Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Situazione impianti, nuovi progetti e sviluppi delle stazioni sciistiche di Foppolo, San Simone, Carona, Piazzatorre e Valtorta/ Piani di Bobbio.

Moderatori: IW2LBR, alvin 51, Lino70

Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » giovedì 23 febbraio 2017, 16:38

Sabato 18 e Domenica 19 Febbraio 2017 - FOPPOLO - Alta Valle Brembana - Alpi Orobie Bergamasche - Alberghi, Ristoranti a Foppolo - Appartamenti a Foppolo

Prova Campionato Italiano Motoslitte a Foppolo

A Foppolo si sono disputati i primi due round stagionali, dominati dal pluri Campione Italiano Alex Ploner. Il pilota altoatesino si è imposto nelle otto manche di gara e se sabato gli avversari più vicini sono stati Federico Amadei e Matteo Taboni, nella seconda giornata Amadei ha replicato il secondo posto mentre sul terzo gradino del podio è salito Michele Donazzan. Il pubblico presente ha potuto ammirare i duelli in pista grazie al grande impegno del Moto Club Bergamo, che dopo il primo round ha modificato il tracciato per regalare maggiore spettacolo nel secondo. Nel Trofeo Winter Cross FMI, che su moto e quad si sono sfidati, vincere la prima prova andata in scena domenica, Antonio Rossi. La competizione è stata seguita con curiosità e passione da addetti ai lavori e pubblico anche grazie alle capacità dei partecipanti che hanno messo in mostra le loro qualità sullo stesso tracciato utilizzato per la gara delle Motoslitte...



http://forum.valbrembanaweb.com/motociclismo-valle-brembana-prealpi-orobiche-f104/prova-campionato-italiano-motoslitte-foppolo-t10180.html
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75776
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 24 febbraio 2017, 9:16

da L'Eco di Bergamo

Dopo 12 anni di attività Brembo Super Ski è al capolinea. Ieri mattina la società degli impianti di risalita dei Comuni di Foppolo (75%), Carona (15%) e Valleve (10%), con debiti per circa 19 milioni di euro, ha depositato in Tribunale l’istanza di fallimento. All’udienza, presieduta dal giudice Elena Gelato, c’erano il presidente e sindaco di Valleve, Santo Cattaneo, il commissario prefettizio di Carona Andrea Iannotta, il legale della società Enrico Felli, il commissario giudiziale Anna Maria Angelino e il pm Gianluigi Dettori (che si è associato alla richiesta di fallimento in proprio). L’esercizio provvisorio La società ha chiesto anche di proseguire la stagione, almeno fino al 31 marzo (al 18 aprile se buone presenze e condizioni meteo lo consentissero). Richiesta a cui ha dato il suo benestare il pm Dettori, a patto che la guida non sia più degli attuali amministratori (nel caso saranno i curatori fallimentari, presumibilmente affiancati dal direttore generale Vittorio Salusso). Durante l’udienza il pm Dettori ha anche presentato alcuni documenti della Guardia di Finanza da cui Giuseppe Berera (sindaco di Foppolo indagato con altre 5 persone per il reato di rogo doloso delle seggiovie e turbativa d’asta legata all’appalto della cabinovia) risulterebbe amministratore di fatto della Brembo Super Ski. Fra i debiti della società dei Comuni ci sono, fra gli altri, quasi 4,7 milioni di esposizione verso fornitori e quasi 5,3 milioni verso le banche: le principali sono Banco Popolare e Ubi.

I lavoratori vantano crediti per 395 mila euro, tra stipendi e Tfr. Ci sono poi i debiti verso i Comuni. Per anticipi, il Comune di Foppolo vanta crediti per più di 3 milioni e Valleve per più di 660 mila euro. Per finanziamenti soci, Foppolo 963 mila euro e Valleve oltre un milione. Il tutto porta a un debito verso Foppolo di oltre 4 milioni e verso Valleve di oltre 1,7 milioni. C’è poi il capitolo delle società di leasing. Su questo fronte i debiti per rate scadute superano il milione. Le principali realtà creditrici per rate future a scadere sono Mediocredito Italiano per circa 1,2 milioni, Alba Leasing, Ubi Leasing e Unicredit Leasing, ciascuna per più di un milione. A meno di sorprese, istanza di fallimento e richiesta di esercizio provvisorio dovrebbero essere accolte e, probabilmente, la sentenza verrà depositata in queste ore. Si chiude così l’attività della Brembo Super Ski, guidata dai tre Comuni dell’alta valle, che in questi anni ha investito 25 milioni di euro per lo sviluppo del comprensorio sciistico. Laconico il presidente Santo Cattaneo: «Concludo 12 anni della mia vita dedicati a questa società, per tenere aperti gli impianti e per l’economia dell’alta valle».

Terminata la stagione 2016/ 2017 (finora il bilancio è in positivo, il direttore Salusso conta di chiudere con un attivo di poco superiore ai 500 mila euro), si aprirà l’incognita del dopo e di come potrà eventualmente proseguire in futuro la gestione dell’attività degli impianti di sci. Si potrebbe ipotizzare la strada dell’affitto di ramo d’azienda, ma tutto dipenderà dalla gestione del fallimento, in un quadro complicato dalla frammentazione in più proprietà del comprensorio sciistico.

Comprensorio con 16 impianti
Su 16 impianti complessivi, sono di Brembo Super Ski le seggiovie Camoscio e Sessi a San Simone (in leasing), quattro tapis roulant, la seggiovia di arroccamento paese-piazzale Alberghi a Foppolo (nelle ultime stagioni non utilizzata), il Valgussera (su un terreno di altra proprietà), il Conca Nevosa e l’Alpe Soliva (arroccamento) in Val Carisole-Carona. Sono, invece, del Comune di Foppolo la Quarta Baita e il Montebello, le seggiovie principali, in termini di ingressi, del comprensorio. A San Simone, infine, sono della «San Simone Evolution» (facente capo a Franco Quarti), le due sciovie Arale, lo skilift Capriolo e la seggiovia Colla. C’è poi il capitolo nuova cabinovia, di proprietà della Brembo Super Ski, con lavori appaltati dal Comune di Foppolo alla Graffer. Aperto a settembre, sospeso con l’avvio della stagione sci, il cantiere dovrebbe riprendere nei prossimi mesi. Le cabine, per poter essere ancora utilizzate, dovranno essere montate entro settembre. Un rebus piuttosto complesso, quindi. Dalla soluzione dipenderà anche una buona fetta dell’economia dell’alta valle e il destino di circa 500 posti di lavoro, stimati come indotto del comparto.
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75776
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi bisarz » venerdì 24 febbraio 2017, 11:42

La fine di un'era che nel bene e nel male ha visto molti cambiamenti nelle piste ed impianti.
L'augurio è che questo sia un punto di partenza per un nuovo ciclo, più fortunato di quello che si è appena concluso.
bisarz
 
Messaggi: 240
Iscritto il: venerdì 17 novembre 2006, 20:50

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 24 febbraio 2017, 16:06

brignuca ha scritto:dovrei salire domani a Foppolo qualcuno sa darmi un aggiornamento relae dello stato delle piste ?

bbbbbff Il Conca Nevosa in Valcarisole e' chiuso, per mancanza di neve.
Ripristinato il collegamento con motoslitta dall'Alpe Soliva (Carona) alla seggiovia del Valgussera
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75776
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 24 febbraio 2017, 16:40

Foppolo, dichiarato il fallimento, esercizio provvisorio fino al 31 Marzo 2017
La notizia è del primo pomeriggio di venerdì 24 febbraio: è stato dichiarato il fallimento di Brembo Super Ski con la concessione dell’esercizio provvisorio al 31 marzo.

Il tribunale di Bergamo, oggi Venerdi' 24 Febbraio, ha accolto l’istanza depositata dalla società che gestisce gli impianti di Foppolo e ha acconsentito all’esercizio provvisorio dell’attività fino al 31 marzo 2017, per poter così concludere la stagione sciistica, come per altro chiesto dalla stessa BremboSuperSki che al 75% è del Comune di Foppolo e per le restanti quote dei Comuni di Valleve e di Carona.

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75776
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi elio.biava » venerdì 24 febbraio 2017, 16:58

Almeno quello...ora attendiamo il metrozzo di neve! a_2
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3110
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » sabato 25 febbraio 2017, 8:12

da L'Eco di Bergamo

Brembo Ski ko, ma la stagione va avanti
Dichiarato il fallimento e concesso l’esercizio provvisorio affidato a tre curatori, fino al 31 marzo Della società solo le tre seggiovie in Val Carisole. Quarta Baita e Montebello, invece, sono del Comune di Foppolo

La sentenza di fallimento (circa 19 milioni di euro di debiti) è arrivata ieri nel primo pomeriggio. Brembo Super Ski, società dei Comuni di Foppolo, Valleve e Carona, avrà ancora un mese (fino al 31 marzo, salvo proroghe) di esercizio provvisorio, dopodiché concluderà la gestione degli impianti di risalita iniziata nel 2006. Il tribunale ha nominato come giudice delegato Elena Gelato, quali curatori dell’azienda (che vigileranno anche sull’esercizio provvisorio), Anna Maria Angelino, Alberto Carrara e Federico Clemente. Fissando la prima adunanza per l’esame dei debiti il prossimo 14 giugno. Periodo durante il quale si procederà a inventariare e ad apporre i sigilli sui beni. Chiusa la stagione in corso (molto probabilmente con un attivo superiore ai 500 mila euro), si guarderà alla prossima, con uno scenario complicato e tutto da costruire. I curatori potrebbero ipotizzare l’affitto di un ramo d’azienda per pagare ancora parte dei debiti, in vista dell’asta dei beni. E per garantire (visti anche i tempi lunghi di un’asta delle proprietà) l’avvio della stagione 2017-2018. Ma chi potrebbe prendere in gestione l’attività? Una cooperativa, una cordata di imprenditori locali? Occorre poi distinguere la situazione delle stazioni. Al momento Foppolo è sicuramente quella messa meglio da un punto di vista delle proprietà e della redditività: le seggiovie Quarta Baita e Montebello (le due che segnano il numero più alto di ingressi del comprensorio), sono di proprietà del Comune, poste su terreni della società privata «Monte Carisole». Per il Comune, teoricamente, basterebbe trovare un gestore per poter fare girare i due storici impianti, quelli peraltro colpiti da un rogo doloso lo scorso luglio e poi riparati. Di proprietà della Brembo Super Ski restano le seggiovie del Valgussera (su proprietà, però, ancora della «Monte Carisole»), la quadriposto del Conca Nevosa (su terreni con ipoteca bancaria) e l’Alpe Soliva di arroccamento, la seggiovia che il Comune di Carona vorrebbe acquistare (c’è già una delibera in merito) e che quest’anno ha tenuto aperto, nei giorni infrasettimanali, con propri fondi. A San Simone, con il fallimento, Brembo Super Ski non possiede più nulla: nella stazione sono di proprietà della «San Simone Evolution» (facente capo a Franco Quarti), i due skilift Arale, la sciovia Capriolo e la seggiovia Colla (la stessa biglietteria è della «San Simone Evolution»). Sono, invece, di tre leasing bancari le due seggiovie Sessi e Camoscio, e l’impianto di innevamento non ancora completato. Anche qui resta da capire chi potrà gestire la stazione, tenendo conto che, nelle ultime stagioni, le perdite di San Simone si aggiravano, secondo i conti presentati al Tribunale da Brembo Ski, sui 500600 mila euro. E che proprio il completamento dell’impianto di innevamento sembra condizione fondamentale per poter garantire sostenibilità alla stazione. In leasing sono anche gli impianti di innevamento su Montebello e Valgussera. Infine, la cabinovia. L’intenzione del Comune di Foppolo resta quella di concludere il posizionamento per settembre, accorciando il percorso della seggiovia Quarta Baita (che consentirebbe l’uso di una pista ideale per i principianti), smantellando la seggiovia del Montebello. Operazione su cui, però, incombe l’inchiesta in corso per rogo doloso (quello del 7 luglio alle seggiovie) e per l’ipotesi di turbativa d’asta (per l’appalto alla Graffer della cabinovia).
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75776
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » sabato 25 febbraio 2017, 8:14

da L'Eco di Bergamo

Foppolo non si fermerà Tentiamo una cordata coinvolgendo la valle

«La stazione di Foppolo non si è mai fermata, dal 1949, quando ha aperto, a oggi. E non si fermerà neppure stavolta», dice un negoziante dietro il bancone. La notizia del fallimento della Brembo Super Ski arriva in una Foppolo affollata di stranieri, soprattutto ragazzi. Ieri sulle piste si parlava inglese, francese, tedesco. Tanti maestri di sci. Cielo nuvoloso ma piste con buona affluenza. Quassù sembra non essere cambiato nulla. Le seggiovie girano, ogni giorno. Ma dalla prossima stagione cosa succederà? «Potrebbe subentrare una cooperativa degli operatori turistici - dice Gianfranco Invernizzi, titolare dell’albergo Des Alpes - ma ormai il settore ha bisogno del sostegno economico della Regione, diversamente avrà sempre difficoltà a reggersi da solo». «La stazione di Bormio ha 56 milioni di euro di debiti - aggiunge Paolo Barcella, di Trescore, maestro di sci della scuola Alta Valle Brembana – . E indebitate sono anche quasi tutte le altre stazioni lombarde. Perché in altre regioni alpine le stazioni vengono aiutate, mentre da noi se vengono erogati fondi si parla di sperpero di denaro pubblico? Foppolo ha grandi potenzialità, soprattutto per i ragazzi. Sarebbe un peccato chiudere». Comprensorio ammodernato Sul fallimento torna Alain Curti, titolare dell’hotel Cristallo: «In 12 anni il comprensorio è stato ammodernato e ora è appetibile. Sono stati fatti passi da gigante, soprattutto su Carona e San Simone. Investimenti, senza i quali, saremmo già chiusi da tempo. Ci possono essere stati errori nella gestione, ma dieci anni fa, l’intervento dei sindaci fu provvidenziale. Il futuro? Dispiace soprattutto per i fornitori che ci hanno creduto fino alla fine. Ora serve una cordata di imprenditori. Penso a quanto successo per la cabinovia. Foppolo ha i suoi amici». «Speriamo che qualcuno ci dia una mano - dice Fabio Cattaneo, maestro di sci di Foppolo - ma i primi a rimboccarci le maniche dobbiamo essere noi. Sarebbe comunque assurdo fermarsi, per l’indotto che gli impianti creano in valle». «Nonostante la difficile situazione, Foppolo ha fatto numeri, la gente ha risposto - dice Cristian Midali, noleggiatore e consigliere comunale a Valleve - . Chi può fare girare le seggiovie si trova, anzi ora è favorito perché nel comprensorio è stato investito tanto. Se poi dovesse partire la cabinovia...».C’è chi allarga lo sguardo oltre il comprensorio. «Il problema è di tutta l’alta valle – dice un ristoratore che preferisce restare anonimo – . È ora che da Piazza Brembana a Branzi capiscano che gli impianto servono anche a loro. È arrivato il momento che devono pensarci tutti, non solo tre Comuni. E ci si devono mettere, albergatori, scuole sci, proprietari di seconde case. I debiti sono arrivati per i 25 milioni di investimenti, ma il comprensorio fa utili. Per questo occorre che la proprietà diventi pubblica e la gestione privata». «Il settore negli anni è cambiato - aggiunge Beppe Carletti, della Scuola sci 90 –. In questa situazione forse è più giusto che ogni Comune trovi il modo per gestire i suoi impianti, in base a esigenze e sostenibilità. Poi si può individuare il modo per far girare lo sciatore con unico skipass». «La gestione di quest’anno, nonostante il meteo sfortunatissimo, ha dimostrato la forza del prodotto neve di Foppolo - spiegano dalla “Monte Carisole”, la società proprietaria dei terreni su cui poggiano le piste e seggiovie Quarta Baita, Montebello e Valgussera –. Prediamo in questo comprensorio. Abbiamo per dieci anni concesso in uso i nostri beni a Brembo Super Ski senza richiedere pagamento e il Comune di Foppolo può contare sulla nostra disponibilità per la continuità della stazione».

Le difficoltà a San Simone Da San Simone, invece, arrivano lamentele sulla gestione di quest’anno che sarebbe stata troppo «Foppolocentrica»: «Il danno arrecato a San Simone è talmente grave da non richiedere ulteriori discorsi – spiega Franco Quarti, amministratore della “San Simone Evolution”, proprietaria di quattro dei sei impianti della stazione e di altre strutture –. E temiamo che l’effettiva entità dei danni procurati alla stazione nel corso degli anni, potremo conoscerla solo nei prossimi mesi». «Avevamo cercato una soluzione per San Simone, insieme a Brembo Super Ski – dice Davide Midali, titolare del ristoro “Lo scoiattolo” – ma invano. Ora dovremo sederci a un tavolo con la proprietà e capire se ci sono le possibilità di costituire una onlus per la gestione».
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75776
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Sciare a Foppolo, Carona e San Simone

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 27 febbraio 2017, 16:06

Sabato 25 Febbraio 2017 - FOPPOLO - Alta Valle Brembana - Alpi Orobie Bergamasche - Alberghi, Ristoranti a Foppolo - Appartamenti a Foppolo

La Ciaspoladalpina notturna di Foppolo

Immagine

Gli Alpini di Foppolo hanno organizzato la 3a edizione della ciaspoladalpina della sezione di Bergamo, la manifestazione ideata dal gruppo di Ornica nel 2013 in occasione del 70°della battaglia di Nikolajewka, che poi per motivi metereologici non si è più riusciti ad organizzare. Da qui l'idea di una collaborazione Alpina dei due gruppi dai due estremi dell'alta valle Brembana per far ripartire e crescere questa manifestazione, ed i risultati non si sono fatti attendere. Il percorso da 7 km competitivo e di 5 non competitivo in totale sicurezza sulla pista da fondo totalmente illuminata e con punti ristoro allestiti dalla commissione giovani Alpini Bergamo, si saliva alle Foppelle e l'arrivo era al piazzale alberghi, il tutto contornato da fiaccole posizionate ogni 20 mt in totale sicurezza. Un centinaio i concorrenti presenti che si sono iscritti , fra loro tante famiglie con bambini che per circa 2 ore hanno ciaspolato lungo le piste di Foppolo, la serata si è conclusa con la cena nella palestra parrocchiale. Una ventina gli agonisti presenti tra cui 6 dalla Catalonia Spagna e altri da tutto il nord Italia. Per la classifica ANA: 1° Dallara Michele di Petosino; 2° Pesenti Martino di San Pellegrino Terme; 3° Rasmo Giuseppe di Gerosa....

http://forum.valbrembanaweb.com/itinerari-ciaspole-valle-brembana-racchette-neve-f136/ciaspoladalpina-notturna-foppolo-t10193.html
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75776
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Prossimo

Torna a Stazioni Ski Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Gufo91 e 15 ospiti