Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

News, cronaca, curiosità e proposte nei singoli comuni della Valle Brembana in provincia di Bergamo.

Moderatore: IW2LBR

Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:16

Averara, Lunedi' 5 Gennaio 2015

Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Buongiorno a tutti. Mi sembra giusto e doveroso ricordare in questa lieta circostanza la vita e le opere del nostro Don Lorenzo perché a volte la memoria ci tradisce e dimentichiamo facilmente il bene fatto per intestardirci solo su alcune negatività di nessun peso. Come sempre purtroppo fa più rumore un albero che cade piuttosto che una foresta che cresce. Il male fa notizia e fa presa sui mass-media e in noi, il bene invece non è mai in prima pagina perché non fa audience. Ciò è sbagliato, perché di bene invece ce n’è tanto e Don Lorenzo ne è stato e ne è un esempio. Don Lorenzo è stato ordinato sacerdote in Cristo il 30/05/1953. Come primo incarico è stato nominato coadiutore di Cavaglia in Brembilla, poi come prima parrocchia ha avuto la frazione di Ganda (Aviatico) dal 1954 al 1959. Dal 1959 al 1975 è stato parroco di Bianzano. Dal 1975 sino al 2013 parroco della nostra Averara. Nel 2009 è stato fregiato del titolo di Canonico ordinario della Cattedrale di Bergamo, cioè è divenuto Monsignore. Dal novembre scorso, nostro malgrado, ha deciso di tornare nella casa paterna del paese natio di Pedrengo, dove tutt’ora risiede. Voglio ricordare a tutti che Averara ha quattro chiese sul proprio territorio: Parrocchiale di San Giacomo Apostolo, San Pantaleone a Redivo, San Rocco a Lavaggio e la chiesa di Valmoresca dedicata alla Madonna della neve. Ebbene non ce n’è stata una che non abbia avuto in questi anni una miglioria o un restauro, tant’è che un elenco delle opere fatte con l’ausilio di Don Lorenzo sarebbe chilometrico, mi limito qui ad elencarne i principali. Nella chiesina di Valmoresca il restauro completo dei preziosi dipinti, l’acquisto di una nuova statua della Madonna, l’intonacatura e il ripristino delle pareti esterne, il parziale recupero del sagrato.

Nella chiesa di Redivo il rifacimento completo del sagrato e la tinteggiatura delle pareti esterne, l’acquisto di cinque nuove campane di bronzo per il campanile romanico,il restauro totale di tutti gli intarsi in legno sull’altare e di tutti i dipinti del Santo medico e martire. Nella chiesina di San Rocco il rifacimento completo della pavimentazione interna e il riattamento dei preziosissimi affreschi. Nella prepositurale di San Giacomo come non ricordare in primis il grandioso restauro del nostro “gioiellino” organo Serassi datato 1797, l’automatizzazione delle campane, il restauro totale delle pareti esterne e del campanile, il rifacimento di tutto l’impianto di riscaldamento e della pavimentazione della chiesa, il prezioso recupero degli intarsi e dei confessionali in legno dei Rovelli, il restauro dell’ossario con la realizzazione di una nuova cappella votiva esterna, il recupero completo di tutti i grandiosi dipinti della nostra parrocchiale, il restauro delle parti restanti del coro sfregiate dal furto del 1992 e decine di altre opere che non sto qui ad elencare se no non finirei più.

Come poi dimenticare il gravoso recupero dell’immobile ex cooperativa e quello parziale in via di completamento del cinema del paese. Ricordo poi a tutti che se oggi abbiamo un mensile interparrocchiale d’oltre la Goggia (L’Alta Valle Brembana) lo dobbiamo alla caparbietà, alla tenacia e all’amore per la cultura del nostro Monsignore che ha dal 1981 reso ancora autonomo il bollettino Gogìs che era divenuto, per incurie e problematiche varie, un semplice inserto del mensile diocesano L’Angelo in famiglia. Infine mi permetto di rammentare anche che tra i principali iniziatori ed ideatori del centro sociale intitolato a Don Stefano Palla ci fu proprio, e forse allora unicamente, Don Lorenzo. Con tutto ciò detto non voglio certo santificare nessuno anche perché come dice il vangelo siamo solo dei servi inutili, ma mi sembra giusto e corretto dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio. E dando a Dio quel che è di Dio è doveroso ricordare che la Chiesa, come ama dire spesso Papa Francesco, non è una ONLUS o un associazione di volontariato e senza il basilare supporto spirituale che ci porta al trascendente le opere di restauro che ho citato sarebbero state del tutto inutili, anzi per certi versi dannose se si guardasse solo il lato economico. Don Lorenzo dando lustro alla cultura, all’arte e alla storia ha voluto mettere al centro la bellezza di una fede tramandata che ha il Crocifisso come pietra angolare su cui deve posare tutta la costruzione della vita, se no il tutto risulta essere davvero senza senso.

Oggi purtroppo è pensiero di tanti che il Sacerdote dovrebbe essere un semplice filantropo o una specie di assistente sociale per i meri problemi materiali della gente e la fede relegata solo nella sfera privata per non infastidire nessuno. Spiace vedere che anche una parte di Chiesa e alcuni suoi membri pur di piacere al mondo stanno a questo perverso gioco, non rendendosi conto che così facendo passano dalla parte del nemico e abbandonano in pieno le pecorelle alla mercé dei lupi infernali. Don Lorenzo è qui ancora invece a ben ricordarci come deve essere un prete. Uno che non si vergogna di Gesù Cristo neanche nel vestire e proclama tutta intera la Verità del Vangelo senza ometterne volontariamente alcune parti per essere più, passatemi il termine, trendy. Uno che è misericordioso con tutti ma assolutamente intransigente verso il peccato e non lo scusa mai, perché sa che è la causa di tutti i mali del mondo. Uno che non si è mai vergognato delle secolari tradizioni della Chiesa e dei sacri paramenti e anzi le ha tramandate rinnovandole con entusiasmo, cacciando se necessario a pedate i troppi “mercanti del tempio” che circolano oggigiorno.

Uno che ha predicato con forza e coraggio,ad alta voce, nelle occasioni opportune e non opportune la sacralità di quei valori basilari come il rispetto della vita in ogni sua fase e la centralità della famiglia naturale mai così sotto attacco come in questi momenti storici. Leggevo, e concludo, uno scritto di Don Lorenzo di qualche anno fa in occasione del suo 50° di sacerdozio. Scriveva allora di come fosse stato importante e punto di riferimento essenziale per il suo cammino vocazionale quella croce che sta sull’altare della Madonna Addolorata nella parrocchiale di S. Evasio in Pedrengo. Chissà perché ma subito, appena letto, mi è tornata in mente l’immagine indelebile del grandioso Papa San Giovanni Paolo II, di quando sfinito e spossato nei suoi ultimi momenti di pontificato stava aggrappato con tutte le sue ultime residue forze al pastorale con in cima il Signore Gesù Crocifisso. Questa commovente immagine vuole essere un augurio e un auspicio di proseguire sempre anche Lei, carissimo Don, fino alla fine aggrappato a quel Crocifisso unica salvezza dell’umanità.

Grazie Don Lorenzo e preghi sempre per Averara!!!

Fabio Annovazzi, vicesindaco di Averara

reportage by Mario Fois e Gino Galizzi

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:16

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:16

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:17

Immagine

l'arrivo ad Averara di Mons. Lorenzo Grigis, accolto dal sindaco Mauro Egman
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:17

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:17

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:17

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:17

Immagine

in sala consiliare del Comune di Averara
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Re: Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis

Messaggiodi IW2LBR » lunedì 5 gennaio 2015, 15:17

Immagine
Valanga - VLBNET Rete Wireless - News Valle Brembana - Valle Brembana - Fotografie della Valle Brembana
Specialist SEO, search engine optimization & marketing
Avatar utente
IW2LBR
Site Admin
 
Messaggi: 76746
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2005, 19:57
Località: Media Val Brembana (600m)

Prossimo

Torna a Comuni della Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti