Vipere e rettili della Val Brembana

Le numerose specie di animali selvatici nelle Alpi Prealpi Orobie e specificatamente in Valle Brembana

Moderatore: IW2LBR

Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi cllocate » mercoledì 30 luglio 2008, 0:04

Io sto con le vipere !

In attesa di ricevere le foto e altro materiale riguardante questi animali che non è improbabile incontrare durante le nostre escursioni vorrei fare alcune considerazioni seguite da alcune indicazioni di massima sul comportamento da tenere in caso di morsicatura da vipera in modo da tranquillizzare da subito sugli effetti di quello che è ritenuto a torto un flagello.

- In Italia si stima muoiano tra l'1 e il 2% delle due/trecento persone morsicate ( 2 / 3 morti)
- Si stima che in Europa muoiano più persone per la scorretta somministrazione del siero che per il morso di vipera!
- In Italia muoiono più persone per le punture delle api o colpite da fulmini
- Durante le gite usare scarponcini, calzettoni e pantaloni lunghi, sono un ottima prevenzione ai morsi
- Evitare di infastidire le vipere per fare foto o osservarle, normalmente si allontanano ancora prima del nostro sopraggiungere.

Questo topic attraverso foto e altro vuol provare a dare delle indicazioni su come distinguere i vari rettili della Valle vista la confusione generale che regna spesso tra gli stessi abitanti della Valle e soprattutto a rimuovere l'abitudine consolidata di uccidere indistintamente tutto quello che striscia come se fosse portatore di chissà quale pericolo.

SOCCORSO PRE-OSPEDALIERO:
In caso di morso occorre:

attivare immediatamente i soccorsi (118)
- tenere a riposo la vittima e tranquillizzarla (in caso di panico può essere utile un blando sedativo per via orale)
- sfilare anelli e bracciali
- disinfettare la lesione
- immobilizzare la parte colpita ( ad esempio un arto) mediante un bendaggio steccato non compressivo


Se la ferita è ad un arto:
- applicare una benda elastica alta almeno 7-10 cm, appena possibile; la fascia va applicata dal morso alla radice dell'arto,
e deve essere stretta a sufficienza per bloccare la circolazione linfatica (la via attraverso cui il veleno entra in circolo); verificare però che sia mantenuta la pulsazione arteriosa a valle della fascia,
- immobilizzare l'arto con una stecca; evitare qualsiasi movimento dell'arto durante il trasporto
- rimuovere la benda solo al Pronto Soccorso, quando è disponibile il siero antivipera.


Se la ferita è al collo, alla testa o al tronco:
- applicare un cerotto adesivo ed elastico che comprima il più possibile la parte intorno al morso, per limitare l'entrata in circolo del veleno.

Cosa non fare:
- non agitarsi: il paziente ha bisogno di essere calmato e rassicurato
- evitare per quanto possibile che il paziente cammini, perché l’attività muscolare favorisce la diffusione del veleno.
- evitare di rimuovere il veleno dalla sede di inoculo, attraverso l'incisione, la spremitura, la suzione o l'applicazione di dispositivi a pressione negativa, in quanto il veleno entra in circolo per via linfatica e solo in piccolissima parte per via ematica.
- evitare l'applicazione del ghiaccio che espone a rischio di ustioni o lesioni da freddo
- evitare l’applicazione del laccio emostatico che può causare ischemia ed una brusca immissione del veleno in circolo, al momento della decompressione


Somministrare il siero antivipera solo in caso di necessità e sotto controllo medico.

A questo punto l'invito a chi ne avesse è a pubblicare le proprie foto.

PS
Le poche indicazioni riportate sono tratte da siti attendibili se si riscontrassero degli errori siete pregati di comunicarlo.


a_18
cllocate
 

La Vipera in Val Brembana

Messaggiodi bashir.it » mercoledì 30 luglio 2008, 9:02

Marasso (Vipera berus) femmina probabilmente giovane.

