: intendono rivalersi nei loro confronti per il danno arrecato alla società. Danno che nel caso della Bss è quantificato in 14 milioni di euro.

Citati in giudizio Per recuperare l’ingente cifra i curatori hanno notificato agli ex amministratori e membri del collegio sindacale della società una citazione in giudizio, in ambito civile. In cima alla lista c’è l’ex sindaco di Foppolo e amministratore della Bss, Giuseppe Berera, poi gli ex sindaci di Carona e Valleve - rispettivamente Gian Alberto Bianchi e Santo Cattaneo - e anche il presidente della Comunità montana della Val Brembana Alberto Mazzoleni, che è stato membro del collegio sindacale della Brembo Super Ski fino al 2013. La citazione in giudizio era, quindi, un atto dovuto da parte dei curatori fallimentari. Quanto poi si riuscirà effettivamente a recuperare è, per loro stessa ammissione, difficile prevederlo. Nel frattempo si guarda alla prossima stagione sciistica, che si sta avvicinando. Che l’asta per la vendita del primo lotto dei beni della Bss non sia andata a buon fine non cambia i piani. Già nei mesi scorsi i curatori fallimentari avevano rassicurato che «qualora non si dovesse arrivare a vendere nemmeno con il secondo esperimento d’asta abbiamo già le autorizzazioni a un ulteriore esercizio provvisorio». Si andrebbe quindi verso il terzo esercizio provvisorio consecutivo, oltre che alla conferma alla direzione generale di Vittorio Salusso. Il fatturato della passata stagione di Brembo Super Ski ha sfiorato i due milioni di euro. I curatori ipotizzano che quest’anno si possa fare anche meglio. E anche per tutto il comprensorio, comprese le strutture alberghiere e di servizio. Perché sul funzionamento degli impianti non regna, appunto, l’incertezza dello scorso anno.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75379
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » martedì 2 ottobre 2018, 10:20

….
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75379
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

PrecedenteProssimo

Torna a Stazioni Ski Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti