La rosa magica

Segnalazioni e ricerche storiche in Valle Brembana..

Moderatore: claudio valce

La rosa magica

Messaggiodi marioff » mercoledì 19 gennaio 2011, 17:32

Dopo che ho scritto il mio racconto fantasioso: "La storia di Mario e Lucia" anche la mia nipotina Giulia di undici anni ha voluto raccontare la sua storiella messa insieme col fratello Davide di otto anni e vi assicuro che è prodotto della loro fantasia:

La rosa magica
C’era una volta in un paese lontano una famiglia composta da padre, madre e figlio. Erano molto poveri e il padre era costretto a chiedere l’elemosina per strada. Un giorno l’uomo vide una rosa diversa dalle altre, questa era di 7 colori: giallo, arancio, rosso, viola, blu, verde e bianco. Egli la portò a casa dalla moglie e dal figlio che vedendola si meravigliarono della bellezza e della stranezza del colori della rosa: poteva essere un fiore magico così iniziarono a esprimere desideri sperando che il fiore li esaudisse.

“Vorrei un enorme tavolata piena di viveri, una casa enorme” disse la moglie e cosi fu;poi il bambino disse “ Vorrei che fossimo una famiglia di nobili e che io avessi una camera tutta per me”e anche questo si avverò,infine fu il turno del padre che chiese “mi piacerebbe abitare in parte ad una famiglia di nobili e avere molti servitori”. Tutto questo si avverò ma la famigliola si accorse che alla rosa magica rimaneva un solo colore:il viola!!!! Cosi misero il fiore in una stanza, la più elevata del castello protetta dalle guardie più forti per fare in modo che la rosa non venisse rubata. Passarono gli anni e i rapporti tra i vicini si fecero sempre più intensi,passavano insieme tutti i pomeriggi. Nella casa dei vicini vivevano Matteo, un bambino orfano e sua zia Anastasia. Matteo aveva perso i genitori appena nato per colpa di uno stregone che li aveva trasformati in rane, ma la zia gli aveva raccontato che erano morti in guerra. Matteo trascorreva le sue giornate in orfanotrofio tranne la domenica che la trascorreva con la zia nei campi di sua proprietà. Non passarono molti anni che il padre della famiglia, che si era arricchita, fu sul punto di morte e chiese al figlio di portargli la rosa per chiedere la vita eterna; ma il figlio gliela portò tardi poiché il padre era già morto. Cosi decisero,madre e figlio , di lasciare l’ultimo desiderio a Matteo che voleva sapere chi erano i suoi genitori. Cosi chiese: - “Rosa, mostrami i miei genitori!!!” - e subito sentì delle voci: - “Figliolo aiutaci siamo qui!!!” -. Cosi capì che i suoi genitori erano stati tramutati in rane. La rosa non aveva perso il colore e Matteo chiese: - “Rosa per favore fa tornare mamma e papà degli umani” - e i genitori di Matteo tornarono umani ed abbracciarono il loro figliolo. Poi andarono a cercare lo stregone che li aveva trasformati in rane e capendo che lui lo aveva fatto perché si sentiva solo, lo perdonarono e lo accolsero in casa vivendo per sempre felici e contenti.

Andreoletti Giulia
marioff
 
Messaggi: 74
Iscritto il: domenica 21 novembre 2010, 22:18

Re: La rosa magica

Messaggiodi andrea.brembilla » venerdì 21 gennaio 2011, 22:25

Complimenti a Giulia...la fantasia dei bambini è qualcosa di veramente incredibile...uno scrigno prezioso che va coltivato e mantenuto, anche se si diventa grandi.
Guardiamo il mondo sempre con gli occhi dei bimbi, ne saremo arricchiti. a_14
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5296
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 11:50
Località: Laxolo di Val Brembilla (BG) - 570 m s.l.m.


Torna a Cultura e Storia Valle Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: IW2LBR e 15 ospiti