Immagine

Immagine

a_18
Bashir.it
Moderatore Forum Val Brembana - Brembana Valley Forum Moderator

Se sono in linea, purtroppo non sono qui
Avatar utente
bashir.it
 
Messaggi: 990
Iscritto il: giovedì 16 marzo 2006, 17:01
Località: Seriate

Re: La Vipera in Val Brembana

Messaggiodi cllocate » giovedì 31 luglio 2008, 23:52

Aspide probabilmente femmina

Immagine
cllocate
 

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi Subiot » venerdì 1 agosto 2008, 8:53

Più che per me, io , quando vado in giro , ho paura per il mio cane ....
Quello solitamente mette il naso dappertutto ....
In caso di morso ad un cane cosa bisogna fare ? Qualcuno sa darmi qualche indicazione ?
a_14 a_14 a_14
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1234
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 12:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi Lilli » venerdì 1 agosto 2008, 13:57

Ragazzi anch'io come Subiot sono terrorizzata dal fatto che il mio cane potrebbe essere morso...ha il vizio, come ogni cane del resto, di infilare il muso ovunque ed è molto curioso...io rimango paralizzata appena vedo qualsiasi cosa che striscia (l'anno scorso mentre andavo al Calvi passando x l'estivo ai Pagliari ho visto un biscione/viperone (??) enorme che prendeva il sole sulla stradina e, a parte il fatto che non si è per niente spostato, anzi,ha alzato la testa verso me e il mio cane a_19 a_19,ho fatto dietrofront sulla strada normale x la paura) e se dovesse succedere qualcosa credo sarei presa non dal panico...DI PIù!!! Qualche consiglio su come affrontare l'eventuale "tragedia"?? a_21

Grazie... a_45
Avatar utente
Lilli
 
Messaggi: 16
Iscritto il: lunedì 2 luglio 2007, 10:08

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi Subiot » venerdì 1 agosto 2008, 14:59

A costo di andare off-topic , e visto che in questo argomento si stà parlando anche di loro , non posso fare a meno di segnlarvi il link seguente .......
http://www.corriere.it/ultima_ora/notiz ... 98350C8%7d

a_39 a_39 a_39 a_39 a_39 a_39
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1234
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 12:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi cllocate » mercoledì 6 agosto 2008, 22:02

La biscia dal collare ( natrix natrix )

Foto scattate a Valtorta nel bacino per l'innevamento artificiale.
Non è casuale il fatto di averla fotografata in questo laghetto artificiale, vive in zone umide e acqua preferibilmente stagnanti, se infastidita emette un liquido maleodorante dalla ghiandola anale.
La natrice dal collare possiede ghiandole velenifere contenenti un veleno molto blando, ma i denti sono corti e pieni, inadatti a portare il veleno nei tessuti profondi.
E' quindi assolutamente innocua.

Notare la coda molto lunga e affusolata ( confrontatela con le foto precedenti ) ottimo sistema per distinguerla da Aspide e Marasso

Immagine


Immagine


Immagine

a_18
cllocate
 

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi Subiot » giovedì 7 agosto 2008, 9:17

L'ultimo rettile segnalato da cllocate nel gergo comune della nostra terra è erroneamente definita "epèra del colari' " ( vipera dal collare) inducendo tutti a considerarla un rettile pericoloso.
Sembra che in caso di pericolo assuma un atteggiamento di difesa abbastanza aggressivo: si rivolta a pancia in su per far vedere la parte sottostante del corpo che è chiara ed emette un leggero sibilo alzando la testa. a_34 a_34
Ciò gli ha valso una cattiva fama ....
E' comunque , come indicato da cllocate, assolutamente innocua a_11 a_11
GIU' LE MANI DALL'ORSO..
Avatar utente
Subiot
 
Messaggi: 1234
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2008, 12:29
Località: Sedrina 342 m.l.m.

Re: Vipere e rettili della Val Brembana

Messaggiodi willy » giovedì 7 agosto 2008, 9:38

E' assolutamente innocua ma:

Un mattino di qualche anno fa mi alzo, apro la porta-finestra della cucina e me la ritrovo davanti, d'istinto prendo una scopa, ma sfortunatamente scappa.

Un altro episodio è quando stavo salendo dallo scivolo che porta ai box e me ne ritrovo una agrappata al muro che prende il sole, torno nel box, prendo la pala per la neve, ma al mio ritorno è scappata.

Anche se sono solamente bisce non è un bel effetto. Rettili striscianti nel mio giardino, no grazie. a_35

L'ultima vipera che ho incontrato è la scorsa estate al Passo S.Simone, ho bloccato i miei figli che la rincorrevano a sassate e l'ho lasciata tranquillamente andare, anche perchè li si trovava a casa sua e non mia.
Avatar utente
willy
 
Messaggi: 1065
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2005, 17:02
Località: Almenno S.B. - m.300 s.l.m. - Foppolo m. 1600 s.l.m.

Prossimo

Torna a Fauna Selvatica Alpi Prealpi Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite