Una nuova strada unirà Ardesio Oltre il Colle Roncobello

Condizioni strade, progetti futuri, strade agro-pastorali, e varianti in costruzione in Valle Brembana provincia di Bergamo.

Moderatore: IW2LBR

Una nuova strada unirà Ardesio Oltre il Colle Roncobello

Messaggiodi IW2LBR » venerdì 20 aprile 2007, 11:14

Dal L'Eco di Bergamo del 20 Aprile 2007

Una nuova strada unirà le due valli
Lunga 10 chilometri: collegherà Ardesio a Roncobello, passando per Oltre il Colle

Una nuova strada di interesse ambientale e turistico che colleghi l'alta Valle Seriana all'alta Val Brembana, dal territorio di Ardesio a quello di Roncobello: è questo l'obiettivo del protocollo d'intesa approvato ieri dalla Giunta provinciale e già varato dai Comuni di Ardesio, Oltre il Colle e Roncobello , oltre che dalle Comunità montane di Valle Brembana e alta Valle Seriana.

L'accordo avrà durata fino al 2016 e decadrà al momento dell'eventuale collaudo della nuova infrastruttura entro tale termine. «Non c'è nulla di definitivo, stiamo solo muovendo i primi passi per questo progetto di cui si parla da tempo», ha commentato brevemente ieri il sindaco di Roncobello Antonio Gervasoni. Ma una prima intesa, almeno sulla carta c'è: «Nel Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp) – ha spiegato l'assessore provinciale all'Urbanistica Guido Fornoni – è prevista la realizzazione della strada intervalliva. Si tratterà soprattutto di un collegamento agro-silvo-pastorale, con una carreggiata piuttosto ristretta, dall'Alpe Corte di Valcanale di Ardesio fino alla baita di Mezzeno, a Roncobello, passando per un tratto attraverso il territorio di Oltre il Colle. Di fatto, dopo la strada della Val del Riso, sarà il primo collegamento tra le due valli».

La Provincia è interessata all'intesa non solo come ente di coordinamento per il rispetto e l'applicazione delle disposizioni del Ptcp, ma anche come proprietaria dell'Alpe di pascolo Neel, in Comune di Ardesio, che potrebbe essere valorizzata tramite il nuovo collegamento. L'infrastruttura è anche considerata strategica nel Piano di sviluppo economico delle due Comunità montane dell'alta Valle Seriana e della Valle Brembana.
«Probabilmente – aggiunge l'assessore Fornoni – la carreggiata avrà una larghezza per la quale sarà percorribile da mezzi a motore. Ma la vocazione del nuovo collegamento dovrà essere essenzialmente di valorizzazione dei pascoli, degli alpeggi e delle baite, da inserire in itinerari turistici ma soprattutto da conservare come patrimonio naturale».
«Ci stiamo pensando da tempo – commenta il senatore Valerio Carrara, sindaco di Oltre il Colle –. Il passaggio nel nostro territorio è determinante, anche se minimo, quindi aderiamo con molta convinzione al protocollo d'intesa. L'obiettivo è soprattutto la valorizzazione turistica del lago del Branchino, proprio al confine tra i tre Comuni, dove i rappresentanti locali si incontrano ogni anno ad agosto anche per testimoniare la vicinanza tra le vallate e l'importanza di nuove sinergie».
Tempistiche e progetti, per ora, vanno ancora definiti. La nuova strada raggiungerà un'altitudine di circa 1900 metri. È comunque certo, come si legge nel protocollo d'intesa, che i costi per la nuova infrastruttura ricadranno sui Comuni.

«Vi saranno sicuramente delle difficoltà finanziarie – ha spiegato infine il sindaco di Ardesio Antonio Delbono – anche se il Comune di Roncobello ha già ottenuto un finanziamento a livello di fattibilità. Bisognerà realizzare un collegamento di circa 10 chilometri tra le due vallate, e non sarà facile».

La Giunta provinciale di ieri ha dato il via libera anche al secondo Piano di governo del territorio finora messo a punto da un ente locale bergamasco, quello di Corna Imagna (dopo Mozzo). Nessun problema anche per quello che probabilmente sarà l'ultimo Piano regolatore generale, per il territorio di Piario.

L'adesione di via Tasso al sistema di monitoraggio sugli incidenti stradali, approvata ieri su proposta dell'assessore Luigi Pisoni, è inoltre il primo passo per la creazione di un archivio nel quale saranno inserite informazioni su tutti gli incidenti stradali in Lombardia, anche quelli rilevati dalle polizie locali e provinciali. «Il sistema – spiega infatti l'assessore Pisoni – si propone di raccogliere i dati relativi al rilievo degli incidenti stradali effettuati dalle polizie locali, al fine di costituire un archivio regionale, dal quale potranno attingere informazioni i soggetti pubblici coinvolti nella gestione della viabilità e della sicurezza stradale, a fini istituzionali».

Armando Di Landro
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 75820
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 20:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Messaggiodi andrea.brembilla » venerdì 20 aprile 2007, 18:53

Pazzi furiosi...riflettete bene se siete in ascolto, voi che avete progettato questa strada, riflettete ancora un pò.
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5490
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 11:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Strada agropastorale Ardesio Oltre il Colle Roncobello

Messaggiodi francesca » sabato 21 aprile 2007, 10:14

Molto dipenderà da COME sarà progettata la strada. Ultimamente in valle si sono viste spuntare strade forestali dai tracciati improbabili e impattanti, che hanno avuto il "merito" di svilire quello che a tutti gli effetti è (se ben progettato) un utile strumento di conservazione della natura e di valorizzazione delle attività selvicolturali e pastorali. a_12

Nella zona della Presolana sono state fatte strade forestali più che decenti e utilissime alla valorizzazione degli alpeggi (penso a Cassinelli, ad esempio, e al "Grande Aral") anche dal punto di vista turistico, ma non solo. Questo tipo di viabilità rende più razionale l'utilizzo dei pascoli a tutto vantaggio della conservazione della biodiversità. Ma ripeto, la strada deve essere progettata BENE e anche ben regolamentata. Tornando a noi, la strada esite fino all'alpe Mezzeno in Valle Brembana e fino all'alpe Neel (o Nevel) in Valle Seriana. Sarebbe interessante sapere dove si intende far passare il nuovo tracciato (spero non sul sentiero esistente....!!!!).
Ultima modifica di francesca il sabato 21 aprile 2007, 18:51, modificato 1 volta in totale.
francesca
 

Messaggiodi andrea.brembilla » sabato 21 aprile 2007, 18:15

francesca ha scritto:Sarebbe interessante sapere dove si intende far passare il nuovo tracciato (spero non sul sentiero esistente....!!!!).
Quoto e rilancio
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5490
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 11:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Una nuova strada unirà Ardesio Oltre il Colle Roncobello

Messaggiodi fiore » domenica 22 aprile 2007, 22:40

IW2LBR ha scritto:L'obiettivo è soprattutto la valorizzazione turistica del lago del Branchino, Armando Di Landro

che valorizzazione dovrebbe avere il lago Branchino ?...così com'è fa forse schifo ?..ah, forse vogliono alleggerire i lidi del lago d'Iseo permettendo ai bagnanti di salire attraverso questa strada e magari anche una futura che la collegherà con quella che salirà all'Arera ?? a_9 a_9 a_9

Probabilmente – aggiunge l'assessore Fornoni – la carreggiata avrà una larghezza per la quale sarà percorribile da mezzi a motore. Ma la vocazione del nuovo collegamento dovrà essere essenzialmente di valorizzazione dei pascoli, degli alpeggi e delle baite, da inserire in itinerari turistici ma soprattutto da conservare come patrimonio naturale».

eggià...patrimonio naturale e mezzi a motore son due cose che s'abbinano proprio bene ! a_12

ste politici locali (e non) c'han proprio una bella faccia di tola (per non dire altro), si nascondono dietro la "valorizzazione" di 2 alpeggi senza avere il coraggio di ammettere che questo sarà solo l'inizio di una speculazione in piena regola del territorio alle pendici dell'Arera !! a_9 a_9
Avatar utente
fiore
 
Messaggi: 72
Iscritto il: domenica 2 ottobre 2005, 21:24
Località: valle seriana

Messaggiodi Luka964 » domenica 22 aprile 2007, 23:58

Magari stanno usando un cemento che poi assumerà le sembianze del luogo!!! a_19 a_19 a_19
Certo che se venisse eliminato il Dio Denaro, chissà se spunterebbero così tanti obrobri in giro per il mondo!!!
Avatar utente
Luka964
 
Messaggi: 178
Iscritto il: giovedì 1 settembre 2005, 1:34
Località: Averara (BG) 700 mt s.l.m.

Messaggiodi francesca » lunedì 23 aprile 2007, 8:51

Ripeto: prima di giudicare vorrei vorrei vedere il tracciato.

Non si tratta di una nuova strada, ma di un collegamento fra due tronconi esistenti (mancheranno forse due chilometri?). La strada che arriva a Mezzeno c'è da un TOT di anni e di speculazioni edilizie non se ne sono viste, lo stesso dicasi per il tratto che arriva all'Alpe Neel.

Due dati sulle strade forestali riportate alla superficie boscata:

Densità viaria Confederazione Elvetica: 30 m di strada per ettaro di bosco.
Densità viaria Trentino: 15 m per ettaro di bosco.
Densità viaria Valle Brembana: 5 m per ettaro di bosco (prevista dal Piano della Viabilità: 10 m).

Trattasi di strade percorribili da mezzi a motore, considerato che la carreggiata è di circa 3 m più le banchine.

Considerazione: non mi sembra che dal punto di vista naturalistico la Valle Brembana sia poi messa meglio del Trentino e della Svizzera.

Inoltre perché ci sia speculazione edilizia bisogna:
- variare i Piani regolatori dei Comuni (da far approvare in Regione);
- ottenere autorizzazione per quanto riguarda Vincolo idrogeologico, Paesaggistico, SIC, e parere Parco (quattro autorizzazioni distinte con il coinvolgimento di tre diversi Enti: Comunità Montana, Provincia e Parco). La tutela c'è, e tutto fa supporre che verrà applicata.

RIPETO ANCORA: Prima di giudicare vorrei vedere il tracciato e le sue caratteristiche (3 o 6 m? ) , dubito (almeno spero) che passi davvero in parte al Lago del Branchino......., se così fosse mi schiererò anche io dalla parte dei contrari....lo stesso se non sarà una strada forestale ma qualcosa di più...

Altra considerazione: la valorizzazione naturalistica la si fa proprio con le strade forestali fatte bene (Trentino, Valle d'Aosta, Toscana, Austria, Svizzera, etc. etc. docet....). E con una politica ambientale seria, ovviamente. Meglio non fare di tutta l'erba un fascio.

OFF TOPIC: ieri mi sono fatta in bici la discesa su mulattiera da Baresi a Lenna. Un secco impressionante. Direi di cominciare TUTTI a fare dei fioretti (beh, a Fiore gli verrà facile.... a_6 a_6 a_6 ) ambientali, il Branchino rischia di restare senza laghetto....
francesca
 

Ardesio Oltre il Colle Roncobello

Messaggiodi Simone » lunedì 23 aprile 2007, 10:02

Ciao copio e incollo il mio intervento fatto su un altro forum. So che non è molto corretto postare lo stesso messaggio su più forum e lascio ai moderatori la decisione di lasciare il mio intervento o di toglierlo. Il tratto di strada tra Roncobello e Ardesio come strada locale (Categoria F). Poi ho preso il piano territoriale di coordinamento provinciale, me lo sono letto tutto e a pagina 120-121 (qui http://www.provincia.bergamo.it/provpor ... fr_mob.pdf) trovo che questa proposta riguarda una strada di classe F2. Ora ai sensi delle norme funzionali e geometriche per la costruzione delle strade approvate con DM 5 novembre 2001, una strada di classe F2 è costituita da due corsie di m 3,25 (una per senso di marcia) e due banchine laterali di m 1,00 e delimitata da due banchine in terra, con barriere di protezione in acciaio a protezione dei pali di illuminazione... totale 8,50 metri!!!

Ciao,
Simone Manenti
Simone
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 26 settembre 2006, 20:46

Messaggiodi francesca » lunedì 23 aprile 2007, 10:12

Simone ha scritto: Ora ai sensi delle norme funzionali e geometriche per la costruzione delle strade approvate con DM 5 novembre 2001, una strada di classe F2 è costituita da due corsie di m 3,25 (una per senso di marcia) e due banchine laterali di m 1,00 e delimitata da due banchine in terra, con barriere di protezione in acciaio a protezione dei pali di illuminazione... totale 8,50 metri!!! Ciao. Simone Manenti

OK, allora si tratta di una strada comunale vera e propria con due corsie, bitume e tutto il resto!!!!

Sinceramente non se ne sente il bisogno, qualsiasi tracciato venga proposto.
a_12 a_12 a_12 a_12 a_12 a_12 a_12 a_12 a_12 a_12 a_12 a_12
francesca
 

Prossimo

Torna a Viabilità Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite