Le News Meteo del 2018

Meteorologia delle Alpi e Prealpi Orobie a cura di Orobie Meteo

Moderatori: Lino70, RubenBG, Fabio76, tropico90

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » lunedì 2 luglio 2018, 19:57

CALDO: l'aeroporto di Sigonella, nel Catanese ha appena registrato una temperatura di 38°! 35° sono stati raggiunti a Foggia; 34° a Catania città; 32° a Ferrara, Roma e Firenze.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » mercoledì 4 luglio 2018, 19:43

Nubifragio in Trentino, strade chiuse e 50 evacuati. Moena invasa da fango e acqua

Le eccezionali piogge che nel pomeriggio di ieri hanno flagellato gran parte del Trentino hanno lasciato dietro di sè danni e disagi alla circolazione. La zona maggiormente colpita dalle piogge è stata la bassa valle di Fassa ed in particolare l’abitato di Moena. Un temporale di tipo autorigenerante ha colpito la zona, a cominciare dalle 15 e fino alle 17.30. L’acqua ha invaso il centro di Moena nel tardo pomeriggio, tra le 17.30 alle 18, creando in breve un vero e proprio torrente di fango, alimentato anche dall’esondazione del rio Costalunga. Smottamenti si sono registrati anche lungo la circonvallazione di Moena, provocando il blocco della circolazione. A scopo precauzionale una cinquantina persone tra Moena e il passo San Pellegrino sono state evacuate dalle proprie abitazioni, parzialmente allagate. Le persone sono state accolte nella Scuola di Moena e hanno cenato presso un albergo. Il rifugio Taramelli, in val Monzoni a Pozzo di Fassa, è isolato. Al suo interno si trovano 13 persone, tra escursionisti e personale.
Le immagini radar della Protezione Civile del Trentino hanno evidenziato una zona circolare, con un raggio di 6 chilometri, sopra l’abitato di Moena, in cui si sono concentrate le precipitazioni con circa 130 millimetri di pioggia, come spiega una nota della Provincia di Trento. Accertata l’eccezionalità dell’evento meteo è stata tempestivamente attivata la Sala Operativa della Protezione civile del Trentino, coordinata dal Dipartimento della Provincia autonoma e con la partecipazione - tra gli altri - dei corpi dei vigili del fuoco, le strutture della Provincia e geologi, che hanno così reso possibile la gestione dell’emergenza e gli interventi sul territorio.
Il temporale, di tipo «autorigenerante», ha investito un’area di circa 150 chilometri quadrati e, come confermano i meteorologi, è stato un evento non prevedibile, sia come tempistica che come localizzazione.

«Su 50 strutture alberghiere del paese, solo 4 o 5 hanno subito danni da allagamento». Lo ha detto Edoardo Felicetti, sindaco di Moena, il paese della val di Fassa colpito ieri da un violento nubifragio. I danni - ha aggiunto il sindaco - potranno essere valutati solo quando gli scantinati saranno liberati dal fango.

Temporali fortissimi anche nel Parmense e "tornado" a Noceto. Nella notte i vigili del fuoco hanno lavorato per rimuovere alberi e rami pericolanti nella Bassa, in particolare a San Secondo.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » giovedì 5 luglio 2018, 19:47

Maltempo: tromba aria nel Milanese, via tetti

Una violenta tromba d'aria si è abbattuta la notte scorsa nella zona di Pozzo d'Adda, nel Milanese, e ha letteralmente scoperchiato una palazzina, danneggiando i tetti di numerosi altri edifici. Vigili del fuoco ancora sul posto anche per rimuovere rami d'albero caduti sulle strade. Allo stato non si registrano danni gravi alle persone.

Il fiume Seveso è invece esondato e rientrato. Il Comune di Milano spiega che dalla mezzanotte era attivo il Centro operativo comunale con le squadre di Protezione civile, Polizia locale, MM, Amsa pronte ad entrare in azione. Il canale scolmatore di Palazzolo era già aperto. L'impennata è stata a Cesano Maderno e l'acqua in circa mezz'ora è salita rapidamente oltre i livelli di guardia. E' in corso la fase di pulizia delle strade dal fango. Riaperto alla circolazione viale Sarca. Resta chiuso viale Fulvio Testi. La situazione dovrebbe rientrare alla normalità entro qualche ma è prevista una nuova perturbazione e l'allerta resta in corso.

Un violento temporale, con forti raffiche di vento e tempesta di fulmini, si è abbattuto la scorsa notte su Torino. Centinaia le chiamate alla centrale dei vigili del fuoco di corso Regina Margherita per segnalare garage, cantine e piani terra allagati. Tra le zone più colpite, il quartiere Nizza Millefonti. Il sottopasso dell'ospedale Molinette si è allagato e due automobilisti hanno dovuto abbandonare le macchine e proseguire a piedi. È la terza notte consecutiva di forti temporali sul Piemonte. Quello di lunedì scorso ha causato l'allagamento di un sottopasso, tra Rivarolo e Feletto nel Torinese, in cui un automobilista è morto annegato.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » sabato 14 luglio 2018, 19:44

Inondazioni devastanti in Cina dopo il passaggio del super tifone Maria



Il super tifone Maria ha da pochi giorni raggiunto la costa cinese a sud di Shanghai e a nord dell'isola di Taiwan, lasciandosi dietro una scia di distruzione a causa dei venti tempestosi e delle piogge alluvionali. Particolarmente colpita la provincia di Zejiang, ma anche numerose altre limitrofe. Fonti locali fanno sapere che ben 241 fiumi sono esondati in 24 provincie, man mano che Maria si inoltrava verso l'interno della Cina, tra cui il Fiume Giallo e il fiume Yangtze, alimentando in modo impressionante l'enorme bacino idrico delle Tre Gole. Si calcolano danni per quasi 4 miliardi di dollari.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » lunedì 16 luglio 2018, 19:50

Maltempo Piemonte: gravi allagamenti a Valenza, nell'alessandrino
La perturbazione atlantica in transito sul centro-nord Italia comincia a dispensare i suoi effetti. Un violento nucleo temporalesco si è abbattuto nell'alessandrino nelle ultime ore, causando un nubifragio sulla località di Valenza, dove si registrano danni e disagi.



A causa dell’acqua fuoriuscita dell'acqua dai tombini, molte vetture, in alcune zone della città, sono state fortemente danneggiate, alcune addirittura trascinate dall'acqua. I casi più eclatanti in regione San Giovanni, dinanzi al Palazzetto dello Sport e la sede della Pro Loco, in via Carlo Camurati, tra l’ingresso del parcheggio delle scuole e quello dei giardini pubblici, ma anche in numerose altre zone cittadine.



Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco. Al momento non si segnalano feriti.

Ed inoltre......
Notte tempestosa in Veneto: venti fortissimi, grandinate e black-out

Notte tempestosa in Veneto. Serie di violenti temporali con grandine e venti tempestosi. Tanti i danni.




Notte da dimenticare per il Veneto, colpito da una serie di violenti temporali determinati dall'ingresso delle prime correnti fresche atlantiche sul caldo africano accumulatosi al suolo. Chiariamo che si tratta solo del "primo nucleo fresco", in quanto il secondo, ben più intenso ed esteso, è atteso nel corso della giornata odierna.




I temporali notturni che hanno colpito il Veneto hanno colpito in maniera piuttosto incisiva le province di Venezia, Padova, Verona e Rovigo. Tantissimi i datti causati dalle raffiche di vento tempestose anche oltre i 100 km/h, le piogge intense e le grandinate diffuse e



incisive.
Tra padovano e rodigino la grandine ha raggiunto le dimensioni di un uovo producendo danni ingenti alle colture e alle automobili. I danni più estesi sono stati causati dai venti di "downburst" prodotti dal temporale, in grado di colpire con grande violenza e velocità aree su vasta scala. Non si è trattato di "trombe d'aria" come erroneamente citato da alcuni, in quanto si tratta di due fenomeni differenti, ugualmente distruttivi.
Ed inoltre......
Maltempo a Mantova e nel Bresciano: i danni di grandine e tromba d'aria
Vigneti distrutti, campi di mais devastati, frutteti ricoperti da tappeti di pere e mele cadute, tetti sfondati: le foto scattate dagli agricoltori e raccolte da Coldiretti Lombardia documentano i danni causati dall'ondata di maltempo che ha investito le zone del Mantovano e del Bresciano con grandine e trombe d'aria. I comuni maggiormente colpiti sono quelli di Roverbella, Medole e Castel d'Ario in provincia di Mantova e di Montichiari in provincia di Brescia. "La violenta tempesta che si è scatenata intorno alle 3.30 di notte ha distrutto 25 ettari di mais, con danni per circa 60mila euro - spiega Paolo Avanzi, allevatore di Roverbella - Sarò costretto a trinciare prima e comunque con una perdita sensibile di prodotto, all'incirca del 50-60% rispetto a una stagione normale. Di solito la razione alimentare dei miei animali è costituita solo da mais, cereali, foraggio ed erba medica che coltivo, ma per colpa di questa grandinata dovrò acquistare mais all'esterno, con un ulteriore aggravio di costi". Secondo le stime di Coldiretti Lombardia, dall'inizio dell'anno i danni causati dal maltempo nel solo Mantovano hanno già superato i 15 milioni di euro.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » martedì 17 luglio 2018, 21:09

Le News di oggi....


CALDO: 40° sono stati appena toccati alla stazione di Sigonella, nel Catanese; 36° a Catania città, 33° a Olbia, 32° a Cagliari e Crotone; 31° a Milano, Lecce e addirittura Aosta.

Una tromba marina è stata osservata poche ore fa nel tratto di mare compreso lungo la costa di Amalfi. Sul mar Adriatico meridionale insiste una circolazione d'aria più fresca in quota the determina lo sviluppo di nuovi temporali. Fenomeni di natura vorticosa saranno ancora possibili, agevolati dalla combinazione tra il mare caldo e l'aria relativamente più fresca che è presente in quota.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » giovedì 19 luglio 2018, 19:41

Puglia : e' allarme per l'alga tossica in mare. Un pericolo per l'uomo - LISTA LOCALITA'

Torna a far parlare di se l'alga tossica che negli ultimi anni diventa sempre più un problema per le coste pugliesi e per chi ama godersi una giornata al mare. Il periodo è sempre lo stesso, ovvero fine luglio e agosto, quando le temperature diventano sempre più calde e permettono la diffusione di queste alghe decisamente pericolose per l'uomo.

Negli ultimi giorni le concentrazioni di alga tossica nei mari pugliesi hanno raggiunto livelli decisamente pericolosi nel tratto settentrionale del brindisino, in particolare tra Torre Canne e Forcatella. Ad annunciarlo è l'ASL di Brindisi sulla propria pagina facebook istituzionale : "Nell'ambito dell'attività di monitoraggio svolta dall'Arpa Puglia, nella prima quindicina di luglio è stata rilevata una concentrazione elevata di Ostreopsis Ovata (l'alga tossica) nelle acque marine costiere del Comune di Fasano in località Torre Canne e Forcatella. I valori rilevati - prosegue il post - possono rappresentare fonte di pericolo per la salute pubblica, in particolare per soggetti più fragili già affetti da problemi respiratori, si consiglia pertanto di evitare la balneazione e la permanenza sulle spiagge delle suddette località, soprattutto in giornate particolarmente ventose e con mareggiate. "I sintomi di una possibile intossicazione - viene specificato - sono faringite, tosse, disturbi respiratori, cefalea, nausea, raffreddore, congiuntivite, vomito, dermatite, febbre".
Torna a far parlare di se l'alga tossica che negli ultimi anni diventa sempre più un problema per le coste pugliesi e per chi ama godersi una giornata al mare. Il periodo è sempre lo stesso, ovvero fine luglio e agosto, quando le temperature diventano sempre più calde e permettono la diffusione di queste alghe decisamente pericolose per l'uomo.

Negli ultimi giorni le concentrazioni di alga tossica nei mari pugliesi hanno raggiunto livelli decisamente pericolosi nel tratto settentrionale del brindisino, in particolare tra Torre Canne e Forcatella. Ad annunciarlo è l'ASL di Brindisi sulla propria pagina facebook istituzionale : "Nell'ambito dell'attività di monitoraggio svolta dall'Arpa Puglia, nella prima quindicina di luglio è stata rilevata una concentrazione elevata di Ostreopsis Ovata (l'alga tossica) nelle acque marine costiere del Comune di Fasano in località Torre Canne e Forcatella. I valori rilevati - prosegue il post - possono rappresentare fonte di pericolo per la salute pubblica, in particolare per soggetti più fragili già affetti da problemi respiratori, si consiglia pertanto di evitare la balneazione e la permanenza sulle spiagge delle suddette località, soprattutto in giornate particolarmente ventose e con mareggiate. "I sintomi di una possibile intossicazione - viene specificato - sono faringite, tosse, disturbi respiratori, cefalea, nausea, raffreddore, congiuntivite, vomito, dermatite, febbre".
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » sabato 21 luglio 2018, 11:03

TEMPORALI in atto in Italia

In Liguria vi sono due distinte celle temporalesche che agiscono sulla regione: la prima tra il Genovese e il Savonese, la seconda tra il Tigullio e lo Spezzino. Entrambe hanno avuto carattere supercellulare e hanno scaricato accumuli fino a 100mm in alcune zone. In queste ore entrambi i nuclei si stanno attenuando.

PREALPI LOMBARDE: celle temporalesche agiscono sulla zona con intense fulminazioni segnatamente a nord del Lago di Garda, dove le cumulate precipitative sono ragguardevoli.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

Re: Le News Meteo del 2018

Messaggiodi tropico90 » sabato 21 luglio 2018, 11:06

Super ondata di caldo sul nord Europa: oltre 33°C in Lapponia, e' record!

Ondata di caldo eccezionale tra Russia e Lapponia. Superati i 33°C, temperature estreme sul circolo polare artico.

Temperature sempre più alte sul nord Europa a causa di una possente ondata di caldo proveniente dalle basse latitudini che ormai staziona da numerosi giorni e che non pare voglia assolutamente mollare la presa. Un'ondata di caldo storica quella che stiamo registrando tra Russia e Lapponia, tenendo conto che ci troviamo a ridosso del circolo polare artico!

Nella giornata di ieri i termometri hanno registrano temperature fino a 32 e 33°C in Lapponia : si tratta di valori all'apparenza "normali" per noi che ci troviamo a latitudini temperature, ma per il circolo polare artico si tratta di temperature assolutamente eccezionali, che mai sono state raggiunte in queste aree da quando esistono le rilevazioni. Quindi è chiaro che siamo davanti ad un record storico e le clamorose temperature di Vaasa (+33.7°C), Kevo (+33.4°C) e Rovaniemi (+32°C) lo dimostrano. Si tratta di cittadine situate nella Finlandia settentrionale a ridosso del circolo Polare che mai nella storia avevano fatto i conti con una simile ondata di caldo.

Il caldo non sta risparmiando nemmeno la vicina Russia dove la colonnina di mercurio ha sfondato la soglia dei 30°C su vaste aree, sin verso il mare di Barents e il mar Bianco. Stando alle ultimissime analisi si tratta di temperature di ben 14°C superiori alle medie stagionali per queste zone.

La situazione ora è critica soprattutto perchè a causa del gran caldo e della relativa siccità bisogna far fronte ai numerosi incendi che da giorni stanno colpendo la Scandinavia.
tropico90
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 6 novembre 2010, 21:43
Località: Villa d'Almè 300 metri sul livello del mare

PrecedenteProssimo

Torna a Meteo Alpi e Prealpi Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti