Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Condizioni strade, progetti futuri, strade agro-pastorali, e varianti in costruzione in Valle Brembana provincia di Bergamo.

Moderatore: IW2LBR

Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi Geotecnico » venerdì 1 luglio 2016, 13:15

Dopo tanti tentativi e soprattutto tante parole, finelmente la riapertura della funicolare della Vetta sembra essere imminente.

Percassi brucia i tempi. E a San Pellegrino sta per mettere in moto con molto anticipo sul previsto una macchina da 90 milioni di euro per la costruzione di un enorme complesso edilizio, realizzando insieme (o quasi) il nuovo hotel, la zona residenziale e l’area commerciale. Quello che il Gruppo Percassi chiama «rigenerazione urbana di San Pellegrino» prevede da tempo delle tappe precise. La prima era rappresentata dalle nuove terme: fatta. Le altre quattro sono la costruzione dell’hotel (l’inizio dei lavori è previsto a dicembre, il termine nel maggio 2018), la realizzazione del complesso commerciale e residenziale (era previsto il via nel settembre 2017 e il completamento due anni dopo) e la ristrutturazione delle ex terme in cui realizzare un mercato di prodotti tipici e un ostello (dicembre 2017-maggio 2019). Anche i progetti dello studio DE8 sono pronti. Prima di tutto per l’albergo, un quattro stelle con 101 camere e una passerella per le terme. Per il resto del quartiere è previsto un parcheggio sotterraneo di due piani e un migliaio di posti auto, una piazza pubblica pedonale e un complesso edilizio con tre piani di appartamenti e, al pianterreno, negozi di grandi griffe. «Vogliamo trasformare San Pellegrino in una destination in cui arrivare per tanti motivi e restare per più giorni», aveva spiegato Percassi un mese fa presentando il progetto dell’albergo. Il tutto, però, basandosi su un criterio preciso: «Prima si fa il progetto, poi si trova chi prenderà i negozi, quindi si costruisce. Oggi si fa così: senza queste garanzie di ritorno economico le banche non ti finanziano». I contatti erano iniziati da tempo: «Stiamo trattando con grandi marchi internazionali per convincerli a venire. È un lavoro pazzesco, pretendono cose impossibili. Ma sono quelli che fanno fare il salto di qualità». A sorpresa le trattative sono state più veloci del previsto: il rilancio del marchio San Pellegrino con il successo delle terme ha riempito le vele del marketing Percassi, tanto che molte trattative stanno per andare in porto. Ed è stato deciso di accelerare i tempi: una volta scavata e poi riempita la voragine del parcheggio multipiano, sarà aperto il mastodontico cantiere per realizzare insieme albergo e quartiere. La decisione avrà delle ripercussioni anche su un progetto più modesto: quello comunale da 3-4 milioni per le terme della salute. Per realizzarle il sindaco aveva chiesto a Percassi tre piani di Villa Giuseppina (che si affaccerà proprio sul nuovo quartiere), in cambio dello storico hotel Vetta. La permuta era ormai stata accettata. Ma poiché del vetusto albergo in cima alla funicolare resta ben poco, bisognerebbe studiare un progetto di recupero. E Percassi ora deve concentrare i suoi sforzi sulla nuova direzione impressa agli altri progetti. Per cui niente permuta: i tre piani di Villa Giuseppina andranno sì al Comune ma in cambio di denaro (o forse entreranno nel computo degli oneri di urbanizzazione). Molti dettagli sono ancora in corso di chiarimento ma la macchina si è messa in moto. http://bergamo.corriere.it/notizie/cron ... 8be3.shtml

Già da qualche tempo sul forum di Funivie.org si seguono gli sviluppi dell'iter...
Il 10 giugno sono state aperte le buste, contenenti l'offerta per la progettazione e la costruzione della funicolare che dovrebbe essere un impianto con due cabine da 25 passeggeri.
Gara vinta da Leitner, tra pochi giorni dovrebbe essere firmato il contratto e potrebbe quindi partire la progettazione.

...seguiranno aggiornamenti...

a_45 a_45
Il progresso è la realizzazione d'utopie.
Oscar Wilde
Avatar utente
Geotecnico
 
Messaggi: 864
Iscritto il: sabato 13 aprile 2013, 12:58
Località: Bergamo 260m s.l.m.

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi pluto » venerdì 1 luglio 2016, 14:10

non son pratico della zona vetta e forse per questo che non ho mai capito cosa ci sia da vedere tanto da giustificare una funicolare...quando sono alla vetta cosa faccio? prendo il sole, posso liberamente pascolare nei prati?..bohhh...non so l'utilità...se qualcuno mi spiega...
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi Geotecnico » venerdì 1 luglio 2016, 21:17

L'utilità dell'intervento ha già tenuto banco in comune... L'obiettivo sarebbe di riportare la Vetta ai fasti dei suoi anni di gloria. Chiaramente oggi non siamo più negli anni delle belle ville liberty che caratterizzano la zona! Al momento l'unica attrazione sono le Grotte del Sogno e, se vogliamo, la salita a Sussia. Il comune, o gli investitori non ricordo bene, avevano proposto di realizzare un parco avventura (tipo Roncola, Spiazzi, Selvino...), idea efficacie, anche se penso un po' deboluccia.... Da quello che ho capito io l'obiettivo è quello di evitare che salgano auto alla Vetta, visto che la strada non è proprio adatta a tutti gli AUTOMOBILISTI, e fare quindi un impianto che rappresenti esso stesso l'attrazione, poi in cima qualche altra cosetta....
Sottolineo una cosa: l'impianto originale aveva capienza di 40-45 passeggeri, quello in programma è da 25 (praticamente un ascensore inclinato come quelli dei trampolini), quindi è evidente che non attende grandi flussi, inoltre si stava ancora valutando se aprirla solo in estate o anche in inverno (apparentemente solo l'estate). Il vecchio sedime dovrebbe essere conservato, le stazioni ristrutturate (dal punto di vista impiantistico) e restaurata quella di monte; praticamente si cercherà di conservare più che si può...
Io vi posso assicurare che in una città/paese turistico, un impianto che porta su di un terrazzo naturale, rappresenta esso stesso un'attrazione ("Sono salito con la funicolare...") e rappresenta un buon investimento, mi piacerebbe sapere se San Pellegrino rappresenta questo tipo di località!! a_34 a_34
L'esempio di Selvino mi sembra abbastanza buono: la seggiovia è molto corta, ma il parco avventura, la fattoria didattica, il rifugio e tutte le attività portano un buon numero di passaggi. Ribadisco: non conosco San Pellegrino e quindi non posso dire se il paragone regge!!
a_45 a_45 a_45
Il progresso è la realizzazione d'utopie.
Oscar Wilde
Avatar utente
Geotecnico
 
Messaggi: 864
Iscritto il: sabato 13 aprile 2013, 12:58
Località: Bergamo 260m s.l.m.

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi elio.biava » sabato 2 luglio 2016, 8:22

Un gelato o un giro al bar, la passeggiata sui viali...una salita in funicolare! Il cazzeggio! Quello che il più delle volte cerchiamo, ed a S.Pellegrino è l'unico luogo dove farlo in valle a_11
Poi c'è un unico imprenditore che ha voglia di spendere i soldi pubblici, concorde con l'amministrazione. Quando ci sarà qualche altro christo, avanti con idee diverse... per ora la linea è quella classica a_34 a_39 a_45 (per ora i giovani laureati hanno sfornato idee fumose ed un programma infantile e sono stati bocciati dalla gente...cresceranno? Boh! Intanto cazzeggiano pure loro)
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3102
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi pluto » sabato 2 luglio 2016, 9:28

elio.biava ha scritto:Un....Poi c'è un unico imprenditore che ha voglia di spendere i soldi pubblici....)

a si di quelli ne ha spesi tanti...dei suoi pochi, solo quello che ha pagato alla Sanpellegrino per acquisire le aree...poi tanti lavori pagati da Regione o Comune con buon margine...
Avatar utente
pluto
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2006, 11:22
Località: Topolinia (Calisota)

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi vale » sabato 2 luglio 2016, 10:10

Posso dire che io alla vetta ci vado e ci passo spesso, soprattutto in inverno...per camminare...é raggiungibile abbastanza velocemente sia in auto che a piedi da San Pellegrino grazie a tanti e bellissimi sentieri.

Spero solo che la riapertura della funicolare non porti ad una rovina della località. In cima non c'è niente a parte le grotte... Speriamo venga anche attrezzata per coloro che pensano di salire per un pic-nic...e soprattutto che venga rispettata la zona e la natura.

a_45
Avatar utente
vale
 
Messaggi: 74
Iscritto il: venerdì 14 giugno 2013, 18:12
Località: Spino-Zogno (250 m)

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi Geotecnico » sabato 2 luglio 2016, 12:48

elio.biava ha scritto:Un gelato o un giro al bar, la passeggiata sui viali...una salita in funicolare! Il cazzeggio! Quello che il più delle volte cerchiamo, ed a S.Pellegrino è l'unico luogo dove farlo in valle a_11
Poi c'è un unico imprenditore che ha voglia di spendere i soldi pubblici, concorde con l'amministrazione. Quando ci sarà qualche altro christo, avanti con idee diverse... per ora la linea è quella classica a_34 a_39 a_45 (per ora i giovani laureati hanno sfornato idee fumose ed un programma infantile e sono stati bocciati dalla gente...cresceranno? Boh! Intanto cazzeggiano pure loro)

Non volevo essere così esplicito a proposito di programmi di governo, di imprenditori e "vasche in via Venti", però... a_14 a_14
Di certo io non faccio testo a proposito di impianti a fune, perché per me sono come le Aston o le Ferrari per uno che ama le auto...
Concordo anche con @vale: la Vetta è già bella ora, speriamo che non diventi un luna park!!
a_45 a_45
Il progresso è la realizzazione d'utopie.
Oscar Wilde
Avatar utente
Geotecnico
 
Messaggi: 864
Iscritto il: sabato 13 aprile 2013, 12:58
Località: Bergamo 260m s.l.m.

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi elio.biava » sabato 2 luglio 2016, 14:45

La vetta è nata come luna park! Era lo sfoggio e divertimento della borghesia lombarda: i ragazzi-garzoni viaggiavano su per la funicolare al loro servizio. Tra i tanti ci fu anche un nobile geologo/alpinista del littorio stato un certo Ardito Desio. Almeno quello si dedicò alla bonifica del costone franoso a Frasnadello che rischiava di seppellire il paese. In ultimo i Cima con la Pista del Sole...

Non vedo cosa possa rovinare un ripristino di Funicolare, ci sono 4-5 ville abitate ora, forse così altre troveranno un modo di recupero. Senza contare che son stati già spesi dai 3 ai 5 milioni di € per opere, gas, fogne, luce e opere stradali per l'urbanizzazione del Paradiso...solo che non hanno abboccato nessuno, ed il gioco della partita di giro di soldi si è bloccato. Per farla corta, 25 anni di lavori a rilento ma che comunque han preservato e salvato il salvabile del possibile turismo/commercio (senza dimenticare i 600 nuovi posti di lavoro creati ex novo, elettromeccanica sottopagata è vero, ma nuova competenza o know how è nato in valle ), per ora e per altri anni sentiremo parlar di progetti e loro ritardi di realizzazione.a_39 a_11
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3102
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Re: Ripristino funicolare della Vetta di San Pellegrino

Messaggiodi elio.biava » sabato 2 luglio 2016, 21:09

Anche la funicolare in Città Alta non ha alcun ritorno economico, anzi fà una voragine di debiti...ma è qualcosa di caratteristico, di irrinunciabile, se ne spendono di soldi pubblici a volte senza un apparente senso!
Hai ragione al 100%, però fa parte di una politica complessiva di rilancio della località e non solo di quella, tutto dovrebbe girare se riparte tutto. In fondo questo amministratore è l'unico che ha un'idea di sviluppo futuro e la persegue con continuità a costo di qualsiasi compromesso (senza interessi personali, che non è poco visto quello che si vede intorno). Per tali motivi infatti è attenzionato da tutte le parti politiche indistamente, di qualunque colore a_11 Non è una colpa sua, casomai un suo merito..."A ciascuno il suo" intitolava Sciascia.
a_14
Moderatore Immagini Antiche
"tra i monti Alben e Regaduro nel canalone i suoi compagni lo trasportarono per sentieri scoscesi tra boschi e pascoli fino a Sottochiesa, adagiato su una rozza scala a pioli ricoperta di fronde"
Avatar utente
elio.biava
 
Messaggi: 3102
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 11:38
Località: Fraggio-Fractum 995 slm, ex dogana veneta, Taleggio (BG) "sèm a baita"

Prossimo

Torna a Viabilità Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti