Cercando la microstoria... baite perdute in Val Brembilla

- Percorsi, itinerari, escursioni in Valle Brembana e sulle Alpi e prealpi Orobie Bergamasche.

Moderatore: MaCa

Cercando la microstoria... baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi andrea.brembilla » giovedì 21 gennaio 2010, 18:10

Apro questo argomento sapendo benissimo che non è di nicchia...molto di più!!! a_19

Parlo delle centinaia di stalle (o, più prosaicamente, baite) che costellano, come una galassia, il vasto territorio della Valle Brembilla; molte sono conosciute, altre molto meno...serrate in strette valli laterali o assediate dalla boscaglia.
Questo argomento è per ricostruire la storia di alcune di esse, "perdute" in zone ormai pochissimo battute e ormai cadenti...per non farle cadere nell'oblio voglio che almeno il loro nome venga ricordato, perché dal nome si ricostruisce la loro storia e la funzione.

Brembillesi, Gerosini, Blellesi...o semplici appassionati di storia brembani, lombardi, italiani o russi ( a_34 ), se sapete qualcosa di quel che dirò o avete qualche ipotesi anche non conoscendo le baite...fatevi avanti!
a_39 a_14
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi andrea.brembilla » giovedì 21 gennaio 2010, 18:18

BAITE SPERDUTE - PRIMA PUNTATA - LA VALLE DEI SUOLI

Vado a parlare di una delle zone più sperdute della Valle Brembilla, zona non battuta dai camminatori e sconosciuta anche agli stessi brembillesi...la Valle dei Suoli!
La gente del posto sa che in "Val dei Suoli" ci sono gli acquedotti del comune e che è nella zona dei Mucc (per il reportage sui Mucc clicca qui).
In realtà la valle degli acquedotti si chiama Valle dei Faggi e la sua sorgente è sotto il Coren, sotto la Gola delle Anime Dannate (per il reportage clicca qui).
La Valle dei Suoli invece si dirama dalle Baite dei Mucc e va in direzione della Forcella di Bura (dove alcuni pensano ci siano le sorgenti del torrente Brembilla...questo è un altro argomento molto dibattuto e veramente complesso).
Bene...ho sempre considerato questa valle come selvaggia e mai sfruttata dall'uomo, senza sentiero; invece oggi, passeggiando sull'aspra costa del "Pizzo" (non il Pizzo Cerro, parlo dell'elevazione a monte del "tornante aereo" detto Costa Bassa, sulla provinciale per Gerosa), buttando l'occhio sotto i precipizi calcarei che finiscono nel torrente "Suoli" cosa vedo?? Tre baite nel nulla!! a_19

Immagine

Due hanno il tetto che sembra integro, una è un rudere.
Non so come ci si arrivi (da Bura? dai Mucc?), anche se ho alcune ipotesi, non so a cosa servissero, non ho visto nessun sentiero che le collega.
In attesa di fare un'esplorazione, c'è qualcuno che sa qualcosa di queste stalle?
Mi appello in particolare agli esperti di Bura, forse la via più "comoda" per raggiungerle..
Attendo risposte (senza molte speranze). a_39
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi moxer » giovedì 21 gennaio 2010, 23:18

Bella iniziativa a_14 ... purtroppo non ti posso aiutare, ma sono molto curioso, urge spedizione esplorativa, se possibile mi aggrego per un sopraluogo e per fotografare le baite, magari qualcuno vedendole le può riconoscere...

a_14 a_14 a_14
Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
Albert Einstein
Avatar utente
moxer
 
Messaggi: 2042
Iscritto il: giovedì 12 febbraio 2009, 18:19
Località: Ponte S. Pietro (BG) 224 m.s.l.m.

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi daveverdell » venerdì 22 gennaio 2010, 0:34

a_14 Mitico Andrea ci volevi proprio tu per aprire questo post interessantissimo ed utile ai fini storici della valle,speriamo che risquoti successo.Purtroppo le baite si logorano per via del tempo e i ricordi sfumano, cosi le persone ancora in vita che possono testimoniare i momenti vissuti in quei posti,la storia e l'utilizzo che se ne faceva,restano circoscritti ai loro conoscenti se non addirittura persi del tutto.Nell'attesa che cio non accada provero' a dare il mio contributo chiedento alla prima occasione utile ai parenti di mia suocera che sono di Bura se ne sanno qualche cosa a_11 a_45
Avatar utente
daveverdell
 
Messaggi: 348
Iscritto il: martedì 30 ottobre 2007, 9:18
Località: Verdello 173 s.l.m

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi andrea.brembilla » venerdì 22 gennaio 2010, 10:59

Wow grandi soci!!
Credevo che questo argomento rimanesse malinconicamente soletto e invece ecco un pò di messaggi interessati!
a_14 a_14

Visto che allora ci sono altri matti come me (non avevo dubbi a_2 ) metto ulteriore pepe alla vicenda: la Valle dei Suoli è conosciuta perché vi è la presenza di calchere....

Immagine

Per chi non lo sapesse, ecco la definizione di calchera da Wikipedia (anche se erroneamente limita il fenomeno alla Val Camonica):

"La calchera è un forno di origine antica, anticamente diffuso in Valcamonica, che aveva lo scopo di creare la calce.
È formato da una struttura di sassi squadrati resistenti al calore, e costruito nei pressi di una strada allo scopo di facilitare il trasporto di rocce calcaree e legname.
Dopo aver accesso il forno lo si lasciava scaldare, continuando ad alimentarlo con legna, per circa 6-8 giorni, al ritmo di 10 kg ogni 3 minuti, col fine di ottenere circa 250 kg di calcare cotto.
Raggiunta la temperatura di 800 °C - 1000 °C, la roccia calcarea si fonde lasciando il posto alla calce viva. Essa viene bagnata con acqua, che la rende calce spenta, ed idratata fino al raggiungimento di una massa pastosa chiamata grassello.
Il grassello, mescolato con sabbia fine, forma la malta."


Immagine
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi andrea.brembilla » venerdì 22 gennaio 2010, 11:09

La presenza di calchere è interessante perché, se durante l'esplorazione non dovessimo trovare sentiero, la presenza di calchere ci indica la strada. E' una specie di caccia al tesoro.

...e metto altro pepe nella vicenda...

Sulla cartina del GAL la valle in questione è nominata Valle della Predosola, se questo nome è corretto (la mappa infatti ogni tanto presenta qualche imprecisione) è molto significativo: Preda significa pietra, quindi è "valle della pietra sola", che potrebbe essere un caratteristico spuntone di roccia presente sulla costa detta "Pizzo", attualmente soggetta ad uno spettacolare processo di frane che la rende instabile.

..e non è finita! Sulla cartina del GAL è segnalata anche una delle tre baite (credo quella più a monte, che io ho intravisto in mezzo ad alcuni abeti) con il nome di Ca' Baradossi: se è corretta, questa denominazione è pressoché incredibile...perché non indicherebbe una stalla, ma una vera e propria abitazione! Mentre il nome in sé, Baradossi, non riesco a decifrarlo a pieno..in effetti la casa è su un dosso (il che spiega -dossi), ma Bara- non lo capisco.
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi andrea.brembilla » venerdì 22 gennaio 2010, 11:12

Sono senz'altro disponibile ad una esplorazione...quando volete...l'importante è che sia in questo periodo, d'estate o con le fioriture è improponibile, perché si va in un fitto faggeto.
Si può fare un giro ad anello, praticamente tutto senza sentiero: Costa Bassa - Mucc - Valle dei Suoli - Forcella di Bura - Bura - Il Pizzo - Costa Bassa.

Non andate da soli!!!! E' forse il posto più sperduto della Valle Brembilla (insieme, e forse peggio, alla Gola delle Anime Dannate), potreste anche avere difficoltà a localizzare la via giusta e trovarvi sotto i contrafforti del Foldone o del Sornadello senza sapere come uscirne. Il cellulare non prende.
a_14
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi moxer » venerdì 22 gennaio 2010, 11:28

Più vai avanti e più sta cosa mi incoriusisce a_39 a_34 ....

Comunque, controllando la cartina Kompass conferma il nome val della predosola e chiama invece Ca Barradossi un di quelle baite.
inoltre segnala a circa meta di questa valletta un altura di m 803, senza nome e poco più sotto un"Can. d. Spini".

Su un altra cartina della valle Brembilla e invece indicata come dicevi tu valle dei Suoli sono segnate delle costruzioni ma senza nome.....

a_14 a_14 a_14
Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
Albert Einstein
Avatar utente
moxer
 
Messaggi: 2042
Iscritto il: giovedì 12 febbraio 2009, 18:19
Località: Ponte S. Pietro (BG) 224 m.s.l.m.

Re: Cercando la microstoria...baite perdute in Val Brembilla

Messaggiodi andrea.brembilla » venerdì 22 gennaio 2010, 11:40

moxer ha scritto:inoltre segnala a circa meta di questa valletta un altura di m 803, senza nome e poco più sotto un"Can. d. Spini".


Ma l'altura è a ovest o a est rispetto al corso d'acqua?
Se è a ovest potrebbe essere quello che sulla cartina "Sentieri di Brembilla" è segnalato come "Pizzo" (848 metri), oppure quella che ormai chiamiamo la "Predasola" (sempre sulla stessa costa), che in effetti è più bassa, sugli 800 metri; in questo caso credo anche di aver individuato il canale.
Se è a est, invece, forse è un marcato vallone che scende dalle pareti tra il Foldone e il Sornadello.

Sentite, io l'esplorazione la faccio anche domattina se c'è qualcuno...ormai dopo tutte 'ste scoperte ravvicinate mi sono lanciato. a_39
Andrea Carminati, brembano; moderatore forum
cai.vallebrembana.org
Avatar utente
andrea.brembilla
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: giovedì 17 marzo 2005, 10:50
Località: Brembilla (BG) - 440 m s.l.m.

Prossimo

Torna a Trekking - Escursioni Valle Brembana/ Orobie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], facebookexternalhit/1.1 e 12 ospiti